Piumino letto, cura e manutenzione

Lavare piumino letto

E’ un problema che si pongono tutti quando le temperature salgono e bisogna fare il cambio di stagione: come lavare il piumino letto, in che modo bisogna procedere per quanto riguarda la manutenzione? Da Cinelli Piume e Piumini, azienda che da oltre cinquant’anni rappresenta un punto di riferimento per quanto riguarda la lavorazione della piuma, giungono utili consigli in merito. Il lavaggio di un interno in piumino, che spesso è rivestito da un lenzuolo a sacco, può essere realizzato anche una volta all’anno: in concomitanza con il cambio di stagione, appunto. Non occorrono dunque lavaggi frequenti ma è bene sprimacciare spesso il piumino, scuotendolo con delicatezza, ed esporlo all’aria per rigenerare le piume. La polvere andrebbe tolta con una spazzola leggera, senza gesti troppo bruschi e/o energici altrimenti si rischia di rovinare il tessuto esterno e soprattutto di rompere le piume e i piumini interni trasformandoli in fibre o filamenti. La piuma non teme le alte temperature, contrariamente a quanto possa pensare qualcuno; tuttavia per non sciupare fodere e tessuti sarebbe opportuno effettuare un lavaggio in acqua e sapone a 50-60 gradi circa. Per il lavaggio a secco in lavanderia raccomandiamo di consultare prima le istruzioni presenti sull'etichetta.
Lavare piumino letto

OFFERTA IMPERDIBILE: VERO PIUMINO, PIUMONE, D' OCA , LETTO MATRIMONIALE - SINGOLO, INVERNALE, DAL TRENTINO ALTO ADIGE - Qualità e convenienza in un prodotto unico ! (SINGOLO cm. 155 x 200)

Prezzo: in offerta su Amazon a: 74,2€
(Risparmi 31,8€)


Lavaggio piumino letto

Lavaggio piumino letto Se avete deciso di lavare a mano il vostro piumino letto in vera piuma, badate innanzi tutto che la temperatura non superi i 60 gradi altrimenti diventa fin troppo concreta la probabilità di fare qualche danno. Non usate candeggi a base di cloro e scegliete un detersivo molto delicato. Risciacquate abbondantemente, più volte, fino ad eliminare ogni traccia di sapone e avere la certezza che non resteranno aloni sul tessuto: andate avanti finché l’acqua non appare davvero limpida. Lavare a mano il piumino è faticoso; bisogna farlo nella vasca da bagno e avere braccia forti. Un’operazione che sarebbe meglio svolgere con l’aiuto di un’altra persona. L’asciugatura ideale è all’aria aperta, anche se si consiglia vivamente di evitare l’esposizione diretta al sole estivo. State pensando di utilizzare l’asciugatrice? Non è la decisione migliore, ma in ogni caso procedete mantenendo temperature medie. Ricordate anche che il piumino non deve mai essere esposto a fonti dirette di calore. Tenete anche presente che la piuma respira e quindi richiede un continuo passaggio d’aria, anche se filtrato. Di conseguenza, quando giunge il momento di conservare il vostro piumino, riponetelo nella sua borsa originale: è realizzata in modo da lasciarlo respirare e proteggerlo. Se non avete più la borsa, potete utilizzare una sacca o un grande telo di cotone antipolvere. Non usate mai, invece, buste di plastica e/o scatole plastificate.

DAUNEX, VERO PIUMONE, PIUMINO, D' OCA, MATRIMONIALE, PIAZZA E MEZZA, SINGOLO, PIUMA OCA, 80% PIUMINO BIANCO OCA VERGINE (MATRIMONIALE cm. 250 x 200)

Prezzo: in offerta su Amazon a: 219€
(Risparmi 119€)


Piumino letto lavatrice

Piumino letto lavatrice I piumini d’oca sono molto più delicati dei piumini sintetici. Nel periodo del cambio di stagione, quando cioè bisogna conservarli per qualche mese, molti preferiscono portarli in lavanderia per risparmiare fatica e per non rischiare di rovinarli. Altri, invece, procedono a casa propria. In totale autonomia. Decisione che può condurre a ottimi risultati, purché si proceda nel modo giusto. Il piumino d’oca può anche essere lavato in lavatrice, se questa è abbastanza capiente. Ecco una prima cosa da valutare: le dimensioni della macchina e le misure del piumino stesso. Occorre poi scegliere un sapone estremamente delicato, per nulla aggressivo: in commercio ne esistono diversi, basta recarsi in qualsiasi supermercato e leggere con attenzione le etichette. Non cercate il risparmio a tutti i costi, perché la qualità potrebbe essere scadente e non vale la pena rischiare. Un piumino d’oca merita un buon detergente, se non ottimo. Impostate il programma relativo ai capi delicati, dunque con una temperatura che non superi i 30/30 gradi. Non inserite il candeggio per non danneggiare l’imbottitura. Se il piumino è tutto bianco si può pretrattare con un po’ di candeggina, ma soltanto se ciò è previsto dalle istruzioni di lavaggio del piumino in questione. Per togliere ogni residuo di sapone, raccomandiamo di fare almeno due giri di risciacquo.


Piumino letto, cura e manutenzione: Manutenzione piumino

Manutenzione piumino Al di là del lavaggio, il piumino letto in piuma d’oca necessita di una specifica – sia pur non troppo impegnativa – manutenzione. Nella stagione in cui viene utilizzato, si consiglia di scuoterlo una o due volte alla settimana in modo che l’imbottitura l’imbottitura si ripartisca di nuovo in maniera regolare. Al mattino, quando rifate il letto, lasciate che il piumino prenda un po’ d’aria: all’aperto se il tempo è secco, sul letto stesso in caso di condizioni meteo avverse. Le fodere devono essere lavate e spolverate con una certa regolarità. Ogni 6/8 non sarebbe male affidare il piumino d’oca a una ditta specializzata affinché effettui una pulizia profonda dell’imbottitura, con lavaggio e igienizzazione: tornerà come nuovo. Un’altra dritta: associate al piumino della biancheria da letto 100% cotone, così potrà “respirare” e scambiare il vapore acqueo traspirato durante il sonno. Anche la vostra pelle ne trarrà beneficio e riposerete meglio.