Come pulire il piano cottura, consigli e soluzioni

Come pulire il piano cottura

Il piano cottura della nostra cucina necessita di una pulizia costante per restare bello e splendente a lungo quindi, è consigliabile, pulirlo subito dopo aver cucinato per evitare che lo sporco si incrosti o che sul piano cottura restino degli antiestetici aloni.

I piani cottura vanno puliti in maniera diversa a seconda del materiale con cui sono stati realizzati ma ci sono delle regole base che si possono applicare a tutti i piani cottura:

1) Utilizzate sempre e solo panni morbidi ed evitate assolutamente l'uso di pagliette metalliche perché rovinano e graffiano la superficie;

2) Utilizzate detergenti neutri per la pulizia evitando di usare i prodotti per la pulizia del forno oppure dei solventi chimici;

3) Non usate prodotti abrasivi;

4) Evitate l'uso della candeggina sui piani in acciaio e su quelli in vetroceramica.

pulire il piano cottura

Classic Strofinacci, 100% cotone, Waffle Weave strofinacci, Vintage Design, può essere utilizzato come piatto/asciugamani/asciugamani da cucina, 3 Pack in grandi dimensioni 45 x 65 cm, 100%_cotone/cotone, Grey, 45x65cm

Prezzo: in offerta su Amazon a: 12,68€


Pulire piano cottura

Pulire piano cottura Generalmente, per pulire un piano cottura, basta passare uno straccio imbevuto di acqua e detersivo neutro oppure sapone per i piatti, risciacquare ed asciugare.

Se si sono formate delle macchie ostinate oppure è rimasto qualche residuo di cibo bruciato potete ammorbidire la macchia con acqua e bicarbonato (per un rimedio naturale) oppure con acqua e detersivo per i piatti, lasciate agire per dieci minuti e pulite come al solito.

Per pulire e lucidare il piano cottura in acciaio è consigliabile utilizzare acqua ed aceto in modo che risulti pulito e lucente, con l'acciaio ricordatevi sempre di asciugare bene il piano cottura per evitare il formarsi di antiestetici aloni.

Se invece il vostro piano cottura è in vetroceramica dovete prestare maggiore attenzione alla sua pulizia perché questo materiale è molto delicato. Pulitelo sempre appena avete finito di cucinare ed utilizzate delle spugne morbide, utilizzate dei prodotti specifici oppure il sapone dei piatti e se sono presenti delle incrostazioni eliminatele delicatamente con il raschietto per il vetro. Per pulire al meglio questo tipo di piano potete preparare un detersivo casalingo molto efficace, mescolate, in uno spruzzino da un litro, 200 ml di aceto, 100 ml di alcool e 4 cucchiai di detersivo per piatti, poi aggiungete l'acqua fino a riempire lo spruzzino, questo detersivo risulterà molto sgrassante ma poco schiumoso e il vostro piano cottura in vetroceramica sarà brillante. Su vetroceramica evitate di utilizzare i detergenti anti calcare perché possono imbruttire la superficie.

  • donna che pulisce forno cucina La cucina è l’ambiente della casa in cui è più semplice macchiare mobili e superfici. E dove è più frequente avere a che fare con lo sporco difficile. Cibi, olio, caffè, vino possono lasciare in cucin...
  • Diesel Social Kitchen Scavolini Quando si avvicina il momento dell’acquisto di una nuova cucina, abbiamo una gamma ampissima di modelli, tipologie, colori da scegliere, ma ricordiamoci sempre di non tralasciare i materiali con cui è...
  • piano cottura indesit Gli elettrodomestici della linea Prime di Indesit sono la risposta alle esigenze di un consumatore sempre più evoluto, attento al design e a soluzioni smart, innovative, capaci di semplificare ...

Coavas 5Pcs Farfalla Cucina Tavolo da pranzo e sedie

Prezzo: in offerta su Amazon a: 129,99€


Come pulire i fornelli

Come pulire i fornelli Per pulire fino in fondo il piano cottura bisogna prestare molta attenzione anche alla pulizia dei fornelli. Questa pulizia va fatta, genericamente, una volta alla settimana ma quando vi accorgete che dal fornello escono delle fiamme gialle oppure che non funziona perfettamente il bruciatore occorre eseguire subito una pulizia straordinaria del fornello.

Per la pulizia generica basta lasciare a bagno in acqua calda e aceto bianco l'intero fornello (potete pulire in questo modo anche le eventuali griglie e gli spargi fiamma del piano cottura), dopo 15 minuti passateci un panno morbido ed asciugate (la piastra del fornello potrebbe arrugginirsi se non è asciugata bene).

Per effettuare la pulizia straordinaria dei fornelli dovete pulire tutti i forellini con uno spazzolino oppure con uno stuzzicadenti (evitate oggetti metallici che possono danneggiare il fori) e poi procedete con la pulizia ordinaria, fate attenzione ad eliminare tutti i residui di cibo dai fori e, finita la pulizia, controllate che il fornello funzioni alla perfezione tenendolo acceso per qualche minuto.

Se nel vostro piano cottura è presente anche una piastra elettrica pulitela mescolando acqua e soda, poi risciacquatela ed asciugatela mentre se sono presenti delle macchie di ruggine eliminatele utilizzando una paglietta metallica e poi passateci un panno imbevuto di olio per renderla lucente.

Ricordatevi di pulire, con un panno umido, anche i pomelli dei comandi.


Come pulire il piano cottura, consigli e soluzioni: Pulizia piano induzione

Pulizia piano induzione Una delle tipologie di piano cottura che vengono sempre più spesso installate per il fatto che permettono di eliminare l'impianto del gas, che può essere fonte di problemi ed incidenti anche gravi, è il piano ad induzione, che si presenta come una superficie in vetro liscia, senza la presenza dei comuni fornelli, come accade per i piani a gas. Grazie alla superficie liscia, le operazioni di manutenzione risultano essere molto più comode e veloci. Bisogna però ricordare che la superficie può essere soggetta a graffi ed abrasioni, quindi occorre intervenire con cautela, usando i prodotti più adatti, evitando pagliette e sostanze abrasive. E' possibile fare ricorso a prodotti naturali che, se ben miscelati, permettono una pulizia profonda e priva di rischi. Bisogna procurarsi dell'aceto o limone e bicarbonato, oltre che un panno morbido. Per pulire questo piano è bene controllare che sia freddo, altrimenti è possibile creare delle crepe nella superficie. Per una manutenzione ordinaria è bene intervenire con acqua e aceto, oppure limone, se non si ama l'odore dell'aceto. In questo modo si sgrasserà la superficie. Se le macchie presenti sono piuttosto ostiche, è bene realizzare un composto con aceto e bicarbonato da passare sullo sporco più resistente. Si risciacqua con acqua e il piano sarà di nuovo pulito.