Arredamento.it

Arredamento.it

Guida alla scelta delle pareti attrezzate per il soggiorno

Guida alla scelta delle pareti attrezzate per il soggiorno

- 25 luglio 2016

Pareti attrezzate

Le pareti attrezzate per il soggiorno rappresentano una soluzione d’arredo funzionale ed esteticamente accattivante per aree living di qualsiasi dimensione. Di solito tali pareti sono compatte e con moduli indipendenti, in tal modo è possibile studiare e sviluppare composizioni personalizzate. Le pareti attrezzate vengono progettate per svolgere le seguenti funzioni: accogliere libri, contenere servizi per la tavola e fornire un piano d’appoggio per tv, schermi di ogni tipo e impianti acustici. Capita a volte, in caso di spazi ridotti quando l’area living si trasforma in zona notte che la parete contenga anche un letto. Sono essenzialmente due i generi di pareti attrezzate: a spalla portante e con moduli indipendenti. Le pareti a spalla portante constano di moduli a colonna con fianchi appoggiati a terra, i quali sono suddivisi da ripiani e vani chiusi da ante con differenti sistemi di apertura. Si tratta di soluzioni che presentano in genere profondità omogenee e ricoprono la parete per l’intera altezza e larghezza della composizione. La variante è rappresentata da sistemi autoportanti, che includono in genere alcuni montanti metallici terra-soffitto che si regolano in altezza, sui quali si agganciano i singoli moduli. In tal caso la profondità della composizione varia. In foto: Selecta di Lema.

Parete attrezzata

Una notevole flessibilità sia nella progettazione degli spazi sia nell’accostamento di materiali e finiture è garantita dalle pareti attrezzate per soggiorno che prevedono elementi autonomi, come basi, pensili, panche e ripiani. La parete è componibile come un puzzle, grazie ai moduli intercambiabili che consentono di variare la composizione all’infinito. Si possono calibrare vuoti e pieni o trasformare con l’aggiunta di semplici elementi vani a giorno in spazi chiusi. Alla base vi è una boiserie o punto di appoggio a terra, per le strutture modulari fissate alla parete. Una simile soluzione permette di arredare l’intera parete o solo alcune parti, le quali possono essere montate e rimontate in un contesto diverso. Le combinazioni cromatiche si trasformano in elemento decorativo. Infine la struttura a spalla portante priva di schienali, permette di impiegare la libreria anche come elemento interparete. Fra i materiali di tendenza, il vetro viene spesso utilizzato per i top e per le ante, mentre per i sistemi di illuminazione molte imprese consigliano sistemi integrati. In foto: parete attrezzata Liv.110 Euromobil.