Cerchi una nuova poltrona? Scopri i modelli dell'ultimo Salone del Mobile

- 16 aprile 2019

Come scegliere una poltrona

Nella scelta di una poltrona, per non commettere errori, occorre fare alcune considerazioni:

  • Dove andrà collocata? Questo quesito ci aiuta a coordinare il suo aspetto e la sua dimensione al contesto, sia esso il living, la zona notte o l’ufficio, e a bilanciarli con gli altri arredi presenti all’interno della stanza.
  • Che uso ne dovrò fare? Dovrà essere una poltrona da lettura, isolata in un angolo della stanza, o una seduta complementare da coordinare al divano? In questo ultimo caso la scelta non è poi così libera, ma vincolata all’impattante presenza del sofà.
  • Quali caratteristiche dovrà avere? Per scegliere la poltrona più adatta a noi dovremo domandarci come dovrà essere lo schienale (alto o basso, dritto o reclinabile) e se i braccioli saranno necessari. Ma anche quale sarà il rivestito migliore e che dimensione e profondità dovrà avere la seduta.

Tra i nuovi modelli di poltrone presentati all’ultimo Salone Internazionale del Mobile di Milano mostriamo in foto la poltrona Lucia di Ditre Italia, con il suo aspetto elegante e bon ton, morbido, garbato e leggermente femminile, che evidenza uno stile senza tempo. Questa nuova poltrona Ditre Italia, realizzata in collaborazione con la designer Federica Biasi, mescola creatività e continuità con il passato ed è disponibile sia in tessuto sfoderabile, anche bicolore, che in pelle, sia con schienale alto che basso.

Come sono le nuove poltrone di design 2019

Per rispondere alle nuove esigenze dell’abitare, designer e case produttrici studiano forme, materiali e dettagli delle poltrone di design per offrire al cliente più esigente un alto senso di comfort, anche da personalizzare. Ma come sono fatte le poltrone di design del 2019? Sbirciando all’interno degli stand dell’ultimo Salone del Mobile, abbiamo notato alcune tendenze che decidiamo di condividere, per offrirvi nuovi spunti d’arredo:

  • Rivisitazione del passato più aulico, attraverso la ripresentazione di pezzi iconici della storia del design, ma ammodernati con nuovi rivestimenti, proporzioni più bilanciate e dettagli ricercati.
  • Sperimentazione di nuovi abbinamenti e combinazioni cromatiche e materiche, per stupire e rendere distintivo, raffinato e contemporaneo qualsiasi ambiente.
  • Mescolanza di linee sobrie ed essenziali con volumi morbidi e particolarmente confortevoli, nell’intento di realizzare sedute attentamente proporzionate e arricchite da elementi sartoriali e artigianali, capaci di rendere unici questi elementi d’arredo.

E a proposito di guardare al passato pensando al futuro, il noto marchio Poltrona Frau ha presentato al Salone del Mobile 2019 la Poltrona 1919 (nella foto a destra il nuovo modello, a sinistra l’originale), in una veste rinnovata, disegnata dal designer Roberto Lazzeroni. Pur mantenendo vivo il suo aspetto originario, la poltrona è stata rivista in chiave comfort nelle proporzioni, che non rispettavano più le esigenze contemporanee. Questo storico modello a bérgère realizzato in pelle capitonné, disegnato cento anni fa per il duca di Pistoia e arricchito dal braccino con porta piattino in noce Canaletto, vede finalmente una nuova vita, nel suo centesimo compleanno.

Colori e materiali delle nuove poltrone

E sempre a proposito di stili e tendenze non possono mancare considerazioni in merito a colori e materiali delle nuove poltrone di design 2019. Il colore negli ultimi anni è uno dei protagonisti dell’interior design, ma oggi, abbandonate le nuance pastello, lo spazio è occupato da cromie più decise, audaci e sature, che ammiccano alle palette tipiche degli anni ’70 e ’80. Alcuni esempi? L’arancione, per molti brand diventato “the new black”, oppure il rosso mattone e il bordeaux, ma anche il giallo senape e profonde tonalità di blu e verde; colori sgargianti che vengono spesso accostano a tonalità più neutre.
Non manca poi, tra gli intenti dei produttori più autorevoli, la ricerca sulla materia. Pelle e cuoio sono lavorati in modo magistrale e cuciti sapientemente per rivestire volumi decisi e morbidi, diventando anche finitura di accessori, come tasche e cuscini. Il tessuto invece si arricchisce di trame e sfumature, che solleticano il tatto e la vista, per somigliare più a quello delle passerelle di haute couture che a semplice rivestimento di imbottiti. Il tutto sapientemente abbinato a dettagli in metallo o legno, dalle finiture preziose.
E tra alta qualità e nuove tendenze si muove Poliform che, per l’occasione del Salone 2019, conferma la sua collaborazione con la firma del design Marcel Wander, realizzando la collezione di sedute Gentleman, il cui nome rimanda immediatamente a un’eleganza sofisticata e d’altri tempi che invita alla convivialità. Il nuovo sistema di poltrone si compone di diversi modelli, ognuno con una precisa identità, ma tutti caratterizzati da snelli piedini in metallo e rivestimenti dai colori soft e naturali, disponibili sia in pelle che tessuto.

Come abbinare poltrona e divano

Quando la poltrona di design fa da completamento al divano, non è mai facile capire su che tipi di abbinamenti giocare. Semplice e intuitiva è la scelta del coordinato, ovvero divano e poltrona della stessa linea d’arredo, un classico che però non dona personalità e carattere alla stanza, che risulterà piuttosto asettica se non verrà arricchita da accessori e complementi d’arredo, come cuscini, coperte e tappeti, che dovranno accendere l’atmosfera. Per evitare soluzioni d’arredo banali, è necessario creare un gioco di rimandi tra i due imbottiti, fatto di armonie e contrasti, facendo soprattutto attenzione all’equilibrio dei colori.
Offriamo 2 consigli d’arredo per abbinare una poltrona di design al divano:

  • Cercare un elemento di unità d’insieme, che sia il colore, il materiale o la forma. Occorre instaurare un dialogo tra i due elementi d’arredo, che dovranno convivere nella stessa stanza, e potrà essere basato scegliendo un fattore comune. Si possono scegliere materiali diversi ma della stessa nuance, oppure forme riferite a uno stesso stile ma di colore a contrasto, ma anche sedute della stessa cromia ma di forma dissimile.
  • Decidere che sia la poltrona a comandare sul divano. Essendo questo l’arredo più minuto tra i due, la seduta singola può essere creativa, “coraggiosa” ed eccentrica, diventando l’elemento di forza del living, mentre il divano dovrà essere più essenziale, ordinato e sobrio.

Tra le poltrone di design che non sono passate inosservate alla fiera di Milano 2019, incontriamo Gillis di Molteni&C, una poltroncina bassa da affiancare al divano, ma anche da inserire all’interno della camera da letto. La sua particolarità? Il suo stile che ricorda quello della metà del secolo scorso, con una rigida e stilizzata struttura in legno che funge anche da braccioli e con cinghie in cuoio posteriori, a vista, che sostengono seduta e schienale in totale comfort. La seduta profonda e lo schienale leggermente inclinato sono completati da spessi cuscini, rivestiti in pelle o tessuto, da scegliere all’interno della ricca gamma Molteni&C.

Sfoglia i cataloghi: