Sanitari per il bagno. Un nuovo concept-bagno

Rivoluzione estetica nel bagno

La rivoluzione estetica nel bagno passa attraverso soluzioni funzionali e tecnologiche, di cui sono stati protagonisti negli ultimi anni anche i sanitari per il bagno che, svincolati dalla rigida collocazione addossata a parete, si spostano persino a centro stanza e si vestono di nuove forme e volumi, per trasformarsi in veri e propri oggetti architettonici, elementi d’arredo oltre a servizi funzionali.

I consumatori, infatti, chiedono di potere personalizzare anche la stanza da bagno come gli altri locali della casa, per contrastare l’invadente uniformità di un mondo globalizzato e per fare del proprio habitat o specchio di sé, delle proprie esigenze, delle proprie emozioni.

bagno


Hatria

sanitari hatria Un intenso lavoro di ricerca ha consentito ad Hatria di fornire una risposta innovativa alle esigenze più attuali soprattutto riguardo alla distribuzione dei sanitari nell’ambiente bagno. Il marchio ha introdotto soluzioni tecnologiche che hanno dato l’avvio ad un nuovo concept per il bagno.

Il risultato ottenuto è un oggetto-sanitario che può stare a centro stanza perché non è più costretto alla vicinanza con i montanti dell’acqua chiusi nei muri portanti. Un oggetto dove, se non che per la rubinetteria, scompare la vista del metallo tecnico di sifoni, viti, rondelle finalmente nascosti e inglobati dentro la ceramica.

La libertà di poter ragionare ma per oggetti singoli, forti, segnati, dotati di una propria autonomia espressiva che invitano a riprogettare e ripensare il bagno senza sottostare alle regole del tutto-coordinato, ha portato Massimo Iosa Ghini a progettare una serie straordinaria di pezzi unici da avvicinare e combinare senza regole scritte, come individui muniti di carattere e personalità propria. Vaso e bidet sono due pezzi da posizionare a terra a centro stanza, ma anche vicino al muro.

La progettazione tecnica qui ha consentito di raggiungere risultati estetici egregi e inusitati. Sono completamente nascoste tutte le componenti meccaniche e nessun contenuto tecnico è a vista. Nessuna parte metallica quindi, niente sifoni, ma solo due solidi identici a base ovale in pura ceramica bianca lontani dall’iconografia classica con cui siamo abituati ad immaginarceli. La forza del progetto sta inoltre nel fatto che, svincolati dalla necessità di essere addossati al muro, questi due sanitari per il bagno ceramici sono posizionabili ovunque nello spazio, anche a centro stanza.

  • accessori bagno Le persone che hanno una casa classica o rustica, possono creare un bagno bellissimo con splendidi accessori. Uno degli accessori bagno che proprio non può mancare è un mobile di medie dimensioni, meg...
  • consigli bagno A lungo la sala da bagno è stato considerato un luogo riservato della casa e puramente di servizio. Fortunatamente le nuove tendenze in fatto di arredamenti e organizzazione degli spazi domestici ne s...
  • bagno minimal design Armani e Roca collaborano per dare vita ad un ambiente bagno esclusivo, che unisce praticità e piacere, in modo del tutto naturale e fluido.Le più avanzate soluzioni tecnologiche si ab...
  • cucina Workshop Dialma Nato qualche anno fa dalla passione per l’arredamento della famiglia Marchi, leader nella produzione di cucine di alta qualità, il brand Dialma Brown  fonde perfettamente nelle sue proposte lo stile c...


Space FREE by Ceramica Globo

sanitari ceramica globo Nel segno di un nuovo minimalismo che ricerca il contrasto tra essenzialità e praticità, la produzione di Ceramica Globo è una sintesi equilibrata di tecnologia, artigianato e design, cultura e innovazione. Questo contesto ha permesso al designer Antonio Pascale di progettare lavabi e sanitari di grande carattere, impeccabili nelle loro forme rigorose e piene. Progetti di importante originalità e di eleganza discreta che esaltano le superfici della ceramica.

Disegnata con lo stesso segno pulito che connota il programma Open Space a cui appartiene, la serie Space FREE si compone di sanitari per il bagno e lavabi di grande innovazione formale e funzionale, non a caso premiati con gli ambiti riconoscimenti Good Design Award e IF Product Design Award. È il principio della riduzione (di materia e dettagli superflui) a ricondurre vaso e bidet a forme decise, monolitiche, architettoniche.

Gli elementi della serie riflettono sulla forma a bacino-contenitore dell'acqua, indispensabile solo all'epoca in cui vi si miscelava acqua calda e fredda; oggi questa funzione viene fatta direttamente dalla rubinetteria. Il sanitario ha così il solo scopo di convogliare l'acqua verso lo scarico. Il bidet presenta come caratteristica peculiare il modo in cui l'acqua defluisce dalla vasca. Il foro di scarico è arretrato verso la parete e trasformato in fessura che si presenta come un taglio praticato sul fianco all'interno della vasca; questo permette di eliminare visivamente il sifone di scarico.


Bohémien by Simas

bohemien di simas Pizzi e merletti decisamente hi-tech per la versione decorata di Bohémien, collezione di sanitari per il bagno disegnata da Terri Pecora per Simas, ceramica sanitaria rigorosamente made in Italy. La novità assoluta presentata al Cersaie 2006 vede una trama ton sur ton, un’idea di pizzo rigenerato a computer. Uno schizzo elettronico che contrasta egregiamente con la scultura del lavabo.

Liscia o decorata, la nuova collezione 2006 firmata dalla designer californiana emula la goccia d’acqua che si espande, si dilata, crea ellissi. E, a volte, riflette l’immagine dei fiori sulla riva. Come in un pizzo, appunto. Una linea ‘da boutique’. Un richiamo all’Art Decò degli anni Venti, alla Brancusi: forme assolute, astrazioni del reale… Uno stile di vita, prima ancora che uno stile artistico: Gertrude Stein, Rive Gauche, l’artista “che crea cose belle”, per citare Oscar Wilde. Un mix fra la matrice di stile squisitamente artistico e il fashion. Un’immagine creativa, soft, culturale.

Prodotti culturali di alto livello, che non escludono comunque l’ambientazione anche in spazi pubblici come hotel, ristoranti, spazi retail. Bohémien è…due consolle, due lavabi sospesi o da appoggio, un lavabo a vasca d’appoggio, vaso e bidet a terra e vaso e bidet sospesi, cassetta monoblocco. Poi i complementi: tre tipi di portasciugamano tagliati a laser da lastra di acciaio, un trolley con cestello interno in acciaio, uno specchio con cornice in legno e, importante, il piano d’appoggio da utilizzare sospeso o, versione decisamente culturale, con gamba laterale d’appoggio. Sempre rigorosamente in legno di castagno tinto nero. Un binomio bianco e nero, cui si aggiungono il cromo e un guizzo imperativo di rosso.


Devon & Devon

devon e devon In un’epoca in cui anche le stanze da bagno sono luoghi fortemente connotati e ad alta visibilità, alla stregua di altri ambienti di rappresentanza dello spazio abitativo, sempre di più esse sono pensate e progettate per rispondere alle esigenze psicologiche ed emotive dei fruitori, il concept del marchio Devon & Devon è quello di dar forma ad una stanza da bagno che rievochi le atmosfere classiche dell’età vittoriana e della Belle Epoque, contestualizzandole in ambientazioni contemporanee.

La proposta che ne deriva è di un raffinato ambiente bagno, ricreato con un arredamento e una selezione di prodotti di alta gamma, sul filo rosso di una memoria storica che attinge alla colta tradizione europea, attualizzata dal ricorso a originali soluzioni di design. Infatti, Devon & Devon crea soluzioni di arredo esclusive che coniugano sobriamente qualità estetica e funzionalità e dove anche i più piccoli dettagli nella scelta delle linee del design e dei materiali di realizzazione sono frutto di accurata attenzione.

Nella progettazione delle collezioni il gusto per l’estetica e la ricerca di soluzioni pratiche e funzionali si sposano ad integrare forma e sostanza, perseguendo bellezza e comfort come nella più sofisticata tradizione europea del secolo scorso. Ecco che accanto alle vasche dalle linee morbide e avvolgenti, Devon & Devon progetta nuovi pezzi di arredo coordinato, dalle linee assolutamente singolari. Come il lavabo New Etoile con frontale tondo, che si abbina ad una nuova linea di sanitari per il bagno in cui celebrazione dell’eleganza e rispetto per la funzionalità si mescolano sapientemente.


Sanitari per il bagno. Un nuovo concept-bagno: Ceramica Flaminia

sanitari una Negli ultimi anni il bagno è diventato un ambiente di fondamentale importanza nella casa e Ceramica Flaminia, cogliendo questo cambiamento, continua a proporre linee di sanitari per il bagno dal segno diverso, ma sempre lineare ed elegante, che permettono di creare atmosfere personalizzate. Lavabi, panche, vasi e bidet, docce, vasche, mobili, specchi, accessori mixati in modo differente generano “stanze da bagno”, che ben si adattano alle esigenze abitative ed architettoniche più diverse.

Non servono spazi enormi per creare il proprio ambiente; bastano anche pochi metri quadrati, arredati in modo elegante ed intelligente, per caratterizzarlo con oggetti e complementi che raccontano la nostra storia, cultura e tradizione. Il progetto Una propone parallelepipedi dalle linee squadrate ed essenziali, che fungono da supporto agli elementi in ceramica, caratterizzati da un innovativo profilo che ne accentua le linee morbide e dall’originale tavoletta proposta anche per la versione bidet. Lo stesso sistema a semincasso è riproposto per la linea dei lavabi.

Un nuovo modo, quindi, di concepire il bagno, da attuare sia in maniera personalizzata (muratura) o attraverso un vero e proprio programma tipologico di elementi componibili, da abbinare in varie soluzioni e con diverse finiture, pensati per piccoli e grandi spazi. La facile ispezionabilità e adattabilità alle reti tecnologiche lo rende particolarmente indicato per un utilizzo in architetture alberghiere e nelle ristrutturazioni.