Le nostre idee per una camera d letto in stile provenzle

La Redazione Consiglia

I migliori articoli su Arredamento.it

- 27 ottobre 2014

Le caratteristiche dello stile provenzale in camera da letto

La camera da letto in stile provenzale è romantica, accogliente, totalmente estranea all’essenzialità e al minimalismo che caratterizzano invece il design moderno. Lo stile in questione rappresenta una particolare declinazione di quello rustico: i materiali naturali sono un must, così come le forme arrotondate, però prevalgono le tonalità neutre e luminose e non di rado i mobili sono arricchiti da delicate decorazioni.

E ancora, un ruolo più importante è affidato ai complementi di arredo, che nella camera da letto di questo tipo coniugano egregiamente la funzionalità al mero piacere estetico. Lo spazio, in una stanza del genere, è pieno. Ecco allora che il letto, elemento focale, è valorizzato da diversi cuscini, da strati di coperte e copriletti che sfiorano a terra, da tappeti in cotone e altri tessuti naturali.

Non c’è nulla di “mini”, tutti gli arredi si fanno notare: dalla cassettiera ai comò, dall’armadio alla panca (oppure al vecchio baule) che trova posto ai piedi del letto. Le tende sono lunghe, il lampadario è un pezzo di pregio, quasi sempre si tratta di un modello chandelier. I tessuti, nella maggior parte dei casi, presentano stampe floreali oppure sono monocromatici.

I colori da prediligere e i giusti abbinamenti

Lo stile provenzale trae origine dalla Provenza, antica provincia del sud della Francia. Una terra famosa per la coltivazione della lavanda e la produzione di magnifiche fragranze, ma anche per il clima mite e i paesaggi luminosi che sono stati fonte d’ispirazione di grandi pittori impressionisti come Degas, Renoir, Monet.

Considerando ciò, diventa facile individuare i colori da prediligere in una camera da letto arredata secondo questo mood: sono quelli dei fiori e più in generale della natura che caratterizza quella zona, ma anche quelli della terra, del cielo, del legno. Delle pietre.

Un ruolo da protagonista spetta inoltre al bianco, perché ambasciatore di luminosità e di quell’eleganza derivante dalla semplicità. Gli abbinamenti devono basarsi sull’armonia; le tonalità più decise, come il verde, l’azzurro e il violetto, incontrano quelle più neutre in un gioco di equilibri perfetti e spesso identificano non tanto gli arredi quanto le pareti e i complementi: copriletti, cuscini, tende, tappeti, rivestimenti di poltrone e divanetti.

I mobili, invece, sono quasi sempre bianchi, color avorio (o di una nuance simile), al massimo color tortora oppure caratterizzati dalle naturali nuance che contraddistinguono il legno.

Quali materiali scegliere per mobili e rivestimenti

Il materiale principe dello stile provenzale è il legno, e ciò vale naturalmente anche per la camera da letto. Si utilizzano essenze chiare, come il rovere; i mobili conservano il loro colore naturale (e spesso lo stato grezzo) o vengono decapati o, altre alternative diffuse, caratterizzati con finiture shabby, decorazioni con motivi floreali, verniciature con tonalità pastello o neutre. Anche il legno verniciato di bianco è un’opzione parecchio gettonata.

State pensando al metallo, più precisamente al ferro? Sì, è presente anch’esso, ma soltanto per quanto riguarda il letto. Non viene utilizzato per gli altri arredi, come invece accade – per esempio – nel caso degli arredi in stile industriale.

Per quanto concerne il pavimento, quindi il parquet, alle nuance naturali si affiancano il grigio chiaro, il tortora, comunque colori chiari e neutri. Ma questo stile è fratello di quello rustico, per cui la pavimentazione della stanza può anche essere realizzata in pietra, proprio come nelle antiche dimore di campagna.

3 camere in stile provenzale da copiare

Abbiamo scelto per voi 3 splendide camere da letto in stile provenzale cui potete ispirarvi per arredare la vostra. Nella prima cattura subito l’attenzione il color carta da zucchero, che caratterizza non gli arredi bensì gli accessori e i complementi: la panca, le tende, il rivestimento delle poltrone, il copriletto. I mobili sono invece in legno color tortora, in una gradazione che vira verso il marrone chiaro. Un tocco di classe è l’ampio tappeto in cotone grigio. Da notare la presenza di fiori e piante: l’aria della Provenza, così, si sente ancora di più.

Nella seconda stanza, invece, il “colore guida” è il verde pastello, ma la sua presenza è molto più discreta. Il letto in ferro battuto è valorizzato dal ciel de lit nello stesso materiale e con le medesime decorazioni. Il caminetto ha chiaramente una funzione solo decorativa ma contribuisce a personalizzare l’ambiente e troviamo un grande tappeto molto simile a quello visto in precedenza. La decorazione ai bordi del soffitto è un plus in termini di originalità.

Infine, una stanza resa quasi sontuosa dal maxi pannello decorato che incornicia il letto e che per certi versi dona alla camera tridimensionalità. Scelta poco diffusa ma molto interessante. Anche la testiera del letto, rivestita in tessuto, ha dimensioni importanti. Il gran numero di cuscini è una peculiarità dello stile provenzale e lo stesso dicasi per il baule ai piedi del letto. Le poltrone presentano non un rivestimento floreale bensì a quadrettini; i fiori, d’altra parte, appaiono sui cuscini che le completano e anche sulla biancheria da letto. Segnaliamo le misure insolite dei comodini, che in realtà sono vere e proprie cassettiere.

Sfoglia i cataloghi: