- 05 novembre 2016

Vasche da bagno

Come scegliere la vasca da bagno? Occorre tenere innanzi tutto conto dello spazio di cui si dispone, in modo da stabilire non solo la grandezza della vasca ma anche la forma: rettangolare, ovale, rotonda, angolare, quadrata. In linea di massima, le vasche rotonde sono adatte ai bagni piuttosto ampi e il diametro è compreso fra i 160 e i 180; consentono di avere un notevole effetto a livello estetico ma, appunto, non sono alla portata di molti. Per i bagni medi si prediligono le vasche rettangolari, angolari o dalla forma asimmetrica mentre per i bagni piccoli è auspicabile una vasca quadrata o comunque molto compatta. Per quanto riguarda i materiali, fra quelli sintetici più adoperati troviamo l’acrilico, molto gettonato anche per le vasche idromassaggio; può essere lavorato con facilità, si adatta a qualsiasi forma, è molto resistente e si lava con facilità. Ottima alternativa è la vetroresina smaltata, leggera, robusta e disponibile in molti colori; occorre però scegliere un modello di buona qualità altrimenti c’è il rischio che si formino muffe e macchie. Stesso discorso vale per l’acciaio smaltato. La ghisa è un materiale molto solido e isolante; a differenza dell’acrilico, rende le vasche da bagno molto pesanti e non consente di spaziare tra diverse tipologie di forma. In foto una vasca della collezione Fonte di Rexa design, creata da Monica Graffeo. E’ un progetto ispirato alla filosofia giapponese, che parte dallo studio delle attività quotidiane per la cura di sé e dalla volontà di creare oggetti diversi tra loro e specifici nella loro funzione, ma in grado di richiamare nel loro insieme un paesaggio piacevole e naturale. Vasca in Korakril cm 175 x85.

Vasche semplici e idromassaggio

La vasca da bagno può essere semplice o dotata di idromassaggio: anche in questo caso occorre prendere bene le misure ma non solo. E’ necessario verificare l’impianto idrico e accertarsi che gli attacchi della vecchia rubinetteria siano compatibili con quelli della nuova vasca, rivolgersi a un elettricista per avere un preventivo relativo alla predisposizione dell’impianto elettrico e considerare l’acquisto di un’eventuale parete vasca (in plastica o in cristallo) per riparare le eventuali fuoriuscite d’acqua nel bagno. Scendendo più nel particolare, la vasca idromassaggio richiede un allaccio per l’acqua calda, un allaccio per l’acqua fredda, un cavo equipotenziale, per la messa a terra della vasca idromassaggio, un interruttore bipolare che sia adeguato alla potenza kW del prodotto da collegare e che sia posizionato lontano dalle zone colpite dagli spruzzi d’acqua, uno scarico a filo pavimento. In foto la vasca idromassaggio Energy 170x70 di Jacuzzi. Caratteristiche principali: 2 Bocchette TargetPro, 2 Getti Rotanti, 2 Getti fissi, Comandi Touch, Poggiatesta, Lighting/Cromodream (di serie in funzione della versione), Luce di cortesia (di serie in funzione della versione).

Vasca da bagno dimensioni

Le dimensioni della vasca da bagno sono estremamente variabili. La vasca tradizionale è di forma rettangolare e misura 70x170 cm, ma esistono anche modelli più piccoli da 160 cm. Esistono anche vasche più piccole, per esempio quelle da 105x70 cm. Così come esistono vasche più grandi. Per i modelli caratterizzati da forme irregolari fate molta attenzione, in quanto anche soltanto pochi centimetri in più o in meno possono creare qualche problema per quanto riguarda l’installazione. Molte vasche angolari hanno misure comprese fra i 120x120 cm e i 165x165 cm, le versioni più capienti ospitano anche due persone. Vasta la scelta relativa alle vasche freestanding, adesso tanto in auge. Ne esistono di ridotte che possono essere collocate comodamente anche al centro della stanza, restituendo un notevole effetto dal punto di vista estetico. In foto la vasca da bagno da incasso O.NOVO di Villeroy&Boch. Si caratterizza per il design pulito e lineare e per la combinazione della forma esterna rettangolare ed interna ovale ergonomica. La vasca O.Novo è disponibile nelle versioni da 160x70, 170x70, 170x75, 180x80 e 190x90 cm. Le vasche O.Novo sono attrezzabili con i sistemi idromassaggio Villeroy&Boch JustRelax!, Ultimate Fitness e Whisper.

Vasca da bagno angolare

La vasca da bagno angolare viene scelta per due motivi: per una questione estetica o per esigenze legate allo spazio. In ogni caso, possono dare parecchie soddisfazioni e di certo non pregiudicano nulla in fatto di comfort. Insomma, l’impatto scenografico è assicurato. Se ne avete la possibilità, puntate su una soluzione che preveda la convivenza di vasca e doccia. Se non potete permettervelo per vari motivi, nessun problema: l’offerta e la proposta relativa alla vasca da bagno angolare è davvero variegata. E alto può essere il livello di funzionalità. L’idromassaggio? Un notevole valore aggiunto. In foto la vasca angolare Divina C di Novellini, che si contraddistingue per il design essenziale dal tratto lineare e determinato, le ampie dimensioni, la profonda abitabilità e i bordi ergonomici. Divina è disponibile nella versione semplice, oppure con un sistema idromassaggio airpool estremamente silenzioso.

Sfoglia i cataloghi: