Rinnovare casa, la ricerca “Case da Re-inventare”

Risultati Ricerca

Gli italiani hanno voglia di rinnovare la casa e di introdurre novità tra le pareti domestiche. Il 12 per cento vuole rinnovare il soggiorno, mentre la maggioranza dispone di una cucina abitabile separata dal soggiorno ma senza sala da pranzo, con meno libri e più tecnologia per vivere l’area living tutto l’anno non preservando alcuno spazio per occasioni speciali.

 

Sono alcune delle tendenze emerse dal primo capitolo della ricerca “Case da Re-inventare”, a cui hanno collaborato esperti dell’area living di importanti aziende e che è stata curata dal Centro Studi di Cosmit/FederlegnoArredo.

arredamento living

Massive 707480231 Zara Plafoniera in Vetro, Alabastro Bianco

Prezzo: in offerta su Amazon a: 31,86€
(Risparmi 1,04€)


Area living e altri risultati

living open scavolini La ricerca sul rinnovare la casa approfondisce temi emersi dall’indagine commissionata nel 2010 a GFK-Eurisko da Assarredo, Associazione di FederlegnoArredo che raggruppa le più importanti imprese italiane produttrici di mobili, imbottiti, cucine e sistemi per dormire come anche di complementi d’arredo.

 

“L’area living – afferma Cristian Tumiotto, marketing manager di Presotto – è uno dei luoghi più interessanti della casa perché non ha una funzione prevalente definita come la camera da letto e il bagno. L’area living è lo spazio dell’interazione quotidiana fra gli abitanti di una casa, lo spazio delle attività che si svolgono insieme agli ospiti e agli amici. Cosa e come sta cambiando il modo di vivere degli italiani nell’area living?”

 

Quasi il 77 per cento degli italiani dispone di uno o più ambienti dedicati allo stare insieme, con la cucina separata dal soggiorno, luogo della convivialità e del relax. La luce e la tecnologia sono due aspetti molto importanti dell’area living mentre il 73 per cento degli italiani ha meno di 100 libri (dati Istat 2009), avendo quindi più spazio per strumentazioni per l’intrattenimento e per l’home office.

  • cucina bianca stosa in legno Abbiamo ereditato una vecchia cucina in legno dalla nonna e non sappiamo cosa farne: la soluzione è dedicarsi al fai da te per dare vita a un arredo unico.Come sappiamo le cucine di un tempo erano...
  • zona notte design Il consumatore italiano attribuisce alla camera da letto una grande importanza, in una scala da 1 a 10 la zona notte raccoglie il 9,4 delle preferenze seconda solo al bagno.Cuore della parte pi&ugra...
  • bagno lungo e stretto Quando ci troviamo a dover ristrutturare una vecchia casa, specie quelle che derivano da vecchie cascine, spesso ci si trova a dover competere con la progettazione e l’arredo di bagni dalle forme stre...
  • La trasposizione d’uso della carta adesiva per mobili Un tempo carta adesiva, o carta da parati era impiegata per rivestire le pareti delle stanze, per donare nuova vita agli ambienti, per rendere decorate e particolari, stanze e luoghi che non potevano ...

MeMoreCool - Set copripiumino in cotone spigato, stile etnico bohémien, con lenzuola, 4 pezzi, 7 colori diversi selezionabili Color 3

Prezzo: in offerta su Amazon a: 60,47€


Case italiane

zona living moderna Mediamente l’abitazione di un italiano è di 104 metri quadri ma ben il 42 per cento vive in meno di 90 metri quadri e solamente il 10 per cento degli italiani ne ha a disposizione più di 150: solo il 24 per cento degli italiani vive in una casa con soggiorno, cucina abitabile e sala da pranzo mentre il 9,6 per cento considera importante preservare alcuni spazi per momenti speciali.

 

Le intenzioni di spesa per rinnovare la casa, oggetto d’indagine in quanto indicazioni utili a definire l’evoluzione del mercato e della società, rilevano un interesse da parte degli italiani al cambiamento.  “Sono tante le domande importanti – dice Alessandro Besana, titolare di Besana – ma quella fondamentale da cui parte tutto il nostro percorso di ricerca è: chi sono e a cosa danno valore i consumatori italiani, ossia i nostri “clienti finali” sul mercato in cui il nostro settore realizza il 52 per cento del fatturato?”


Rinnovare casa, la ricerca “Case da Re-inventare”: Spese e stili

arredamento classico Il 12 per cento degli italiani ha intenzione di rinnovare il soggiorno e, di questi, il 2 per cento intende spendere oltre 15.000 euro ma non più di 20.000. Dall’approfondimento “Case da Re-inventare” risulta che le famiglie italiane intenzionate a rinnovare la casa totalmente o parzialmente, in particolare il soggiorno, sono oltre 2,4 milioni, con il Centro Italia e i possessori di case dallo stile etnico che mostrano un desiderio di cambiamento particolarmente più accentuato rispetto al resto del paese.

 

Lo stile della casa è tendenzialmente uniforme con un mix di classico e moderno preferito dal 33,2 per cento e il moderno dal 20,8 per cento, mentre il classico regge la concorrenza. L’arredo country/etnico, presente nel 6,4 per cento delle case italiane, è meno comune caratterizzandosi, a differenza degli altri stili, per spazi continui senza divisioni tra i vari ambienti delle case. 

 

Le diverse scelte di stile corrispondono anche a diversi approcci nei confronti dei soprammobili, delle tecnologie e delle intenzioni di rinnovo dell’abitazione.