Frigo americano quale scegliere

Cos’è il frigo americano

Nel progettare la cucina, grande importanza riveste la scelta degli elettrodomestici, in particolare del frigorifero, punto focale della vita quotidiana e, in alcuni casi, vero e proprio elemento d’arredo che ruba la scena e si fa notare per il design accattivante e per le grandi dimensioni. Proprio quest’ultimo fattore sta diventando determinante in fase di scelta, tanto che le ultime tendenze parlano di consumatori sempre più orientati verso i frigoriferi Syde by Syde, comunemente definiti “all’americana”, ossia prodotti che fino a pochi anni fa erano considerati di nicchia ed ora invece sono largamente apprezzati e sempre più presenti nelle cucine italiane.

Ma vediamo esattamente cos’è il frigo americano e come sceglierlo correttamente a partire dalle sue caratteristiche e dalle differenze con i modelli tradizionali ad una porta. Anzitutto un modello Syde by Syde si caratterizza – lo dice la parola stessa – per avere due porte una accanto all’altra, così come le ante di un armadio. I due vani, non posizionati a colonna come nei modelli tradizionali, bensì affiancati, ospitano da un lato il frigo, dall’altro il freezer. Una variante alla struttura classica del Syde by Syde, è il French Door, un frigo americano che presenta non due, ma quattro porte, con le due ante superiori destinate ai ripiani del fresco, e le due inferiori dedicate al congelatore.

Se in passato il frigo americano era visto come un oggetto riservato ad una clientela elitaria, oggi le aziende iniziano a proporre modelli adatti a tutte le tasche e in classi energetiche dalla A in su. Electrolux propone EAL6240AOU (in foto), frigocongelatore Syde by Syde dall’estetica longilinea e dal design molto curato grazie alle porte con finitura in acciaio inox. Classe A+, questo frigo americano è dotato di comandi completamente elettronici e un sistema di raffreddamento TwinTech che garantisce una freschezza costante e uniforme.

Cos’è il frigo americano


Frigo americano con dispenser acqua e ghiaccio

Frigo americano con dispenser acqua e ghiaccio A caratterizzare i frigo americani non sono solo le grandi dimensioni e la presenza di due o più porte. Molto spesso, infatti, il frigo americano viene scelto per la cura che viene riservata al design: occupando la cucina in maniera “importante”, un frigo di questo tipo deve necessariamente porre attenzione all’estetica, al design e ai trend del momento, sia in termini di linee, forme e colori, sia per quanto riguarda i materiali utilizzati (spesso si punta sul taglio moderno dell’acciaio inox). Inoltre, i frigo Syde by Syde sono orientati all’integrazione di tecnologie e funzionalità avanzate. Esempio tipico è il distributore di acqua fresca e ghiaccio che troviamo incorporato in quasi tutti i modelli. Il frigo americano con dispenser acqua e ghiaccio è molto comodo ma, prima dell’acquisto, è bene verificare che sia possibile collegare l’elettrodomestico direttamente al rubinetto dell’acqua, a meno che per il modello scelto non sia previsto un serbatoio interno.

In foto vediamo il modello Samsung Side By Side Serie 9000 RH57H90M07F che, con il suo comodo dispenser e il sistema Ice master, permette di avere acqua fresca, ghiaccio a cubetti o ghiaccio tritato finemente senza dover aprire le porte del frigorifero. Dotato di sei ampi scomparti per conservare cibi specifici (formaggi, salumi, bevande, snack, alimenti per bambini e prodotti vari) e diviso in tre zone dedicate ai vari membri della famiglia. La nuova finitura Premium Inox dona al frigorifero un’estetica unica in grado di adattarsi allo stile di ogni cucina.



Frigo americano con tv

Frigo americano con tv E se il frigorifero non fosse solo un parallelepipedo usato per conservare cibi e bevande?

E’ proprio quello che deve aver pensato Samsung quando ha progettato il suo Family Hub (foto), un frigo americano bello, capiente, ma soprattutto…sempre connesso! Il frigo americano con tv integrata Samsung Family Hub è di fatto il primo frigorifero intelligente distribuito in Europa e si candida a diventare un vero e proprio snodo della nostra vita digitale, oltre che protagonista indiscusso delle attività di tutta la famiglia. Quale versione casalinga dell’Internet of Things, Family Hub dispone di un display touch da 21 pollici incastonato nel portello del frigorifero, dal quale è possibile accedere ai contenuti provenienti dal Web, effettuare il mirroring della TV, ascoltare la musica in streaming (ci sono anche le casse integrate!) e usufruire dei servizi dell’app Smart Home per controllare gli altri elettrodomestici Samsung connessi. Se pensate che non sia ancora sufficiente, Family Hub è in grado di stupirvi ulteriormente: sfruttando una connessione internet, il frigo-tv può interagire a distanza con qualsiasi cellulare Android. Ad esempio, dal cellulare possiamo “sbirciare” all’interno del frigo grazie alla presenza di tre fotocamere integrate che immortalano i vani a ogni chiusura delle porte, ma possiamo anche condividere liste della spesa, monitorare le scadenze dei cibi (funzione “Food Reminder”), condividere foto e promemoria in tempo reale, sincronizzare i calendari dello smartphone, condividere gli impegni familiari grazie all’app Sticki e “comunicare” in mille altri modi con i nostro frigo intelligente!


Frigo americano quale scegliere: Frigo americano pro e contro

Frigo americano pro e contro Come qualunque altro acquisto, anche quello di un frigo americano può riservare pro e contro. Perché comprare un frigo americano? Cosa lo rende migliore (o peggiore) di un modello tradizionale?

Anzitutto il frigo americano si caratterizza per le sue grandi dimensioni: con una larghezza pari o superiore ai 90 cm, un’altezza di circa 190 cm e una capacità che può superare anche i 400 litri, è un frigorifero nato per soddisfare i bisogni delle famiglie numerose o comunque di quei nuclei familiari che hanno esigenze particolari legate all’organizzazione dello spazio, alla capienza, alla conservazione degli alimenti e all’accumulo di scorte alimentari. Avere un frigorifero così grande è un vantaggio non solo in termini di capienza, ma anche di organizzazione efficiente ed ottimale dello spazio a disposizione. Questi frigoriferi, infatti, dispongono di uno spazio interno super organizzato, con tanti scomparti che facilitano il monitoraggio della presenza dei vari cibi (divisi in categorie), oltre ad essere arricchiti quasi sempre di funzioni come il dispenser acqua fresca/ghiaccio, che nei modelli tradizionali invece non troviamo. Di contro, per ospitare un frigo così grande è necessario disporre di una cucina molto ampia e spaziosa, in cui il frigo americano possa fare bella mostra di sé senza “intasare” lo spazio vitale del locale. Se invece la cucina è piccola, meglio scegliere un frigo da incasso di dimensioni standard che possa integrarsi in maniera fluida e ottimale all’interno della composizione.

Un altro vantaggio è legato alla ricercatezza del design: i materiali ultra moderni e l’alto livello di tecnologia applicata (pensiamo, ad esempio, al frigo americano con smart tv integrata) ne fanno prodotti ambiti ed estremamente sofisticati. Il contro di tale aspetto è invece rappresentato dal costo, ancora superiore rispetto ai modelli tradizionali, seppur nettamente inferiore rispetto agli anni passati in cui tali prodotti erano considerati a tutti gli effetti “di lusso”. Il costo medio di un frigo americano (con caratteristiche e funzioni standard) si aggira tra i 900 e i 2.000 euro.

In foto vediamo il frigo americano Whirlpool, colore inox, modello WMD 4001 X, il cui costo si aggira intorno ai 1.500 euro. Oltre alla tecnologia NoFrost, che previene in maniera efficace la formazione di ghiaccio all'interno del vano congelatore mediante la riduzione del livello di umidità, questo frigo è dotato della tecnologia Activ0° che, mantenendo costanti i livelli di temperatura, protegge il sapore, la struttura e i valori nutrizionali del pesce e della carne fresca.