Pavimento per esterno

Pavimento per esterno: caratteristiche generali

Il pavimento per esterno deve essere realizzato utilizzando piastrelle con caratteristiche tecniche specifiche. La loro struttura dipende dalla destinazione e dal luogo in cui devono essere posate. In linea generale, le pavimentazioni per esterni sono realizzate in gres porcellanato, clinker, cotto e calcestruzzo. Tutti questi prodotti devono resistere agli agenti atmosferici, alla calura estiva, avere delle finiture in modo tale da evitare di creare un pavimento scivoloso, sopportare determinati carichi, essere molto resistenti al calpestio, all’usura e possedere un bassissimo livello di porosità. Tutte queste caratteristiche, in aggiunta alle dimensioni delle piastrelle stesse, vanno a determinare un prezzo d’acquisto secondo la scala di qualità e il materiale che s’intende posare. Il pavimento per esterno deve essere realizzato non soltanto secondo gusti personali, occorre creare una certa armonia tra gli ambienti interni ed esterni della casa, e creare un giusto accostamento tra le stesse piastrelle che s’intendono posare a bordi piscina, nella zona parcheggio auto, nella zona relax e in quella di passaggio.
Esempio di pavimento per esterno


Pavimento per esterno: prezzi

Esempio di pavimentazione da esterno I prezzi del pavimento per esterno dipendono da innumerevoli fattori sia estetici e sia tecnici. Principalmente essi variano secondo la resistenza all’usura, il coefficiente antiscivolo e la classe di scelta. È bene sapere che quest’ultima caratteristica è molto importante, in quanto, la piastrella di prima qualità è più resistente e ha un valore estetico maggiore rispetto a una di terza scelta. In linea generale una piastrella in gres porcellanato di seconda e terza scelta può avere un costo che si aggira intorno ai 9/10 euro; una prima scelta invece costa 18/25 euro circa a mq. I costi aumentano con l’accrescimento della qualità e delle caratteristiche estetiche dei prodotti. Ad esempio, se si acquista una piastrella in gres effetto parquet, il costo può arrivare a circa 45 euro a mq; per i prodotti effetto marmo si va dai 35 euro ai 40 euro circa a mq. Le piastrelle in clinker variano da un minimo di 9 euro a un massimo di circa 28 euro a mq, mentre il prezzo consigliato per 1 mq di pavimentazioni in cotto è di circa 20 euro minimi. Il calcestruzzo ha dei costi leggermente più elevati, compresi tra i 20 e i 60 euro circa, in quanto, è inclusa la posa in opera.

  • Pavimento per esterno I pavimenti da esterno, da utilizzare per il terrazzo, il patio o il giardino, vanno scelti non dimenticando alcune caratteristiche essenziali, tra cui l’idrorepellenza e l’antiscivolosità, la membran...
  • Pavimentazione per piscina Le pavimentazioni per esterno vengono scelte seguendo due criteri principali: lo stile, che soddisfa la scelta estetica, e la resistenza, che soddisfa l'alta fruibilità della pavimentazione stessa. ...
  • Il primo passo per far brillare le tue piastrelle Le piastrelle si trovano in tutte le case e, generalmente, rivestono le pareti di bagno e cucina. Inoltre costituiscono il nostro pavimento, quindi è importante che siano sempre pulite e perfette. Man...
  • Metodi tradizionali per pulire le fughe Pulire le fughe dei pavimenti non è sempre facile come sembrerebbe. I normali detergenti che si passano in terra, al fine di rimuovere polvere e altri tipi di sporco, infatti, spesso non hanno effetto...


Pavimento per esterno in legno

Pavimento per esterno in legno a listoni Il pavimento per esterno in legno presenta delle caratteristiche tecniche ben precise in modo tale da resistere agli agenti atmosferici, ai calpestii e da resistere all’usura. Le dimensioni base che ogni piastrella dovrebbe avere sono: almeno 20 mm di spessore, circa 90 mm di larghezza e 600 mm circa di lunghezza. Sul mercato è possibile scegliere un pavimento di teak, ipè, larice o in altri legni resistenti. Per quanto riguarda la forma si possono acquistare listoni o decking e mattonelle o quadrotte assemblate. Il pavimento per esterno in legno a listoni presenta dimensioni comprese tra 1,20 e 2,90 mm di lunghezza, 90 e 120 mm circa di larghezza. Queste piastrelle presentano una finitura ruvida in modo tale da evitare di avere un pavimento scivoloso, e possono essere posati mediante avvitatura o incastro dei listoni. Per quanto riguarda l’acquisto delle mattonelle, è bene sapere che sono formate da una sorta di piccoli listelli con superficie antiscivolo, possono essere calpestate anche a piedi nudi, sono più economiche rispetto ai listoni, e sono molto adatte per essere posate sul bordo piscina o in terrazza.


Pavimento per esterno in cemento

Pavimento per esterno in cemento Sul mercato sono presenti innumerevoli tipologie di prodotti atti a realizzare un pavimento per esterno in cemento molto resistente all’usura e con un forte senso estetico. Tra le tante scelte, secondo le proprie esigenze personali, si può preferire: cemento battuto, bocciardato, unito a graniglia di marmo, cemento armato, cemento stampato o misto a ghiaia. Prima di procedere con la posa, è necessario creare uno strato di ghiaia in modo tale da facilitare i lavori e permettere un’ottimale adesione del cemento. È conveniente sapere che questi prodotti vengono realizzati con calcestruzzo per esterno, e quindi resistente alle basse temperature, al gelo, alle macchie e ai prodotti corrosivi. La superficie di queste piastrelle viene inoltre trattata con azioni e meccanismi specifici in modo tale da diminuire il livello di porosità, realizzare delle finiture antiscivolo, e inoltre, è possibile miscelare al calcestruzzo della tinta colorata in modo tale da creare una certa armonia tra questo pavimento e il resto delle piastrelle esterne e interne dell’abitazione.