La vasca da bagno: idee e suggerimenti per averla sempre bella

- 15 aprile 2019

Come lucidare una vasca da bagno opaca

Umidità, calcare, vapore, saponi, detersivi vari, con l’andare del tempo, possono far perdere la brillantezza alla finitura superficiale della vasca da bagno, assumendo un complessivo aspetto spento.
E allora, come lucidare una vasca da bagno opaca?
Per la pulizia rinunciare a certi prodotti aggressivi, come la candeggina, che può compromettere lo splendore delle superfici. 
Una soluzione consigliabile è preferire detergenti naturali che possano lucidare la vasca eliminandone l’opacità. Ad esempio:

  • ottenere una pasta mescolando poca acqua e bicarbonato, da passare con un panno sulla superficie, sciacquare e asciugare;
  • spruzzare un poco di aceto bianco sulla vasca, lasciare agire qualche minuto, sfregando con delicatezza nelle zone dove si nota maggior presenza di calcare, risciacquare e asciugare.

Usare panni morbidi di cotone, anche un asciugamano, o in microfibra, con movimenti circolari e delicati.
Con questi suggerimenti rimarrà sempre splendente anche la vasca Evergreen 170 cm in Crystal-Tech con 4 piedi in ottone di Ceramica Flaminia.

Quali sono i prezzi per la rismaltatura della vasca da bagno

Se la vasca da bagno presenta la superficie rovinata, con graffi e scheggiature, è possibile rismaltarla e rinnovarla. L’operazione è una comoda soluzione fai da te, visto che esistono diversi prodotti di qualità per i vari materiali, con cui riportare la vasca al suo aspetto originale integro. Si tratta di smalti bicomponenti, costituiti da una resina e da un catalizzatore, da mescolare e da passare sulla superficie pulita e sgrassata. 
Si procede così:

  • coprire con un nastro di carta le parti cromate;
  • passare la prima mano con un pennello a rullo, lasciare asciugare;
  • carteggiare con una carta abrasiva a grana molto fina, eliminare la polvere generata;
  • applicare una seconda mano, lasciare asciugare secondo il tempo consigliato dal produttore, in genere almeno 24 ore;
  • non usare la vasca prima di tre/quattro giorni.

Quali sono i prezzi per la rismaltatura? A seconda dell’azienda e della quantità, i prodotti vanno da 20 a 50 €. 250 ml di smalto ceramizzante SottoSopra di Gapi Paints costano 42 €.

Le caratteristiche di una vasca da bagno in acrilico

Uno dei materiali usati per la vasca da bagno è l’acrilico, molto apprezzato perché:

  • resiste agli urti e ai graffi. In quest’ultimo caso può essere levigato e lucidato, ritornando al suo aspetto originario, grazie ad appositi kit;
  • non è poroso e sulla superficie non si deposita calcare;
  • è facile da pulire, basta un panno inumidito, evitando prodotti acidi e alcool;
  • risulta antiscivolo e liscio, non risente delle variazioni di temperatura;
  • regala una piacevole sensazione al contatto con il corpo.

L’acrilico per la vasca da bagno è poi piuttosto leggero rispetto ad esempio alla ceramica. È inoltre un prodotto duttile e assai versatile, ideale per realizzare vasche da bagno di design, in quanto permette ogni tipo di forme unendo funzionalità e stile. Permette pure diversi colori durevoli nel tempo.
Un piccolo neo: tende a macchiarsi se non si eliminano velocemente gocce di shampoo o tinta per capelli.
Ovale e con linee morbide la vasca in materiale acrilico bianco latteo Flow di Ceramica Galassia.

Perché sostituire la vasca da bagno con una doccia

Sostituire la vasca da bagno con una doccia non è solo rinunciare a lunghi momenti da dedicare al relax immersi in una schiuma profumata, preferendo la rapidità di un getto d’acqua energetico e corroborante.
Installare la doccia al posto della vasca ha infatti importanti fattori positivi:

  • rende l’ambiente più spazioso recuperando metri preziosi;
  • permette di risparmiare energia e acqua, poiché per riempire la vasca sono necessari almeno 100 litri di acqua, per una doccia di 5 minuti meno della metà;
  • garantisce maggiore sicurezza a chi ha problemi di mobilità perché basta entrare nel piatto a raso pavimento senza sforzi.

La doccia al posto della vasca è una buona scelta anche dal punto di vista dell’estetica, con un bagno che assume un aspetto più moderno e funzionale.
L’intervento richiede al massimo una giornata di lavoro, affidandosi a esperti per rimuovere la vasca, preparare l’isolamento per montare il piatto doccia, controllare gli scarichi, rivestire le pareti che rimangono scoperte.

Sfoglia i cataloghi: