Come pulire il lavello

Come pulire il lavello in acciaio inox

Il lavandino in acciaio inox viene scelto per la sua resistenza e la capacità di adattarsi a qualsiasi stile si voglia dare alla propria cucina. Bisogna però conoscere come pulire il lavello in acciaio, poiché questo materiale nasconde numerose insidie: se non pulito correttamente può risultare opaco, macchiato di calcare o rovinato dalle spugnette abrasive. Innanzitutto bisogna bandire l’utilizzo di candeggina e creme con microgranuli, la prima perché rovina l’acciaio, le altre perché potrebbero graffiarlo. Per la manutenzione di tutti i giorni è importante ricordarsi di asciugare il lavello dopo averlo utilizzato poiché le particelle di calcare tendono a fossilizzarsi su di esso creando macchie antiestetiche. I detergenti migliori per pulire l’acciaio inox sono l’aceto di vino bianco e il bicarbonato di sodio, ottimi anche come igienizzanti. Se il lavello perde di lucidità basterà invece versare un po’ d’olio d’oliva e spalmarlo sulla superficie con una spugnetta umida: dopo aver asciugato tutto con un panno, il lavello riacquisterà la brillantezza perduta.

Lavello in acciaio inox


Come pulire il lavello in microdekor

Pulire il lavello In lavandino in microdekor viene in aiuto di chi vuole scegliere un lavello in acciaio ma teme di rovinarlo presto con brutti segni antiestetici. Le satinature del microdekor rendono la superficie del lavello ruvida e diminuiscono l’esposizione ai graffi. Trattandosi sempre e comunque di acciaio, va tenuto conto che anche questo genere di lavello va pulito con i giusti prodotti, tenendosi alla larga dalla candeggina. Un semplice sgrassatore e una spugnetta umida basteranno per rendere perfetto il lavandino, che si è dimostrato molto semplice da lavare. Chi è interessato a sapere come pulire il lavello in microdekor con prodotti naturali, deve far riferimento a quelli utilizzati per l’acciaio, quindi aceto di vino bianco e bicarbonato di sodio. Con questo tipo di prodotto è più difficile notare macchie di calcare, ma è comunque sempre consigliata l’asciugatura dopo averlo bagnato con acqua.

  • lavello alpes inox La nuova collezione Strumenti d’oggi s’inserisce nel costante processo di evoluzione  e perfezionamento di Alpes Inox e rappresenta nuovi traguardi di produzione, appositamente p...
  • lavello cucina Quando si deve scegliere il lavello cucina le possibilità sono davvero molte: una o due vasche, con o senza sgocciolatoio, in differenti materiali.Anche il design cambia in relazione alla scelta m...
  • Diesel Social Kitchen Scavolini Quando si avvicina il momento dell’acquisto di una nuova cucina, abbiamo una gamma ampissima di modelli, tipologie, colori da scegliere, ma ricordiamoci sempre di non tralasciare i materiali con cui è...
  • moon ideagoup Il marchio BLOB di Idea Group celebra l’estate proponendo una versione dell’arredo bagno Moon nei toni del mare: ecco quindi una declinazione della collezione arredo bagno modulare Moon nei colori blu...


Come pulire il lavello in fragranite

Lavello nero I lavandini in fragranite, oltre ad avere un'ottima estetica, sono più resistenti e meno esposti ai graffi rispetto a quelli in acciaio. Grazie a queste caratteristiche bisogna solo conoscere come pulire il lavello in maniera ottimale in modo che anche col passare degli anni risulti come nuovo. Per la pulizia quotidiana basterà munirsi di una spugnetta non abrasiva e di detersivo per piatti, oppure di prodotti specifici per la pulizia di superfici moderne. E' fondamentale che le macchie di thè, caffè, sugo e olio vengano risciacquate subito in modo da non creare brutti aloni che risulteranno difficili da eliminare. Se questo dovesse succedere, o se si vuole saltuariamente fare una pulizia profonda del lavandino, andrà riempita la vasca del lavello con acqua a 70 gradi e versato del detersivo per lavastoviglie. Dopo averlo lasciato agire per almeno 20 minuti andrà risciacquato passando una spugnetta medio abrasiva su tutta la superficie del lavello. In questo modo anche le macchie più difficili verranno eliminate e il vostro lavandino in fragranite risulterà come nuovo.


Come pulire il lavello in resina

lavello nero I lavandini in resina sono molto semplici da pulire: basta munirsi di acqua tiepida e un detergente neutro, come il sapone di Marsiglia, strofinando con un panno morbido. Assolutamente da evitare sono le sostanze fortemente alcaline come l'ammoniaca e la soda caustica, polveri o prodotti abrasivi e pagliette o spugne metalliche perchè rovinerebbero irrimediabilmente il lavabo. Anche in questo caso andiamo a vedere come pulire il lavello in caso di sporco difficile o incrostato: macchie e aloni si possono eliminare con dell'alcool denaturato o della candeggina diluita. In caso di incrostazioni di calcare si può ricorrere all'aceto di vino bianco, passato sulla superficie del lavandino con un panno umido, o un normale anticalcare. Dopo aver eseguito queste operazioni è fondamentale ricordarsi di risciacquare subito per evitare di rovinare la resina.