La Redazione Consiglia

I migliori articoli su Arredamento.it

- 18 marzo 2016

Considerazioni preliminari

Il trasloco è un momento impegnativo per tutta la famiglia in quanto comporta numerose spese e imprevisti. Spesso si ha bisogno di un aiuto per traslocare e si chiede l'intervento di una ditta specializzata che smonti i mobili e li trasporti e rimonti nella nuova casa. Il costo trasloco varia molto sia in base al tipo di lavoro richiesto sia in base alla provincia nella quale si risiede.    Per valutare il costo effettivo del trasloco dovete innanzitutto valutare alcuni fattori in base ai quali potete decidere di svolgere tutto il lavoro da soli oppure di richiedere l'aiuto di una ditta specializzata. Se dovete solo trasportare pochi mobili potreste optare per un trasloco fai da te il cui costo è decisamente molto basso e consiste solo nel comprare i vari materiali per l'imballaggio degli oggetti, tenete conto però che poi sta a voi montare e rimontare i mobili quindi questo tipo di trasloco è consigliato a chi ha almeno una leggera conoscenza nel settore. Se decidete il trasloco fai da te e non avete il mezzo per trasportare i mobili potete noleggiare un furgone e trasportare tutto da un’abitazione all'altra.   Se il vostro trasloco è più impegnativo e dovete trasportare molti mobili e oggetti potete imballare tutto da soli e rivolgervi a una ditta solamente per smontare, trasportare e rimontare i mobili nella nuova casa. In questo caso il prezzo del servizio è da sommare all'acquisto del materiale da imballaggio per calcolare il costo totale del trasloco. Oppure se volete stare a guardare potete affidare tutto ad una ditta che imballerà, trasporterà e sistemerà, nella nuova casa, ogni cosa al suo posto, questo però è il tipo di trasloco più costoso.  

Preventivi

Una volta deciso il tipo di trasloco da effettuare è consigliabile richiedere diversi preventivi alle ditte specializzate in modo da poterli confrontare ed optare per quello che più si adatta alle vostre esigenze. Per fornire un preventivo dettagliato e senza costi aggiuntivi è necessario che la ditta effettui un sopralluogo per verificare il lavoro da svolgere. Per calcolare esattamente il costo del trasloco è opportuno che tutti i preventivi presentino le stesse caratteristiche e fate attenzione ai preventivi troppo bassi perché spesso nascondono dei costi aggiuntivi.   Controllate che i vari preventivi presentino almeno queste voci:   - Numero di ore e di giorni previsti per il trasloco; - Costo giornaliero del trasloco e numero di personale impiegato; - Costo dei mezzi utilizzati per il trasporto dei mobili; - Costo del montaggio e smontaggio dei mobili; - Prezzo dell'imballaggio e costo dello smaltimento del materiale utilizzato; - Impegno a ripulire i locali quando il trasloco è terminato; - Costi assicurativi.   Se dovete trasportare piante molto grandi oppure oggetti particolari come i pianoforti, ricordatevi di farli includere nel preventivo dato che questo genere di oggetti generalmente si paga a parte.    

Sfoglia i cataloghi: