- 21 maggio 2013

Detrazioni per le ristrutturazioni

Ogni volta che eseguiamo lavori sulla casa possiamo detrarre qualcosa, secondo la tipologia di lavoro e in base a cosa ci dice la circolare in merito. Le detrazioni riguardano ristrutturazioni sia di natura edile sia energetica. La circolare è la n.13 del 19 maggio 2013 e chiarisce alcuni dubbi dei contribuenti sulle agevolazioni riguardanti per l’appunto, la casa. Scopriamo insieme nello specifico come possiamo usufruirne. Partiamo dalla detrazione del 36%: questa riguarda la ristrutturazione di strutture esistenti in cui la spesa sia stata superiore a euro 51.645,69. Si deve presentare una dichiarazione di esecuzione dei lavori al momento del termine degli stessi. La detrazione ha subito un aumento percentuale che è passato dal 36% al 50% nel periodo tra il 26 giugno 2012 e il 30 giugno 2013: in questo frangente non è necessario presentare l a dichiarazione anche se l’importo è stato elevato da 48.000 euro a 96.000 euro. Chiunque abbia sostenuto una spesa di 48.000 euro fino al 25 giugno 2012 e di 96.000 euro tra il 26 giugno e il 31 giugno 2012, può usufruire della detrazione del 50%. Nella circolare inoltre sono presenti altri chiarimenti riguardanti coppie in separazione o decesso di uno dei coniugi.

Detrazione per riqualificazione energetica

Il 30 giugno del 2013 è la data di scadenza di questa tipologia di detrazione per essere poi riassorbita da quella del 36% per ristrutturazioni edilizie. Inoltre è necessario inviare entro 90 giorni dalla fine dei lavori la comunicazione della conclusione degli stessi, anche se avvenuta oltre il 30 giugno. In fatti la circolare cita l’art. 1 comma 48 della legge 220 del 2010 che cita in esplicito spese sostenute entro tale data e non di lavori conclusi entro la stessa. E’ in arrivo la proroga dal Consiglio dei Ministri, del decreto fino al 31 dicembre 2013. Altri chiarimenti in circolare.

Sfoglia i cataloghi: