Piano cottura vetroceramica, i vantaggi

Piano cottura in vetroceramica

Il piano cottura vetroceramica sta pian piano sostituendo il tradizionale piano a gas, anche se in Italia in prevalenza si utilizza ancora il sistema a gas. La vetroceramica è uno dei materiali più resistenti al calore: è composta da minuscoli cristalli immersi in una massa vetrosa. I piani di cottura in vetroceramica in genere sono predisposti per contenere da tre sino a cinque punti di cottura, progettati con cerchi concentrici sulla superficie del piano stesso. I comandi di gestione sono integrati alla superficie tramite touch screen, oppure, in base ai modelli, possono essere sistemati per mezzo delle tradizionali manopole da ruotare a mano.

Nell’immagine: EH675MN11E di Siemens Electrogerate è un piano cottura ad induzione in vetroceramica, di dimensioni 60 cm. Il piano consta di quattro zone di cottura con rilevatore di pentola elettronico e regolazione fino a 17 livelli. I piani cottura ad induzione di Siemens stanno cambiando il panorama in cucina, consentendo di combinare due delle tradizionali quattro zone di cottura in una superficie di cottura extra-large. Sia che la cottura avvenga con una larga padella, con una pesciera o con piccole pentole e padelle, vi è parecchio spazio per posizionarli dove si desidera sulla zona di cottura flessibile. Grazie al sistema flexInduction, che rileva automaticamente la posizione, la dimensione e la forma di pentole e padelle, si riscalda solo ciò che ne ha bisogno, consentendo così la massima efficienza energetica. Mentre il sistema powerInduction Siemens, con il suo controllo touchSlider, offre tempi di risposta e di riscaldamento super-veloci.

Piano cottura vetroceramica


Piani cottura vetroceramica

Piani cottura vetroceramica La vetroceramica impiegata per la superficie del piano cottura vetroceramica è prodotta mediante la cosiddetta cristallizzazione guidata e al termine del processo, il materiale ottenuto possiede le caratteristiche del vetro unite a quelle della ceramica: in altre parole ha un’ottima resistenza al calore. Tale materiale è estremamente duro e infrangibile, indeformabile anche a elevate temperature, semplice da pulire, nonché gradevole da vedere. Esistono tre tipologie di piani di cottura in vetroceramica: quelli a induzione, quelli elettrici e quelli a gas. I piani a induzione sviluppano un campo magnetico fra la piastra di appoggio e la pentola, scaldando solo il fondo della stessa, mentre quelli alimentati a gas presentano i bruciatori alimentati proprio a gas sotto la vetroceramica. I piani di cottura elettrici invece dispongono di resistenze elettriche circolari.

In foto, collezione Vario 200 di Gaggenau. L'estetica, semplice e raffinata allo stesso tempo, dei piani cottura della Serie 200 è caratterizzata da un frontalino comandi posto sopra il piano e dalle linee nette, mentre le eleganti manopole in metallo massiccio ripropongono lo stesso design delle manopole dei forni GOG. Il VI 230 nell’immagine è un piano cottura a induzione efficiente per cotture rapide e precise. Grazie alla funzione di riconoscimento automatico della padella, il calore non viene trasmesso ad essa dal piano cottura, bensì prodotto direttamente sul fondo della padella stessa. La funzione booster consente rosolature a fiamma viva ed ebollizioni rapide di elevate quantità di acqua, brodo, ecc., aumentando brevemente la potenza della zona cottura desiderata fino al 50 percento.


  • piano cottura ad induzione La prima regola fondamentale per avere sempre una cucina brillante è pulire sempre il piano cottura, subito dopo aver cucinato, in modo da non lasciare macchie che con il passare del tempo potrebbero ...
  • Fornelli a induzione Scegliere i fornelli a induzione significa optare per i più avanzati ed efficienti sistemi di cottura disponibili sul mercato.

 Il meccanismo di funzionamento dei piani cottura a induzion...
  • Piano cottura a induzione Il piano cottura induzione rappresenta una delle ultime evoluzioni in cucina: cuoce gli alimenti, ma facendo a meno del fuoco. Come funziona? Con la corrente elettrica: una bobina produce un campo mag...
  • Domino Crystal Line HC 451500 EB AEB L'induzione è un processo di natura elettrica e magnetica e il piano cottura induzione consiste in una superficie in vetroceramica 
che nasconde bobine con filamenti in rame. L’elettricità, pass...


Piano cottura vetroceramica, i vantaggi: Piano cottura induzione

Piano cottura induzione Il piano cottura vetroceramica, rispetto a quello classico, offre una minore dispersione di calore e dunque per cucinare un qualsiasi alimento si impiega molto meno tempo. Per via dell’assenza di fiamme libere si riduce drasticamente la possibilità di incendi domestici accidentali, così come si annulla il rischio associato alle perdite di gas. Inoltre, è possibile aggiungere direttamente sul piano in vetroceramica alcuni dispositivi elettronici come il timer, l’orologio, oppure altri tipi di sistemi di sicurezza elettronica.

In foto, il piano cottura a induzione in vetroceramica nera EHI 8742 F9K di Electrolux, dotato di due zone cottura e due zone Infinite che permettono di utilizzare liberamente la superficie del piano. Inoltre il piano è fornito della speciale Funzione Bridge che, unendo le due zone di cottura Infinite, offre una superficie di cottura più ampia, ideale per le pentole di grandi dimensioni.
 Il piano cottura EHI 8742 F9K ha comandi DirectAccess con potenza regolabile du 14 livelli, riscaldamento automatico, funzione Booster per potenza aggiuntiva, funzione Stop+Go, indicatore di tempo trascorso CountUp Timer™, spie di calore residuo su tre livelli CleverHeat™, funzione ecoTimer™ con sfruttamento del calore residuo, blocco funzioni impostate, sicurezza bambini e spegnimento automatico temporizzato. 
L'assorbimento massimo regolabile da 1,5 a 7,2 kW.