Decking, il parquet per esterno

Decking parquet per esterni

Decking, il parquet per esterno, è una pavimentazione in legno utilizzabile – appunto – per tutti gli spazi all’aria aperta. Alcune specie legnose come il teak, l'ipè, l'iroko, l'angelim amargoso e il massaranduba sono molto durevoli, non necessitano di trattamenti particolari per la conservazione e resistono molto bene all’attacco di muffe, batteri, acqua e intemperie; proprio tali caratteristiche le rendono adatte alla realizzazione del decking. Si aggiungano all’elenco anche il bambù e il frassino termotrattati. Il decking è perfetto per pavimentare terrazzi, giardini, balconi, patii, bordi piscine, passerelle e gazebi. Può essere posato ex novo oppure su pavimentazioni già esistenti. Non necessita di una manutenzione particolare e non richiede particolari finiture, tuttavia occorre applicare gli specifici oli naturali prima della posa, al fine di prevenire lo scolorimento dovuto alla continua esposizione solare e garantire una corretta conservazione nel tempo In ogni caso la parte in vista, a contatto con gli agenti atmosferici, tenderà a ingrigirsi un po’ e potranno comparire piccole setolature: non è un difetto ma una caratteristica naturale. In foto Free Time, pavimento in legno per esterni firmato Gazzotti. Tutta la linea è sottoposta ad un rigido procedimento della stagionatura della specie legnosa.
Decking parquet per esterni

Bona WM635019002 Wood De-Greying 4 L

Prezzo: in offerta su Amazon a: 22,5€


Parquet per esterni decking

Parquet per esterni decking Decking, il parquet per esterno, rappresenta una soluzione funzionale ma anche un modo per valorizzare gli spazi all’aperto rendendoli più accoglienti, gradevoli e naturali: una tendenza, quest’ultima, che appartiene all’intero settore dell’edilizia moderna. Per avere un’ottima resa, è bene tenere a mente alcuni consigli. Innanzi tutto il decking deve essere stoccato in un luogo asciutto e coperto, in modo da preservare il più possibile sia la dimensione del materiale che la tonalità originali. E’ importante passare su tutti e 4 i lati delle doghe l’olio protettivo prima della posa, ma è la faccia rivolta il terreno a esigere maggiore attenzione poiché in seguito non sarà più possibile trattarla. Ancora, la posa deve avvenire su un sottofondo caratterizzato da apposite pendenze e da scarichi localizzati, in modo da evitare acqua stagnante. In foto, il decking di Garbelotto a listone tradizionale per posa su magatelli della stessa specie legnosa o in altri materiali; a tolda di nave, a spina o come si preferisce. L’azienda realizza anche precomposte a quadro o accoppiate con supporto in resina ad incastro, per una posa a scacchiera o a correre.

  • rivestimento Arriva in Italia una nuova pavimentazione da esterno composita da polveri di legni e resine termoplastiche con effetto legno.Decking è un prodotto ecologico, poiché viene prodot...
  • parquet per esterno gazzotti Quando decidiamo di realizzare una pavimentazione esterna, la scelta della tipologia di rivestimento è fondamentale per realizzare il nostro desiderio estetico e di atmosfera: la preferenza &eg...
  • pavimento stampato Il pavimento stampato è in grado di ricreare l’aspetto estetico di atri materiali, quali la pietra naturale, la roccia, la ceramica, i mattoni o il legno. Si presenta dunque come una soluzione pratica...
  • Ferrari BK La pavimentazione degli spazi esterni alle case deve garantire resistenza, essere durevole e di semplice manutenzione. Eccovi una breve guida alla scelta.I mattoni autobloccanti sono ottimi e resi...

Hossi's Wholsale, Bocchetta da aspirapolvere, per superfici dure, parquet, laminato e piastrelle, per Electrolux Ikea Family 1700W ErgoShock, incl. 1 rotolo di sacchetti della spazzatura da 16 l

Prezzo: in offerta su Amazon a: 22,78€


Decking parquet da esterno

Decking parquet da esterno Per la posa del decking, il parquet per esterni, è opportuno rivolgersi a posatori professionisti. In generale i listelli possono essere posati su magatelli della stessa specie legnosa del parquet, su altre specie legnose o su altri materiali come profili in alluminio o in ferro zincato; oppure su piedini regolabili in altezza. Nonostante l’applicazione dell’olio protettivo, col tempo e a causa dei raggi solari il decking tenderà a ossidarsi e uniformarsi, variando il proprio colore e alcune caratteristiche anche in base all’azione degli agenti atmosferici. E’ possibile evitarlo? Non del tutto, nel senso che si tratta di un processo naturale. D’altra parte, però, lo si può rallentare. Quando la stagione fredda volge al termine occorre lavare il pavimento con uno spazzolone (non troppo duro) e un apposito detergente per rimuovere non solo lo sporco ma anche eventuali muffe. Una volta asciugato, si consiglia di passare l’olio protettivo sull’intera superficie a vista. E se queste due semplici operazioni vengono ripetute un paio di volte al termine dell’estate e durante l’inverno, meglio ancora. In foto i listoni di Ravaioli, sottoposti a processi di taglio, fresatura o piallatura in base alle esigenze del cliente. Tutti possono avere un lato a vista liscio oppure zigrinato, a seconda delle preferenze estetiche. L’azienda utilizza legni esotici (massaranduba, garapa, angelim amargoso, teak Asia e Bourma, ipè, iroko), legni autoctoni, materiali termotrattati (frassino termo trattato, kebony, bamboo X-Treme) e materiale composito (WPC Bamboo).


Decking, il parquet per esterno: Decking per esterno

Decking per esterno Decking, il parquet per esterno, è un prodotto innovativo, resistente e dotato di grande eleganza. E’ ideale per qualsiasi contesto outdoor, privato ma anche pubblico. Lavorato in listoni, plotte o quadrotte, ottenuto da determinati tipi di legno al naturale ma anche da legni combinati a resine plastiche: in questo secondo caso abbiamo il decking composito, che a livello estetico è inferiore – ovviamente – rispetto al decking 100% naturale ma che comunque garantisce un’ottima resa. Oltre a un’immagine molto gradevole e alla resistenza, il decking offre altri vantaggi: consente di creare superfici antiscivolo, può essere posato su pavimentazioni preesistenti e non necessita di particolari interventi di manutenzione. Nel momento dell’acquisto, verificate che i listoni siano realizzati in legno massiccio e abbiano uno spessore non inferiore ai 20 mm, una larghezza di almeno 90 o 100 mm e una lunghezza di almeno 500 o 600 mm.