Guida alla scelta lampadari per camera da letto

Come illuminare la camera da letto

Scegliere il punto luce per la zona notte è una questione di rilevante importanza e proprio per questo merita oculata ricerca. La scelta varia tra lampadari per la camera da letto a sospensione, applique a parete oppure lampade da terra: dobbiamo in ogni caso tenere presente che nello spazio notte la necessità di luce è in ogni caso ridotta, bastano infatti 150-200 lux di illuminamento per assolvere la richiesta.

Per rispondere a questo è possibile scegliere indistintamente la tipologia di apparecchio illuminante, ma sceglierlo con criterio: è infatti importante valutare elementi che siano a luce indiretta. Come lampadari con lampade rivolte verso l’altro, applique a parete, o piantane amovibili affinchè la luce possa essere modificata e spostata all’occorrenza.

Inoltre, inserire dei dimmer negli impianti fa sì che la luce possa essere modulata in base alle esigenze: dalla più soft e diffusa, fino alla luce più chiara e diretta.

cattelan lampadari


Stili dei lampadari per la camera da letto

lampadari camera da letto Scegliere quale sia lo stile dello spazio notte è importante per definire e completare l’ambiente: moderno, minimalista, classico e tradizionale, rustico, eccentrico o etnico. Scegliere significa seguire i propri gusti e determinare spazi che siano piacevoli e accoglienti, in ogni caso, senza cadere nell’eccesso. Si può valutare la scelta di lampadari per camera da letto che siano classici, a tesa e a sospensione, ma oggi le proposte del design offrono davvero molte possibilità.

Dai modelli essenziali che in parte, si adattano molto bene a ogni ambiente, fino alle soluzioni più tradizionali, sempre definite da materiali ben connotanti l’estetica stilistica: i legni, le ceramiche e i vetri lavorati a mano per i modelli più classici, rustici e tradizionali, e le plastiche, i vetri stampati e i metalli per le soluzioni dal design moderno e minimal.


Come scegliere il lampadario

lampadario camera da letto La scelta dei lampadari per la camera da letto deve essere una valutazione ponderata in base a determinati fattori: l’estetica, il gusto e la necessità di luce in quello spazio. Anche la dimensione dell’ambiente conta moto nel momento della valutazione poiché in uno spazio piccolo, ad esempio, non tutti i modelli di lampadario sono adatti all’inserimento. Le soluzioni a sospensione importanti e voluminose non si prestano per nulla mentre sono molto indicati i modelli di lampada a parete o quella a soffitto.

Per quanto riguarda i punti luce, qualunque sia la dimensione dello spazio, è sempre bene in questo ambiente prevedere più di un punto luce, che svolgano funzioni differenti tra loro: un centro volta per il lampadario tradizionale e una piantana oppure una luce a parete, per i momenti soft, in cui la richiesta di luce sia inferiore e meno necessaria.


Guida alla scelta lampadari per camera da letto: disporre i punti luce

illuminazione camera da letto Per ben posizionare in una stanza i punti luce occorre tenere conto delle varie attività che vi svolgono. In camera da letto andrà quindi predisposta una luce d’ambiente, ma anche una di lettura con una lampada da collocare sui comodini.

Se il locale non è di ampie dimensioni si potrà acquistare un lampadario a sospensione o a soffitto, oppure una plafoniera, che aiuteranno a non sottrarre spazio prezioso. Se invece non avete problemi di spazio, una lampada da terra fornita di impianto di regolazione della luce vi permetterà di aumentare o diminuire l’intensità a seconda del momento della giornata e dell’attività svolta.

Tanti i modelli di lampadari per camera da letto disponibili sul mercato: la scelta sarà personalissima, perché destinata a un ambiente in cui ciascuno ritrova la propria privacy e lo stile deve rispondere al gusto e alle esigenze di ciascuno.