Lampadari da cucina

Lampadari per cucina

Se scelti con attenzione, i lampadari da cucina regalano a questo ambiente un look più fresco e innovativo. Affinché siano funzionali e decorativi, è fondamentale determinarne la giusta dimensione. Modelli eccessivamente voluminosi renderebbero un po’ soffocante una stanza piccola, mentre lampadari di dimensione limitata si perderebbero visivamente in una cucina molto capiente. Su quale grandezza orientarsi, dunque? Cominciate a misurare lunghezza e larghezza dell’area cooking, utilizzando un metro. Dividete il risultato ottenuto per 12: questo sarà il diametro ideale per il nuovo lampadario.

In foto è presentata la composizione cucina lineare Luce di Ar Due: essendo molto ampia, al centro troneggia un grande lampadario. La cucina ha ante in vetro liscio laccato color crema formata da una colonna con vano centrale per il forno, un’anta a battente inferiore e una superiore, tre basi sospese, una colonna per frigorifero e congelatore a due ante e tre pensili ad anta singola con fondo dotato di illuminazione. La composizione è completata dall’isola centrale nella quale sono inseriti il piano cottura ed il lavabo.

Luce Ar Due


Lampadari cucina moderni

Mirror AV Mazzega Nella scelta dei lampadari da cucina, bisogna prestare attenzione anche all'altezza: dovrebbe essere posizionato ad almeno due o tre metri sopra il tavolo, affinché la luce sia ben distribuita e ci si possa muovere agevolmente all'interno della stanza.

Ma quali sono le tinte più adatte per gli elementi di illuminazione in cucina? Se quest’ultima è classica, restate sul bianco e sui colori pastello, mentre se i mobili sono moderni, optate per tinte forti e desuete, come il rosso rubino, il blu elettrico o addirittura il nero. Inoltre l’illuminazione può essere coordinata o a contrasto: sarete comunque soddisfatti e stupiti dell'effetto ottenuto, originale ed elegante al contempo. Per questo tipo di ambiente, meglio utilizzare lampadine piuttosto forti.

Nell’immagine, lampadari Mirror di AV Mazzega



Lampadari a sospensione per cucina

Unfold Muuto I lampadari da cucina per eccellenza sono comunque quelli a sospensione. E’ possibile create un angolo inatteso in cucina, appendendo luci a sospensione sopra l'isola o nel bel mezzo dell’ambiente. Un'altra interessante idea, suggerita dal mondo del design francese, è la sistemazione di tre lampadari di differente lunghezza a soffitto per sviluppare un gradevole gioco di luci e volumi. Tale soluzione è perfetta solo per cucine ampie, soprattutto all'americana con isola centrale. Se invece l'ambiente è piccolo, espandetelo visivamente montando dei faretti a parete e inserendo una plafoniera a soffitto e lo spazio si allargherà quasi per magia.

La lampada a sospensione della serie Unfold (in foto) è stata creata dai designer svedesi di Form Us With Love per Muuto. Unfold è una reinterpretazione della classica lampada industriale ed è realizzata in silicone morbido ma resistente, conferendo alla lampada una personalità moderna e accogliente. La flessibilità del materiale permette di piegare e richiudere la lampada premendo sulla stessa. Con un semplice gesto è possibile riportarla alla forma iniziale.


Lampade per cucina

Lampade per cucina Per illuminare la cucina sono due gli aspetti da considerare: il primo è quello dell’efficienza luminosa, caratteristica imprescindibile per l’illuminazione della zona cottura e di preparazione dei cibi. L’altro è invece legato al design e all’estetica delle lampade, elementi che servono anche a valorizzare al meglio la cucina, donandole stile e personalità. La presenza dei lampadari dunque va calibrata con attenzione tenendo conto delle specifiche condizioni dell’illuminazione naturale della cucina. In generale si devono avere a disposizione una luce dedicata sui piani di lavoro e di cottura e un’illuminazione diffusa per tutto l’ambiente. Senza dimenticare altre variabili, come la funzionalità a livello manutentivo, la reperibilità dei dispositivi nelle fasi di sostituzione e l’impiego di tecnologie all’avanguardia in grado di assicurare prestazioni anche in termini di risparmio energetico.

Mini Mega Spoetnik di Ferrolight Design è un lampadario a luce diretta e indiretta alogena in acciaio inox. Questo modello può essere personalizzato con forma ovale ed è particolarmente adatto sopra un tavolo da pranzo o una cucina a isola.


Illuminazione cucina

Illuminazione cucina L’importanza di illuminare la cucina correttamente è evidente: serve ad avere una visione precisa di cosa si sta cucinando e mangiando. Per questo non bisogna ricercare una luce d’atmosfera, ma al contrario una luce vivida e sufficientemente intensa. Dato che di solito le lampade da cucina vengono utilizzate a lungo, si possono scegliere lampadine a led che consento un notevole risparmio energetico. Le soluzioni per illuminare una delle stanze più vissute della casa sono molteplici: si va dai faretti a incasso ai lampadari a sospensione. La scelta dipende dalle esigenze e dalle dimensioni della cucina: spesso bisogna optare per entrambi i sistemi di illuminazione: uno dedicato al piano cottura e l’altro alla zona sopra il tavolo.

Assolo 70 di Cini&Nils è una la lampada a sospensione a led con un diametro esterno di 70 cm. E’ ideale per i grandi spazi quali open space e ambienti aperti, ad esempio su uno o più livelli, sia in strutture di tipo domestico che lavorativo.


Cappa lampadario da cucina

Cappa lampadario da cucina Spesso la cappa diventa un vero e proprio elemento di design e, oltre alla sua funzione di elettrodomestico che fornisce anche l’illuminazione sul top, assume le sembianze di un lampadario scenografico o di luminose sculture sospese.

Summilux è la cappa lampadario di Elica in vetro bianco, con finitura frosted glass. L’abbinamento tra acciaio lucido a specchio e vetro patinato crea il giusto equilibrio tra emozione e tecnologia, rendendo il prodotto ideale per essere installato su diversi stili di cucine, sia moderne che classiche. Le strip led che consentono di modulare l’intensità della luce ambiente e il disco led direzionato verso il piano cottura fanno sì che la luminosità sia protagonista unica della cucina. Regolabile con un comodo telecomando e arricchita da filtri odori altamente performanti e di facile rimozione, Summilux è dotata di sensori in grado di rilevare il tipo di cottura e la quantità di vapori emessi, calibrando così in modo ottimale il livello di aspirazione necessario. Di Summilux è presente anche una versione in rame, lucidato a specchio, che dona raffinatezza e carattere al prodotto.


Lampadario cucina

Lampadario cucina Quella dei lampadari per la cucina è la soluzione classica, ma che non passa mai di moda. Perché i lampadari sono in grado di sintetizzare due esigenze funzionali: generare una luce diffusa e direzionale allo stesso tempo. Infatti questi elementi, a seconda del design che li contraddistingue, possono emettere una luce capace di diffondersi in tutto l’ambiente della cucina e, allo stesso tempo, dirigersi su aree della stanza ben individuate, creando delle isole di luce dove è necessario e arrivando alle superfici desiderate. Da non sottovalutare poi è anche il valore aggiunto in termini decorativi e più prettamente estetici che i lampadari, soprattutto quelli di design, sono in grado di regalare all’ambiente della cucina.

Ispirata dalla tradizione artigianale italiana, unita alla semplicità nordica, Fuse di Ex.t Italia è una lampada in cui la tattilità dei materiali svolge un ruolo essenziale. Il risultato è una delicata lampada a sospensione in ceramica con un piccolo dettaglio in legno che ha la doppia funzione di supporto e conduttore di luce. Disponibile in due misure e tre colori, con filo grigio o arancione.


Lampade a sospensione cucina

Lampade a sospensione cucina Se si dispone di una cucina abbastanza ampia si può prendere in considerazione l’idea di acquistare una lampada a sospensione da far calare sopra l’isola o il tavolo. I sistemi in sospensione dal soffitto sono funzionali perché capaci di arrivare a illuminare con precisione le superfici desiderate, ma anche molto decorativi e accattivanti. Le luci pendenti sono particolarmente indicate per le cucine i cui soffitti sono alti e nelle quali si vuole mantenere un’organizzazione dello spazio aperta e ariosa, in cui l’illuminazione sia capace di inserirsi con leggerezza senza sovraccaricare l’ambiente.

La collezione Bonnie e Clyde di Zafferano Italia è realizzata in vetro soffiato a bocca e lavorato a mano su stampo a fermo, con finitura a rilievo “rigadin”. Due le forme nelle quali è proposta, entrambe nei colori trasparente, ambra, ametista, fumé e bluino, oppure metallizzato argento, oro antico, bronzo e oro rosa. Il rosone a soffitto è di forma rotonda o a incasso per la sospensione singola; rotonda o rettangolare per le versioni a più luci. Le componenti metalliche presentano due finiture a scelta: verniciato bianco opaco o grigio.


Faretti a incasso cucina

Faretti a incasso cucina Una soluzione apprezzata in cucina è quella dei faretti led a incasso, ma è molto utilizzato anche il binario con faretti orientabili che proietta luce nei punti che hanno più bisogno. Le sorgenti a incasso sono utili soprattutto nel caso di una stanza stretta e con pensili molto alti. Disporre dei faretti a incasso direttamente sul soffitto permette di moltiplicare i punti luce e quindi di diffonderla capillarmente in tutto l’ambiente. Inoltre questa disposizione permette di generare dei fasci luminosi direzionali, da orientare su superfici ben individuate, unendo così in un’unica soluzione i vantaggi di un’illuminazione diffusa con quelli dell’illuminazione specifica. Un altro pregio di questa soluzione è che permette di raccordare, attraverso la luce, i differenti spazi della cucina. Implicazione molto utile, per esempio, negli ambienti open space.

Nella foto, Ghost Big di Olev, un faretto ad incasso in gesso con diffusore in vetro sabbiato e led di potenza 12W.


Lampadari da cucina moderni

Lampadari da cucina moderni Se si è alla ricerca di un lampadario adatto a una cucina moderna, contraddistinto da un design unico e da uno stile essenziale, sono diversi i modelli proposti dai maggiori produttori di illuminazione. Il design moderno prevede soluzioni molto diversificate tra loro, sia per i materiali che per la forma e colore. Se a farla da padrone sono mobili monocromatici, lampadari da cucina a sospensione colorati e vivaci sono l’ideale per alleggerire la stanza. Un materiale alternativo ma molto interessante per creare un’illuminazione unica e sofisticata è il legno: la sua texture permette il diffondersi di una luce morbida e calda, creando giochi di ombre particolari.

Slope di Miniforms rappresenta una serie completa di lampade nata dalla semplice idea di vestire la lampadina: un corpo in massello di legno e un paralume in metallo colorato diventano un’essenziale fonte di luce. La collezione Slope è disponibile anche nel nuovo abbinamento anilina nera e bronzé.


Lampadari a sospensione sul tavolo

Lampadari a sospensione sul tavolo Le lampade a sospensione sono l’illuminazione ideale per il tavolo della cucina sia dal punto di vista stilistico che funzionale, perché permettono di creare zone di luce intensa e non dispersiva. Questi complementi d’arredo si adattano inoltre a ogni stile e sono perfetti sia per una stanza moderna che per una rustica: l’importante è saper “giocare” con forme, colori e materiali. I modelli in ferro battuto o in rame daranno un tocco vintage alla cucina, mentre forme tridimensionali e design essenziali si adatteranno meglio agli ambienti in stile moderni.

Yoko di Teo è una lampada da sospensione in acciaio e vetro che riesce a creare un'atmosfera calda e delicata. Grazie alla combinazione del vetro e dell'acciaio, che costituiscono rispettivamente l'elemento interno ed esterno della lampada, Yoko offre sia luce diretta che indiretta.