Piano cottura induzione per cucinare veloce e pulito

Piano cottura induzione consumi

L'induzione è un processo di natura elettrica e magnetica e il piano cottura induzione consiste in una superficie in vetroceramica 
che nasconde bobine con filamenti in rame. L’elettricità, passando attraverso le bobine, 
sviluppa correnti indotte che scaldano la pentola, inducendo così la cottura.


Il rendimento è indubbiamente uno dei vantaggi della cottura 
a induzione. I piani a induzione sfruttano al meglio la potenza dell'energia 
elettrica ottenendo il calore più rapidamente rispetto ai piani a gas o elettrici.
Il piano cottura a induzione sfrutta il 90% dell'energia assorbita, mentre 
con un piano a gas se ne sfrutta solo il 55%. A parità di potenza, per cucinare con il gas si utilizzano oltre 2,2 kW, 
invece con l'induzione solo 1,2 kW. 


In foto: piano cottura cottura a induzione MaxiSense® di AEG, progettato per essere flessibile: accoglie infatti pentole di diverse dimensioni su ogni zona cottura.

Domino Crystal Line HC 451500 EB AEB

SMEG 4 GOMMINI GRIGLIA PIANO COTTURA ORIGINALE GOMMINO PVA PVB AST 764010175

Prezzo: in offerta su Amazon a: 8€


I prezzi dei piani cottura a induzione

F 539/2EI Alpes Inox I prezzi del piano cottura induzione sono piuttosto variabili e dipendono molto dalle opzioni e funzionalità che offrono e dal marchio. Un piano proposto da un ottimo brand può costare in media seicento euro, ma ovviamente esistono prodotti a prezzi più bassi e altri che implicano spese più elevate. Essendo una tecnologia ancora poco utilizzata dalla media degli italiani, ovviamente ha prezzi meno accessibili di altre, ma considerando tutti i vantaggi che offre, vale la pena effettuare un piccolo investimento.

Nell’immagine, il piano cottura F 539/2EI da incasso semifilo di Alpes Inox, profondità 51 cm, con due zone cottura a induzione e piano in vetroceramica. Disponibile anche nella versione F530/2EI con larghezza 30 cm.


    Continental Edison CECPM2G2I - Piano cottura, misto

    Prezzo: in offerta su Amazon a: 424,08€


    Piano cottura induzione Siemens

    piano a induzione Siemens Il tema della sicurezza è una delle aree di maggior forza del piano cottura induzione Siemens, il quale rimane freddo anche durante la cottura, 
in quanto a differenza del piano a gas o di quello elettrico,
che nel processo di cottura si scalda, grazie all’induzione è solo la pentola a scaldarsi.

    Oltretutto non occorre sempre acquistare pentole nuove per questo tipo di dispositivo. Per funzionare sul piano a induzione Siemens, le pentole devono avere un fondo ferroso. Ecco perché l’80% delle pentole in acciaio, anche quelle anti-aderenti e tutte le pentole e griglie in ghisa sono adatte
ai piani a induzione.
Molte pentole, sul fondo, riportano dei simboli che indicano su quali tipi 
di piani cottura possono essere utilizzate. Diversamente, basta prendere
una calamita e appoggiarla sul fondo della pentola. Se aderisce, è adatta. 


    In foto: piano a induzione Siemens


    Piano cottura induzione per cucinare veloce e pulito: Piano cottura induzione Bosch

    8 PIE675N24E 
di Bosch In Italia l’induzione è una tecnologia ancora poco diffusa, ma è importante perché permette di cucinare velocemente con pulizia e praticità, risparmiando energia. In Germania, in tutto il Nord Europa e in Francia,
 invece, i piani a induzione Bosch sono sul mercato da oltre vent’anni 
e oggi sono già alla quarta generazione. Gli utenti possono dunque contare
 su una gamma di prodotti estremamente affidabile in termini
 di prestazioni e del tutto sicuri.

    Nella foto, il piano cottura induzione serie 8 PIE675N24E 
di Bosch in vetroceramica, con FryingSensor Plus: si tratta di sensori per grigliate e fritti sempre perfetti grazie alla regolazione automatica delle temperature. Il PowerBoost garantisce massima rapidità nel bollire l'acqua.