Ante cucina, rinnova la cucina

Cambiare ante cucina

Sostituire le ante della cucina è un ottimo modo per rinnovare la stanza, renderla più funzionale, più moderna, più in linea con il nostro modo di vivere, che si è naturalmente strasformato nel corso degli anni. Una cucina nasce per durare nel tempo e ci accompagna nel nostro percorso domestico anche per decenni. In tutto questo periodo ad essere sottoposti a maggior usura sono i frontali di basi, colonne e pensili, che possono ingiallirsi, rigarsi, scheggiarsi, insomma ammalorarsi, rendendo l'aspetto generale della cucina degradato ed esteticamente poco appagante. Se non ci si trova nelle possibilità di sostituire interamente tutti i mobili e gli elettrodomestici della cucina, possiamo ricorrere alla sostituzione di ante, maniglie e accessori. Questa scelta risulta essere: economica, veloce e pratica. Ci si può rivolgere ad un artigiano, tipo un falegname, che realizzerà a misura i frontali, oppure al rivenditore che espone il marchio della nostra cucina, magari affidandoci al negozio dove l'abbiamo comprata molti anni addietro. In questo intelligente restyling occorre informarsi a fondo su materiali e finiture, per realizzare una scelta ponderata e consapevole, funzionale e pratica, volta alla facile manutenzione e alla lunga durabilità delle ante, strizzando sempre l'occhio al nuovo stile che si vuole allestire. Infatti, grazie ai materiali ed ai colori, possiamo dar vita ad una stanza più dinamica e giovane se utilizziamo cromie brillanti e vivaci, oppure ad ambienti più eleganti e raffinati se puntiamo su accostamenti sobri di materiali e finiture, dall'effetto materico e dalle tonalità soft, o perché no, ad un aspetto più classico se optiamo per legni naturali, lavorati e decorati. Un materiale pratico e senza dubbio economico, ottimo alleato in questo processo di cambiamento è di certo il laminato. Ne troviamo un ottimo esempio in foto, con le ante in laminato effetto spazzolato della cucina Liberamente di Scavolini, abbinate in questo caso ad elementi bianco opaco.
cambiare ante cucina


Materiali ante cucina

Materiali ante cucina Conoscere i materiali con cui oggigiorno sono realizzate le ante della cucina è importante non solo in caso della loro sostituzione in un progetto di rinnovo dell'ambiente, ma anche durante le prime fasi d'acquisto di una nuova cucina. Occupiamoci ora di indicare le principali finiture. Legno massello, laminato, legno laccato, vetro e acciaio, sono i materiali più utilizzati, ognuno con le con le proprie caratteristiche e prezzi, con i propri pregi e difetti. Spesso la scelta si focalizza soprattutto tra due materiali, il laccato e il laminato, dall'aspetto molto simile ma in realtà dalle doti ben differenti. Le ante laccate sono pannelli in fibra di legno sottoposti a cicli di verniciatura che conferiscono ai frontali un aspetto uniforme e compatto. Lucidi, opachi e metallizzati, disponibili in tutti i colori della scala RAL, i pannelli laccati, proprio perché verniciati, sono sensibili alle abrasioni e all'ingiallimento, sono quindi delicati e perciò vanno trattati con le giuste accortezze, cercando di evitare sostanze abrasive e prodotti aggressivi per la loro manutenzione. La resa estetica è invece molto apprezzabile e la possibilità di scegliere tra una gamma infinita di colori e sfumature lascia grande spazio alla fantasia e alla creazione di azzeccate combinazioni cromatiche. Un bell'esempio lo troviamo in foto con le ante laccate della cucina M_onolite 09 Deluxe di Meson's. In questo caso l'isola centrale ha frontali in laccato opaco seta Detroit e le colonne sullo sfondo sono laccate opaco seta Berlin ed hanno originali elementi sporgenti, contenenti gli elettrodomestici, sempre nella fumosa tonalità Detroit. Il laminato è invece un resistente pannello realizzato con fogli pressati ed incollati con resine, fogli che assumono aspetti molto particolari, che spaziano dalle tinte monocromatiche, lucide ed opache, ai decorativi, come gli effetti legno, che imitano anche al tatto le reali venature delle diverse essenze. Le ante laminate sono robuste, igieniche, economiche e durature nel tempo, nonché semplici da pulire.

  • ante cucina arrex La cucina e tutto il mondo che vi ruota attorno è un’arte, ma anche una moda: un ambiente in cui si sperimenta e si osa, accostando gusti, stili e sapori differenti. Vetro, essenze del le...
  • Cucina di Valcucine Quando pensiamo al rivestimento delle ante della nostra cucina, le proposte del design sono davvero moltissime: fondamentale però scegliere secondo un criterio di estetica personale e di gusto ma sopr...
  • cucina bianca stosa in legno Abbiamo ereditato una vecchia cucina in legno dalla nonna e non sappiamo cosa farne: la soluzione è dedicarsi al fai da te per dare vita a un arredo unico.Come sappiamo le cucine di un tempo erano...
  • cucina con ante in polimerico Dali Aran Le ante cucina in polimerico sono basi sagomate di legno a media densità, sulle quali viene steso dapprima uno strato di colla, poliuretana o vinilica, e dunque una foglia polimerica, di tipo PET (Pol...


Ante cucina legno

Ante cucina legno Anche le più sofisticate tecnologie moderne che cercano di riprodurre le fiammature e le cromie lignee non riusciranno mai a imitare la pregevolezza e la naturalità del vero legno. Per questo ancora alta è la richiesta di ante cucina in legno. Il legno è presente in cucina sia come massello che come legno impiallacciato. Le ante in legno massello sono ante robuste e solide, adatte ad interpretare stili classici e ricercati. Il legno si presta ad incisioni e a decorazioni, ad essere verniciato o ad essere lasciato nel suo stato più naturale e semplice. Oltre al caldo e accogliente stile rustic chic, il legno entra anche nelle case contemporanee dal forte spirito moderno. Come avviene in foto nella cucina modello Maestrale M04 di Scandola. Il total look white in questo caso riveste interamente le ante scandite da fresature verticali dall'effetto doga. Oltre a questo tipo di ambientazioni moderne, attualmente il legno in cucina è tornato di grand tendenza, anche grazie allo stile vintage ed a quello industriale, che prevedono l'utilizzo di legni naturali e invecchiati, particolarmente nodosi e fiammati. Le ante in legno impiallacciato si caratterizzano invece per un pannello interno in legno listellare rivestito da un più nobile e sottile strato di legno tranciato, che viene poi trattato per essere protetto da acqua e vapore; sostanze quest'ultime definibili come le reali nemiche delle ante in legno. Occorre dunque procedere alla rapida asciugatura delle superfici bagnate per evitare eventuali infiltrazioni di acqua e liquidi e trattare i pannelli con le giuste precauzioni, cercando di lasciare l'ambiente il meno umido possibile ed evitando di utilizzare solventi aggressivi per la pulizia.


Ante cucina, rinnova la cucina: Cucine con ante in vetro

Cucine con ante in vetro Se non vogliamo combattere con problemi di infiltrazioni, abrasioni ed ingiallimenti delle superfici, un materiale molto versatile, pratico e esteticamente esaltante è il vetro. Le ante cucina in vetro sono formate da una retrostruttura metallica, dove spesso è incassata l'anta a gola, che sostiene un pannello in vetro resistente agli urti. Lucide, satinate ed opache, sono le diverse finiture realizzabili, mentre molto ampio è lo spettro dei colori con cui il vetro può essere retro laccato. La brillantezza del vetro dona poi alla cucina un aspetto lucente, vivo e fresco, fortemente moderno. Abbinamenti riusciti con altri materiali dalle differenti finiture danno la possibilità di realizzare cucine innovative e belle, come quella illustrata in foto: il modello Glass di Arredo3. Questa cucina design ha supporti delle ante in alluminio con finitura inox e frontali in vetro lucido ed opaco nei colori moda, quali: bianco, grigio, nebbia, vulcano, cobalto e nero. Nello specifico, l'immagine presenta una finitura opaca color Vulcano delle ante di colonne e pensili, abbinata ad ante in Kerlite Grey di isola e basi; gli elementi a giorno sono in contrasto color Ambra e le maniglie sono sostituite dalla gola. Parlando di manutenzione, il vetro come sappiamo non necessità di grandi accortezze, in quanto non trattiene sulla sua superficie liquidi e sporcizia, quindi bastano un detersivo delicato e un panno morbido per pulire.