La guida definitiva all'acquisto delle poltrone moderne da salotto

- 17 novembre 2021

Quattro elementi da valutare per scegliere la poltrona moderna giusta per il salotto

Ecco i 4 elementi da considerare prima di comprare una poltrona moderna per il salotto:
 

  • Forma: deve poter accogliere la fisicità della persona in maniera confortevole e solida.
  • Schienale: elemento da valutare a seconda dell’uso che si preferisce. Se abbiamo una poltrona da conversazione, è da favorire lo schienale basso; mentre se è da lettura, meglio uno schienale più alto e inclinato.
  • Rivestimento: la caratteristica estetica più importante, sia come design, sia come sensazione tattile sia come facilità nella manutenzione. I vari materiali e texture consentono di esprimere la personalità nostra e dell’arredamento scelto.
  • Imbottitura: varia a seconda della necessità: schiuma poliuretanica e in poliestere, resistenza più solida, mentre in piuma o in fiocco, più morbide ma più costose.

Come abbinare divano e poltrone moderne

Per ottenere un connubio perfetto all’interno dei nostri ambienti, bisogna trovare il giusto equilibrio tra la poltrona e il divano, seguendo alcuni piccoli suggerimenti:

  • Colori: la componente più particolare dove è possibile giocare di contrasto opponendo due tonalità differenti, un elemento neutro vs una fantasia più estrosa, oppure lavorare sulle stesse palette del soggiorno. Un trucco è sperimentare con i cuscini del divano in combinazione con la cromia della poltrona, per un effetto wow.
     
  • Stile: a seconda del nostro gusto estetico e della nostra personalità, il divano e la poltrona faranno parte o della stessa collezione o dello stesso marchio ma collezione diversa oppure stesso stile di arredo, giocando con rivestimenti materici e struttura. Un esempio classico è abbinare modelli iconici di poltrona con modelli di divano contemporanei.

Questione di comodità: imparare a riconoscere la giusta forma

La poltrona è un elemento nato per assolvere la funzione di comodità e riposo. Tutto comunque parte dallo studio delle dimensioni e della forma migliore per l’ergonomia di una persona, adattandosi sia all’altezza, al peso e alla postura di chi vi siederà. Di seguito alcune delle principali categorie:

  • Poltrona classica, per una seduta da conversazione, con schiena bassa e braccioli alti;
  • Poltrona relax, elemento dotato di meccanismi massaggianti per favorire il rilassamento durante la seduta. Può esser dotato di pulsanti per azionare sia il poggiapiedi sia la testata reclinabile;
  • Chaise longue, seduta di forma allungata atta soprattutto per stendere le gambe, conversando o leggendo un libro;
  • Sacco, nata dal design di Zanotta nel 1968, ad oggi resta un arredo divertente e pratico da poter sfruttare in diverse occasioni;
  • Poltrona con pouf abbinato, utile e flessibile per adattarsi allo spazio circostante

Colori e materiali più adatti alle poltrone moderne da salotto

La perfetta cromia di una stanza è data in primis dal rapporto tra gli elementi d’arredo inseriti al suo interno. Non esiste un’unica strategia vincente ma tante idee che possono concorrere ad un risultato ottimale. Valutiamo le combinazioni di arredo differenziando materiali e colori:

  • Materiale: generalmente si inserisce una poltrona sullo stesso ordine e palette del divano in modo da creare continuità stilistica. Il mercato permette di spaziare sulle texture dei rivestimenti, passato dal tessuto con le ipotesi in velluto, cotone o fibra sintetica, oppure in pelle o in microfibra.
  • Colore: per un effetto più lineare e contemporaneo, si predilige la cromia coordinata all’interno di tutto l’ambiente, sui toni dei beige, del nero corvino o del grigio tortora. Se invece abbiamo una personalità più vibrante, accoppiare toni più accesi come il celeste, il giallo o il fucsia, crea un living più moderno e distinto.

Non solo per il living: in quali altri ambienti inserire una poltrona in stile moderno?

Un elemento dal design contemporaneo, come la poltrona moderna, oggi espande il suo campo d’indagine e trova collocazione non solo all’interno del soggiorno ma anche in altri ambienti della casa. Partendo dal presupposto che ogni complemento d’arredo viene declinato a seconda degli spazi disponibili e della funzione che si vuole attribuirgli, di seguito proponiamo alcuni esempi di nuove combinazioni:

  • Libreria, per poter esser subito a portata di mano con i testi e i manoscritti che più ci interessano, diventa ottima una poltrona in stile vintage, con linee curve e cromie accese
  • Ingresso, due poltrone accoppiate identiche in stile e formato creano una zona boiserie intima e colloquiale che separa idealmente gli ambienti living ed entrata
  • Giardino, per godere comunque del piacere della brezza estiva e ricreare un living all’esterno ad esempio in una veranda o un patio coperto, perfette poltrone in velluto dai toni a contrasto