Come arredare un bagno

Come arredare il bagno

Il bagno decisamente non è una stanza come le altre. E' la prima che raggiungiamo al mattino, ad occhi ancora mezzi chiusi, e l'ultima che visitiamo prima di coricarci. E' la stanza di servizio per antonomasia: preziosa, insostituibile. Ma non solo. E' anche il luogo del benessere nel quale ci si può appartare e vivere almeno per qualche minuto in totale isolamento dal resto del mondo. Ognuno di noi dunque ha la sua idea di bagno perfetto, a cui dare forma nel caso lo si arredi per la prima volta o anche in caso di ristrutturazione del bagno. Scelte essenziali basteranno a soddisfare l'esigenza basica di avere mobili bagno funzionali. Lavandino e sanitari disposti ad adeguata distanza, portasciugamani e pensili alle pareti, cabina doccia: è tutto quanto occorre alle nostre esigenze quotidiane. Ma se vogliamo creare un locale pienamente accogliente dobbiamo mutare la prospettiva. La stanza di servizio può trasformarsi in una piccola spa, gli elementi minimal si arricchiranno di benefit insospettabili come l'idromassaggio, i materiali e gli arredi sapranno regalarci atmosfere rilassanti e benefiche.

In foto la nuova serie Vero Air di Duravit, pensata per arredare il bagno con un linguaggio formale pulito e lineare, per conferire all'ambiente un effetto ordinato ed un'estetica essenziale che invitino a rilassarsi e a rigenerarsi. La serie è completa e include mobili, vasche da bagno e vasi tecnologia Rimless® e sedile elettronico SensoWash.

arredo bagno duravit vero air


Come arredare un bagno piccolo

Come arredare un bagno piccolo Vi siete appena alzati, una lunga giornata di lavoro vi attende e la sveglia, per così dire, non ha funzionato benissimo. Avete i minuti contati e dovete sbrigare in un amen tutte le incombenze igieniche. E' in questi momenti che si apprezza l'importanza fondamentale di un bagno perfettamente allestito. E non cambierà le cose pensare che lo spazio a disposizione per arredarlo non fosse tantissimo. Vi serve un ambiente funzionale, punto. Un obiettivo che non è impossibile raggiungere. Ecco alcuni semplici suggerimenti che vi potranno aiutare se il vostro problema è come arredare un bagno con spazi limitati ma senza rinunciare a nulla. Partiamo dalla doccia. Si risparmiano centimetri preziosi puntando su una cabina angolare con apertura curva e porte scorrevoli: meno di un metro per lato e il gioco è fatto. Passiamo ai sanitari. In commercio sono disponibili modelli compatti con sviluppo orizzontale che consentono di risparmiare in un sol colpo centimetri e centimetri di profondità. E aspetto non trascurabile, il loro look originale dona fascino all'ambiente. Ci sono poi i complementi che pur non essendo elementi basilari rappresentano comunque importanti assi nella manica. E' il caso del mobile sottolavabo con cassetti capaci di accogliere una infinità di oggetti imprescindibili, dallo shampoo-doccia alle lamette, risparmiando lo spazio che altrimenti verrebbe occupato da mobili di vario tipo e favorendo l'ordine in bagno.

Anche la specchiera con contenitore è ideale in un bagno di piccola metratura. Non ingombra ma offre spazio aggiuntivo da dedicare al contenimento. In foto il pensile contenitore con specchio bifacciale appartenente al programma My Time di Ideagroup.

  • arredare un bagno moderno Da stanza di passaggio fugace a luogo con una propria identità e bellezza. Nella generale evoluzione avuta dalla casa negli ultimi decenni, il bagno merita senz'altro una citazione particolare. Chi av...
  • bagno lungo e stretto Quando ci troviamo a dover ristrutturare una vecchia casa, specie quelle che derivano da vecchie cascine, spesso ci si trova a dover competere con la progettazione e l’arredo di bagni dalle forme stre...
  • mobile bagno compatto sospeso Metropolis Azzurra Quando in un bagno lo spazio è ristretto, manca, è poco, dobbiamo soprassedere alla cosa e arredarlo allo stesso modo.Ma come arredare un bagno piccolo, cosa metterci dentro e soprattutto come? ...
  • bagno con piastrelle in kerlite Quando dobbiamo rifare il bagno ma non vogliamo eliminare il preesistente possiamo pensare di rivestire le piastrelle e sovrapporle con alcune nuove.La possibilità è di utilizzare piastrelle a bas...


Idee per arredare un bagno

arredo bagno play new cerasa Quando ci accingiamo a progettare l'ambiente bagno, occorre considerare vari fattori: lo spazio a disposizione, la collocazione di sanitari, lavabo e mobili, quali piastrelle e rivestimenti scegliere per la il locale. Materiali dei mobili, colori delle pareti, tipologia di rivestimenti influiranno tutti sullo stile che vogliamo ottenere.

Tante sono le tipologie di locale di fronte a cui chi progetta si può trovare: un bagno piccolo, oppure lungo e stretto, o ancora vincolato da assetti precedenti che è difficile modificare in fase di ristrutturazione. Come arredare un bagno se le condizioni di partenza non sono quelle ottimali? L'unica ciambella di salvataggio sono le idee, talvolta così semplici da stupire. Prendiamo ad esempio il caso di un bagno che si sviluppa in profondità. Se non presenta una finestra opposta alla porta d'ingresso è opportuno collocare sul fondo il vano doccia così da sfruttare al meglio il lato corto. Nel caso invece si voglia optare per una vasca, è possibile posizionarla su uno dei lati lunghi così da non doverla comprimere. Qualora lo spazio a disposizione lo consenta, è consigliabile installare sul lato opposto il lavabo e i sanitari, meglio se nelle versioni rettangolari che non tolgono nulla in termini di efficienza e donano anche un tocco di originalità. Molto attuale è senz'altro la proposta del piatto doccia filo pavimento, che consente di realizzare una cabina doccia su misura, senza essere legati a dimensioni standard.

Per quanto riguarda gli aspetti stilistici, in commercio non mancano soluzioni per tutte le esigenze. Una delle ultime tendenze predilige per i mobili bagno finiture naturali, che propongono le venature del legno nelle sue varie essenze.

In foto la collezione di arredo bagno Play New di Cerasa, declinata in una composizione ispirata allo stile industriale.


Come arredare un bagno moderno

azzurra bagni E chi l'ha detto che l'eleganza sia prerogativa esclusiva dell'arredamento classico? Se state pensando a come arredare un bagno moderno, in commercio potrete trovare sanitari dal design attuale e molto eleganti. Consigliabili i sanitari sospesi, quasi un must per il genere. Altra caratteristica pressoché imprescindibile è l'utilizzo del bianco (porcellana, gres, marmo), sia per i sanitari che per i rivestimenti. Per la rubinetteria bagno si può ricorrere a soffioni doccia e rubinetti in acciaio lucido o cromato, con forme pulite e decise. Decisamente bandite le decorazioni barocche, la lussuosità ostentata dell'oro, le atmosfere retrò del rame e dell'ottone, le linee tondeggianti. Nel caso decidiate di puntare sul colore, fate attenzione agli abbinamenti tra rubinetteria e piastrelle. Il bianco può efficacemente fungere da intermezzo e il colore, anche acceso, andrà ad alimentare il gioco di rimandi tra pavimento e pareti, mattonelle e miscelatori. Veniamo poi a una presenza immancabile. Un bagno moderno senza specchi sarebbe un'incompiuta ed è importante chiaramente scegliere il design adeguato. Via libera dunque a modelli innovativi, stretti e alti, squadrati. Occhio infine all'illuminazione, importante in bagno per facilitare le operazioni di pulizia quotidiane. La dominanza del bianco consente di non eccedere. Basta qualche faretto ben posizionato a luce tenue per accendere la bellezza. Nella foto, la composizione 25 della linea Lime 0 di Azzurra Bagni: il fascino senza tempo delle maniglie e la vivace eleganza dei colori. Disponibile anche in versione push-pull.


Come arredare un bagno funzionale

specchiera R1 di Rexa Design Come arredare un bagno funzionale? Innanzitutto deve essere comodo ed essenziale al contempo. Un bagno funzionale è, infatti, un bagno perfetto, completo di tutti gli elementi necessari, dai sanitari ai mobili contenitori agli specchi. Oltre a dar vita alla propria creatività e allo stile personale, nell’arredare il bagno è fondamentale considerare le sue dimensioni, in modo da fruire di tutti gli spazi, senza, però, soffocarli. Inserire dei mobili contenitori a giorno sospesi può essere un’idea interessante se si ha un bagno piccolo e si intendono sfruttare le pareti. Si possono anche scegliere dei mobili multiuso, come, ad esempio, elementi contenitori da posizionare sotto il lavello e dotati di porta asciugamano. Vi sono anche gli specchi contenitori, come R1 di Rexa Design, in foto, realizzato in laminato grigio, con ante a specchio all'interno e all’esterno. Si può anche incassare a muro. Inoltre, è disponibile in varie misure con una o due ante battenti. In alternativa, si possono scegliere due ante battenti con una o due scorrevoli centrali.


Come arredare un bagno senza finestra

arredo bagno E.45 di Arcom Un bagno senza finestra, detto anche “cieco”, potrebbe, apparentemente, essere svantaggiato rispetto a un bagno dotato di finestre. Relegato, spesso, a bagno di servizio e presente maggiormente nelle strutture ricettive, è, invece, un luogo che può essere ugualmente valorizzato, attraverso soluzioni mirate a mettere in luce tutto il suo potenziale. Come arredare un bagno senza finestra? Ecco una lista delle cose a cui occorre pensare quando si arreda un bagno cieco:

  • Progettare accuratamente i punti luce, essenziali in un ambiente che non ha finestre. Si può optare per delle applique oppure per dei faretti o luci speciali al LED. Non si crea solo luminosità, ma vengono esaltati gli arredi

  • Installare aspiratori efficienti per il ricambio continuo dell’aria. In questo modo si evitano cattivi odori e la possibilità che si formino muffe sulle pareti
  • Arredo essenziale, possibilmente con colori chiari: sono più luminosi

In foto: arredo bagno della collezione E.45 di Arcom, con strisce di luci al LED, che donano ulteriore luminosità all’ambiente.


Come arredare un bagno lungo e stretto

arredo bagno QI di Scavolini In molte case sono presenti bagni stretti, ma piuttosto lunghi. Allora, ci si può chiedere come arredare un bagno lungo e stretto, in modo che sia fruibile. Si possono sfruttare le pareti lunghe, inserendo, da un lato, lavabo e mobili contenitori, mentre, su quello opposto, i sanitari. Bisogna, però, fare attenzione a non riempire troppo lo spazio di elementi: occorre privilegiare gli arredi essenziali e dai colori tenui, come, ad esempio, il bianco. Se, invece, il bagno è molto stretto, conviene arredare un solo lato. Sulla parete in fondo verrà installata la doccia, meglio se chiusa da un box trasparente, in modo da non accorciare visivamente lo spazio. L’inserimento di mensole è un altro modo per sfruttare le pareti e per arricchire il bagno di elementi funzionali e raffinati allo stesso tempo. Soluzioni simili si possono ritrovare nell’arredo bagno QI di Scavolini, in foto, che presenta una serie di mensole in legno e contenitori dal design originale ed elegante. I lavabi sono posizionati ai lati, per occupare lo spazio in lunghezza.


Come arredare un bagno classico

arredo bagno York di Cerasa Quando si deve arredare il bagno, bisogna considerare lo stile che dovrà avere. A molti, ad esempio, continua a piacere il bagno di tipo classico, con mobili che richiamano atmosfere d’altri tempi. Come arredare un bagno classico? Si può ricorrere a diverse idee, inserendo mobili che rimandano allo stile retrò oppure progettando un bagno in muratura, presente soprattutto nelle abitazioni dallo stile rustico, dove, spesso, i bagni presentano vasche freestanding e sanitari dalle forme ovali. Il bagno in muratura può avere dei top in marmo, in pietra o cemento, magari arricchiti da maioliche. L’arredamento bagno classico può spesso presentare elementi che rimandano a epoche remote, come, ad esempio, semplici secchi d’alluminio per la biancheria sporca o specchi dalle forme sinuose e mobili oppure mobili contenitori dalle ante con incisioni o decorazioni. In foto: arredo della collezione York di Cerasa, che presenta finiture laccato nero con effetto usurato. Il materiale del piano è in marmo di Carrara. Inoltre, vi sono uno specchio dalla forma retrò e una panchetta per appoggio lavabo con maniglie a forma di “C”, con evidente richiamo al brand.