Arredamento.it

Arredamento.it

Vasche combinate, guida alla scelta

Vasche combinate, guida alla scelta

- 15 ottobre 2015

La praticità della doccia e il relax della vasca da bagno insieme

Lo spazio bagno è sempre più un ambiente da vivere appieno come ogni altro luogo della casa, oggi sempre più valorizzato e vissuto in termini di zona benessere in cui coccolarsi e rilassarsi. Le vasche combinate con doccia permettono di godere di una soluzione estetica e di performance di alti livelli, sia estetici sia funzionali sia di praticità: in questo modo non si dovrà rinunciare al piacere della vasca ma neppure alla praticità del box doccia. Le soluzioni tra cui scegliere sono molteplici: dalle standard con pareti in acrilico o in cristallo con mensola portaoggetti, fino alle soluzioni multifunzione con idromassaggio e getti tonificanti.

Trasformare in vasche combinate le semplici vasche da bagno

Chi desidera modificare la classica vasca da bagno di casa in vasche combinate è possibile farlo mediante l’inserimento di un pannello doccia di chiusura. La soluzione più semplice da applicare è installare una sola lastra paraspruzzi che può essere fissa o mobile, fissata al muro e al bordo della vasca. Se invece si desidera chiudere totalmente la vasca dal lato lungo è possibile installare un pannello pieghevole, solitamente suddiviso in tre, fissandolo nel medesimo modo e lasciando così il lato corto della vasca aperto e libero. Per completare la trasformazione servono infine rubinetteria e una multifunzionale asta a parete con idromassaggio se lo si desidera, doccetta e portasapone. In foto: cabina doccia per vasca Eclisse della collezione Trendy di Samo. Quattro ante completamente ripiegabili a muro in vetro temperato trasparente con spessore di 6 mm. Dimensioni larghezza 60-90 x altezza 150 cm.

Sfoglia i cataloghi: