- 23 agosto 2017

Ottimizzare spazi e funzioni

Per arredare nella maniera più adatta un monolocale è fondamentale ottimizzare gli spazi e le funzioni, affinché si possa rendere l’ambiente esteticamente gradevole, vivibile, pratico e completo di tutto il necessario.
L’impiego di arredi multifunzionali o a scomparsa può essere una soluzione applicabile poiché permette di associare spazi e funzioni rendendo l’ambiente sfruttabile in ogni centimetro, senza sprechi di superficie.
Ecco allora venire in aiuto l'arredo a scomparsa: letti che escono dalla parete o da una libreria, cucine che mediante ante scorrevoli o a battente, si trasformano in mobili minimali ed esteticamente impeccabili per celarne la funzione principale ma anche sanitari di dimensioni ridotte che possano essere accolti in bagni molto piccoli.
A completamento del tutto poi, librerie, mensole e arredi a giorno che permettano di creare divisioni senza privare di luminosità e senza chiudere percettivamente gli spazi.

Come scegliere i colori giusti

Arredare un monolocale non è solamente scegliere i mobili. Il colore, in uno spazio è fondamentale per definirne lo stile, l’atmosfera e l’estetica a livello emotivo.
Un monolocale è di per sé uno spazio di dimensioni non eccessive che necessita di essere luminoso e chiaro, anche quando lo si voglia caratterizzare di stile e particolarità. Ecco perché, è importante sempre definire i colori adatti ad ogni spazio.
Accostare due tinte murali che permettano di riprendere le stesse tonalità in particolari di mobili e accessori oltre ai complementi e ai tessili sarà la soluzione adatta. In questo modo, potranno essere definite le diverse funzioni degli ambienti, anche se in unico spazio.
Tonalità pastello, colori chiari, desaturati e mai carichi aiuteranno a illuminare lo spazio.
Gialli, aranci, lilla, azzurri, verdi potranno rendere ambienti vivi e giovani, carichi di vita. Tonalità di grigi ghiaccio, panna, tortora e crema renderanno lo spazio elegante e glamour, soprattutto se accostati ad arredi total white.

Consigli per posizionare le luci

L’illuminazione naturale come quella artificiale, soprattutto in un monolocale deve essere studiata in maniera adeguata affinchè possa rendere lo spazio piacevole e vivibile, creando la giusta atmosfera.
Senza dubbio, la luce naturale dovrebbe essere sufficiente durante la giornata, in caso contrario, è possibile andare a supplementare con illuminazione a parete ove sia carenza. Utilizzare poi sistemi a led, strisce e barre dimmerate, permetterà di andare ad agire sulla quantità di luce necessaria durante la giornata e nei periodi di buio, in base alle necessità.
Il consiglio è quello di disporre più punti luce, di minore intensità, affinchè il risultato sia una gradevole illuminazione diffusa non eccessiva. Soluzioni a sospensione, applique a parete e punti luce sul piano tavolo potranno cooperare per un risultato ottimale.
Strisce led disposte lungo la parte inferiore degli arredi permetteranno di creare gradevole atmosfera anche a luci spente.

Mobili trasformabili e salvaspazio

Inserire in un monolocale arredi trasformabili e mobili salvaspazio può essere un’ottima soluzione per massimizzare lo spazio e rendere l’ambiente il più comodo possibile.

  • Letti a scomparsa nella parete saranno una soluzione ideale in caso di spazi davvero esigui o necessità di posti letto aggiuntivi.
  • La cucina, se inserita a scomparsa nell’arredo giorno, potrà essere comodamente posizionata in salotto permettendo di celare il disordine mediante ante scorrevoli o a battente per la chiusura, completando lo spazio a livello funzionale senza essere a vista.
  • È possibile inoltre inserire soluzioni multifunzione dove armadiature di piccole dimensioni possano celare letto, libreria e tavolo da pranzo retraibile, in diverse posizioni di utilizzo, in relazione allo spazio a disposizione.

Clei, Erba Mobili, Clever, Konvert e molti altri, propongono svariate soluzioni di mobili trasformabili e salvaspazio come librerie multifunzionali, letti, cucine, divani e altro che si trasformano in base alle necessità.

3 idee da copiare in un monolocale

Progettare un monolocale è tutta questione di ottimizzazione di spazi e incastri ben fatti.
Ecco allora, un’idea di progettazione di uno spazio di circa 30 metri quadrati, con piccolo bagno, antibagno utilizzabile e tre idee da cui copiare:

  • mobili trasformabili: inserire nella zona giorno un mobile armadio/divano che si trasformi in letto sarà una soluzione ottimale per sfruttare spazio e ottimizzare al meglio. Inoltre, scegliere una cucina ad angolo con tavolo estraibile permetterà di poter al bisogno, aprire o chiudere l’arredo.
  • utilizzare l’antibagno, fondamentale per ambienti che non hanno corridoio, come spazio in cui inserire lavabo e mobili contenitori. In questo modo, oltre ad essere uno spazio di separazione, sarà utile a chi, semplicemente dovrà lavarsi solo le mani permettendone l’accesso alla zona sanitari.
  • ingresso utilizzabile come disimpegno, in cui inserire una piccola parete divisoria che possa accogliere un piccolo arredo in cui andare a inserire scarpe e giacche.

Sfoglia i cataloghi: