Arredamento.it

Arredamento.it

Consigli per stirare al meglio

Consigli per stirare al meglio

- 20 maggio 2015

Prima di stirare: consigli

Prima di iniziare a stirare un capo, osservatene l’etichetta che riporta le indicazioni su come stirarlo: le temperature consigliate e la necessità o meno di vapore. La stiratura deve essere fatta sempre a umido se il capo è asciutto: l’ambiente umido crea uno strato di vapore protettivo contro le bruciature, evita che le fibre dei tessuti sintetici si sciolgano e che si formino aloni. Se è la prima volta che stirate un capo, è utile vedere come reagisce stirando una piccola area di vestito che si trova in una zona nascosta. Parti non di tessuto, come ad esempio i bottoni, non devono entrare in contatto con il ferro rovente poiché possono rovinarsi.    

Tecniche per stirare: tipologie di capi

Per stirare un capo, partite sempre prima dalle cuciture ed eventuali pences: questo accorgimento permette di restituire al capo la sua forma iniziale. Successivamente stirate gli altri particolari: il colletto e le maniche; il tessuto piano va stirato per ultimo. Nello stirare non tendete il tessuto, poiché si potrebbero formare delle pieghe. Ricordatevi che per ottenere un effetto più uniforme dovete stirare lungo la direzione principale del tessuto.   Di seguito qualche suggerimento su come stirare diverse tipologie di capo.   Orli: appoggiate il ferro prima sul lato interno, poi su quella interna. Cuciture: interponete un foglio di carta velina tra tessuto e ferro, e appoggiatelo sul lato esterno, ciò impedirà la formazione di macchie. Maniche: iniziate a stirare partendo dalle fodere, poi procedete con i particolari restanti. Pantaloni: iniziate a stirare le tasche, la vita e le gambe sul lato rovescio, poi girate e stirate il lato dritto, facendo coincidere le cuciture. Camicie: partite stirando i polsini, poi proseguite con le maniche, il retro e poi il lato frontale, lasciando il colletto per ultimo. Cravatte: per fare in modo che sul davanti non si veda la cucitura, infilate un cartone all’interno della cravatta prima di stirare. Gonne: prima di tutto stirate la fodera, poi passate il ferro sulla vita e infine su tutta la parte restante. Ricami: per evitarne l’appiattimento, mettete il ricamo girato al rovescio su un asciugamano e stirate. Lenzuola: appoggiate sulla spalliera di una sedia la parte che non riuscite ad appoggiare sull’asse da stiro, poi muovetela mentre procedete. Biancheria intima: gli elastici non si devono stirare. Capi con scritte o disegni: se possono attaccarsi al ferro, stiratele al rovescio; se sono in rilievo stirate con un panno interposto tra i due strati del vestito affinché il disegno non si imprima sul lato opposto.      

Sfoglia i cataloghi: