Irrigazione interrata

Cos'è l'irrigazione interrata

L'irrigazione interrata è uno dei modi migliori per innaffiare il nostro giardino senza sforzi è preoccupazioni infatti basta realizzare questo tipo di impianto per essere sicuri che tutte le nostre piante siano ben irrigate e soprattutto che, nel nostro giardino, non si vedano tubi ed impianti antiestetici.

Sicuramente il vantaggio principale dell'irrigazione interrata è proprio quello di essere invisibile dato che tutti i tubi sono posti sotto il terreno ma, allo stesso tempo, questo è anche uno svantaggio dato che una volta sotterrati i tubi sarà difficile spostarli quindi l'impianto di irrigazione diventa "fisso".

irrigazione interrata

CLABER 90230- MICROIRRIGATORE 90°- 2"(5cm) COLIBRI' SYSTEM GIARDINO IRRIGAZION

Prezzo: in offerta su Amazon a: 16,9€


Caratteristiche irrigazione interrata

irrigazione giardino L'impianto di irrigazione interrata costituisce la soluzione migliore per l'irrigazione dei giardini in quanto, non essendo visibile, non intacca la bellezza del giardino e non intralcia le fasi di mantenimento e di cura del manto erboso, inoltre è un ottimo modo per evitare di sprecare acqua quando si innaffiano le piante dato che con questo tipo di irrigazione arriva la giusta acqua in tutto il giardino.

Realizzare un impianto di irrigazione interrata è abbastanza semplice e si può costruire anche senza l'aiuto di un esperto, basta avere un pò di esperienza nel bricolage e tanta buona volontà.

Gli elementi essenziali che costituiscono un impianto di irrigazione interrata sono :

Irrigatori a scomparsa (questi irrigatori possono essere statici, oscillanti oppure a turbina);

Centralina programmabile;

Elettrovalvole;

Tubi e raccordi vari.

Oltre agli elementi essenziali, un impianto di irrigazione interrato, può essere dotato anche di altri elementi opzionali come i sensori atti a misurare l'umidità o la pioggia che servono per evitare di innaffiare il prato quando non è necessario.

  • telecomando per irrigazione del giardino Arriva la primavera e tornano protagonisti della vita domestica gli spazi aperti, a cui dedicarsi con cura, sia che si abbia il pollice verde, sia che non ci si possa definire veri esperti. I giardini...
  • Impianto di irrigazione L’impianto di irrigazione va scelto in base alle dimensioni dei giardini. Per giardini molto capienti sono disponibili in commercio da parte delle aziende più rinomate, sistemi fuoriterra, come pure i...
  • claber elegant Si dice che il giardino è lo specchio della casa ed in effetti non ci sono parole migliori per descrivere la sensazione benessere che porta la visione di un area verde ben curata.Naturalmente qualsi...

Set Per Irrigazione a Goccia,GRDE® Irrigazione Automatica Interno Sonde di Auto-irrigazione per Bonsai Impianto Fiore Indoor (8 PACK).

Prezzo: in offerta su Amazon a: 15,99€
(Risparmi 10€)


Progettazione

schema per sistemazione irrigazione interrata Per realizzare un buon impianto di irrigazione interrata bisogna prima studiare attentamente il luogo nel quale istallarlo e creare una progettazione adeguata tenendo conto di tutte le esigenze del nostro giardino.

Misurate il giardino e realizzatene un disegno in scala utilizzando la carta millimetrata in modo da avere uno schema preciso sul quale progettare l'impianto (esistono anche dei siti internet che vi possono aiutare a realizzare il progetto dell'impianto direttamente sul computer).

Dividete il giardino in zone ricordando che i giardini con oltre 200 MQ necessitano di almeno 6 zone mentre per i giardini con meno di 100 MQ può bastare anche una sola zone di impianto.

Posizionate, sul progetto, un massimo di 5 irrigatori per zona cercando di regolare il loro getto in modo che non si sovrappongano fra di loro (se i getti si sovrappongono sprecherete molta acqua dato che basta un solo getto ad irrigare correttamente il giardino) e ricordate che esistono gli irrigatori a getto regolabile che vanno da 0 a 360 gradi.

Per aiutarvi a posizionare gli irrigatori potete utilizzare un compasso la cui punta rappresenterà la posizione dell'innaffiatoio ed il cerchio diventerà il getto di acqua (tenete conto che il getto d'acqua varia a seconda della pressione e della grandezza del tubo d'acqua).


Irrigazione interrata: Realizzazione

irrigazione interrata Dopo aver realizzato il progetto del vostro impianto di irrigazione interrato potete passare alla sua realizzazione quindi tracciate, nel vostro giardino, il percorso che dovranno fare i vari tubi (per tracciare questo percorso potete utilizzare della calce in polvere) e posizionate un picchetto nel posto dove verranno inseriti gli innaffiatoi.

Scavate dei piccoli canali, profondi almeno 25 centimetri, lungo il percorso tracciato ed inseriteci i tubi scelti (sono preferibili i tubi di polietilene perchè duraturi e facili da montare).

Agganciate gli irrigatori al tubo nel punto in cui li avete progettati e passate a collaudare l'intero impianto prima di procedere all'interramento dei tubi.

Durante il collaudo verificate che tutti gli irrigatori sia allo stesso livello e che non escano troppo dal terreno, controllate anche che non ci siano perdite di acqua lungo il tubo e vicino ai raccordi in modo da poter ottenere un impianto perfetto e ben funzionante.

Se disponete di un timer potete anche programmare il funzionamento dell'intero impianto in modo che quando siete assenti l'irrigazione possa partire da sola.

Il costo di questo genere di impianto varia molto a seconda della grandezza del giardino da irrigare ma generalmente non si tratta di costi eccessivi soprattutto se realizzate da soli l' impianto altrimenti potete rivolgervi ad una ditta specializzata facendovi fornire i vari preventivi di spesa possibili in modo da valutare quale sia l'impianto interrato adatto al vostro giardino.