Penisola per cucina, spazio alla creatività

Come realizzare una penisola per la cucina

La penisola per cucina è ormai a tutti gli effetti fra le attuali tendenze dell’arredamento. Si tratta di una scelta dettata sia dalla necessità che da una questione estetica. In primis la cucina con penisola è perfetta per la zona living, separa in modo armonioso l’area operativa – chiamiamola così – dall’area dedicata al relax e alle varie attività quotidiane senza far sentire la mancanza delle pareti. D’altra parte, questo tipo di cucina è molto glamour. Elegante. E spesso basta vedere una semplice foto per innamorarsene. Ma come realizzarla, quali caratteristiche deve possedere un ambiente affinché sia possibile passare dal desiderio alla realtà? Si deve innanzi tutto stabilire dove collocare il piano lavoro e il piano cottura: se sulla parte lineare o, appunto, sulla penisola. E di conseguenza occorre valutare quanto spazio sia necessario per assicurarsi la giusta libertà di azione e movimento. Altra cosa da decidere è se attrezzare la penisola con basi contenitive o meno. Naturalmente se la metratura non abbonda è preferibile optare per una penisola “libera” e in questo caso può essere sufficiente una profondità di 65-70 cm. La penisola attrezzata, invece, arriva anche a 95 cm di profondità. L’altezza da terra, invece, generalmente è la stessa rispetto agli altri elementi: 85-90 cm. Si consiglia l’uniformità dei materiali fra penisola e top, i contrasti non hanno una resa molto gradevole. Nella foto, la cucina Minimal di Varenna-Poliform in rovere, il cui elemento distintivo è la maniglia integrata “a misura” per tutte le ante. La penisola è molto vasta e coincide con la zona operativa.
Come realizzare una penisola per la cucina

BLACK+DECKER DC1005-QS Bollitore da Viaggio

Prezzo: in offerta su Amazon a: 9,96€
(Risparmi 4,94€)


Cucina a penisola

Cucina a penisola Funge semplicemente da piano d’appoggio, invece, la penisola per cucina appartenente alla composizione Forma Mentis di Valcucine (nella foto). E’ un ampio bancone snack e, per questo, da un lato sono stati aggiunti alcuni sgabelli. Le sedie non risultano adatte poiché, avendo la stessa misura del top, la penisola risulta più alta rispetto a un normale tavolo. Altre caratteristiche di Forma Mentis sono il piano inclinato e l’anta con profilo metallico salva-spigolo, i bordi inclinati micro rigati che permettono agevoli aperture di ante senza maniglia, gli spessori diversi e varianti di gole colorate per consentire la massima personalizzazione da parte dell’utente. Nella cucina a penisola è molto importante l’illuminazione; al fine di evitare fastidiose ombre occorre creare più livelli di luci e dunque utilizzare fonti diverse: lampade a sospensione e faretti orientabili in primis. Le lampade a sospensione sono perfette per illuminare il piano della penisola, i faretti trovano collocazione ideale nei sottopensili ma non ci sono regole rigide e/o definite. La combinazione deve essere equilibrata, anche la troppa luce è un rischio da scansare. L’obiettivo? Coniugare il bisogno di funzionalità con quello di tranquillità. Perché nella cucina si preparano i cibi, è vero. Ma è anche un luogo di convivialità, un luogo in cui la famiglia si ritrova ogni giorno per assaporare il piacere dello stare insieme.

  • Isola cucina Quando decidiamo di acquistare la nostra cucina, vagliamo molte e differenti soluzioni, che ci portano poi alla scelta finale: cucina semplice lineare, ad angolo, a “U” oppure con penisole con tavolo ...
  • Lumen isola Falmec Nello scegliere una cappa cucina isola, bisogna prestare massima attenzione alla larghezza della cappa, onde evitare che i fumi sfuggano: quest’ultima non deve essere inferiore alla dimensione del pia...
  • Arredamento cucina moderna Materiali, finiture, elettrodomestici, qualità generica: tutte queste caratteristiche ci inducono a scegliere una cucina piuttosto che un’altra, ma cosa la rende realmente confortevole? Esiste una var...
  • Cucine con penisola Per “penisola cucina” si intende il prolungamento del sistema cucina su uno dei 2 lati della struttura lineare. Prolungamento che generalmente viene utilizzato come bancone e angolo snack, ma che nell...

Klarstein RGL90BL Cappa Aspirante in vetro e design moderno (90 cm, potenza di aspirazione pari a 550 m³/h, 3 livelli di potenza, timer spegnimento, canna fumaria in due elementi) - nero

Prezzo: in offerta su Amazon a: 339,99€


Cucine open space con penisola

Cucine open space con penisola Progettare una cucina open space con penisola è un’impresa affascinante ma da non sottovalutare, perché è facile commettere qualche errore. L’ambiente è ampio, certo. Ma non deve essere dispersivo. E la sfida sta proprio in questo, nel creare un’atmosfera calda e accogliente pur conservando il senso di ariosità. La penisola cucina, in tale contesto, gioca un ruolo molto importante. Soprattutto se si può attrezzare, perché da una parte i vari ripiani e contenitori danno movimento e “familiarità” – in una cucina davvero vissuta è quasi obbligatorio un pizzico di caos, l’ordine perfetto minaccia di comunicare freddezza – e dall’altra aumentano il livello di comfort e praticità. Allo stesso tempo non si devono fare passi falsi nella direzione opposta; non si deve, cioè, saturare il locale con troppi mobili, troppi oggetti, troppi moduli ed elementi. Insomma, mai come in questo caso il motto da tenere presente è “in medio stat virtus”. La virtù sta nel mezzo.

Nella foto la cucina ad angolo con penisola Ecletica_03 di Elmar: il tavolo scorrevole è interamente in acciaio e si muove sopra le basi anche dinanzi alle colonne.


Penisola per cucina, spazio alla creatività: Le cucine con penisola

Le cucine con penisola Le cucine con penisola sono moderne, eleganti, sanno sedurre anche i più tradizionalisti. E possono anche diventare la massima espressione della versatilità. Soprattutto se lo spazio a disposizione consente di realizzare una penisola per cucina piuttosto profonda; in questo caso, infatti, il piano si divide idealmente in due parti nel senso della lunghezza. Una metà diventa così una sorta di canale di lavoro attrezzato, l’altra metà funge da bancone o anche da superficie dedicata alla lettura e alla scrittura. Da una parte la madre cucina, dall’altra i figli fanno in compiti. E così si sta insieme, unendo l’utile al dilettevole: è solo uno dei tanti esempi possibili. Nella foto, la cucina Duemilaotto di Boffi; il piano della penisola è in legno massello, più precisamente realizzato con abete invecchiato naturalmente dello spessore pari a 80 mm. L’accostamento con il nobilitato, il laccato e l’acciaio inox crea effetti innegabilmente di grande impatto.