La casa dei sogni, come la vorrebbero gli italiani

Italiani, non soddisfatti della propria casa

Giunge alla sua quarta edizione l’Osservatorio sulla Casa promosso da Leroy Merlin, quest’anno affiancato per la prima volta anche da Saint-Gobain, leader nel settore dell’edilizia. L’indagine condotta da Doxa ha lo scopo di monitorare gli stili abitativi degli italiani ed offrire così ad addetti e appassionati del settore arredo e design, uno spaccato significativo su trend e caratteristiche dell’universo casa, secondo le aspettative di chi la vive in prima persona. Lo studio è stato effettuato su un campione di 1500 persone rappresentativo della popolazione italiana, e si è focalizzato su 5 aspetti che caratterizzano il concetto di “casa ideale”. Il primo dato che emerge indica che, nonostante la casa rivesta ancora il ruolo centrale per noi italiani, solo il 25% degli intervistati si dichiara soddisfatto della propria abitazione.

casa dei sogni


La casa ideale in 5 punti

casa ideale italiani Ecco, in 5 punti, come dovrebbe essere la casa dei sogni per gli italiani intervistati: una casa attenta alla salute, comoda da vivere, che consenta di risparmiare, rispettosa dell’ambiente e smart, ossia in cui la migliori la vita quotidiana. Dai dati emersi, inoltre, vi è una consistente preoccupazione sull’inquinamento dell’aria interna e su quello acustico, argomenti di cui non si parla frequentemente e che, invece, riguardano quasi ogni abitazione. Infatti, gran parte delle case costruite in Italia sono parte di un’edilizia che non era ancora attenta all’eco-sostenibilità e oggi sono classificabili con la categoria energetica G. Le maggiori cause d’inquinamento dell’aria interna sono i VOC (Composti Organici Volatili) presenti in deodoranti, detersivi ma anche in molti materiali di edilizia, come pitture, colle e solventi. Oggi, per fortuna, esistono anche materiali edili che non contengono VOC e vengono spesso impiegati per le nuove costruzioni. Per quanto riguarda l’inquinamento acustico, invece, il 72% degli intervistati dichiara di avere installato i doppi vetri come strumento di difesa, ma solo l’11% ha fatto eseguire lavori sulla struttura della casa, per l’isolamento termico e acustico delle pareti.


  • Una fotografia delle case degli italiani La casa di oggi e domani, luogo degli affetti e teatro di esperienze di vita. A ciascuno di noi corrisponde una casa con una personalità specifica, organizzata, arredata e vissuta secondo le esigenze,...
  • homeway casa vacanze Con la crisi il mercato delle vacanze ha cambiato faccia.Famiglie, gruppi sostenuti di persone, giovani in viaggio cercano sempre più case in affitto anche per brevi periodi rispetto alla sosta in...
  • interno casa Das Haus La casa dei sogni per Louise Campbell è data dal suo progetto “Das Haus”, presentata a imm Colonia 2014.Molto particolare il concetto di questa costruzione, portare pace e relax in un ambiente cao...
  • casa prada Casa Prada: l'atmosfera di un interno domestico è quella scelta da Prada come scenario per la sfilata delle collezioni Uomo A/I 2013-2014....


La casa dei sogni, come la vorrebbero gli italiani: La casa perfetta: eco-sostenibile e digitalizzata

casa perfetta Secondo gli italiani, la casa dei sogni deve essere eco-sostenibile e dotata di comfort, compreso l’essere digitalizzata. Infatti, solo il 21% degli intervistati si ritiene soddisfatto della qualità dei materiali impiegati per la costruzione della propria casa, ma solo il 15% ha installato pannelli fotovoltaici o sta per farlo. Perciò, emerge che l’attenzione per l’impatto ambientale e il risparmio energetico per gli italiani rimangono in superficie e in funzione del proprio benessere e non di quello della collettività. Inoltre, non sono ben informati sugli interventi che potrebbero apportare alla propria casa, per migliorarla. Altra nota dolente riguarda i dati relativi all’importanza del rischio sismico e degli incentivi fiscali per mettere in sicurezza la propria abitazione. Infatti, nonostante l’Italia sia un Paese fortemente sismico e ne sono testimonianza anche gli ultimi e tragici terremoti, il 13% degli intervistati non sa se stia vivendo in una zona a rischio, mentre il 45% ignora se la propria abitazione sia stata costruita rispettando norme antisismiche. Poco gratificanti sono anche i dati sull’utilizzo delle detrazioni fiscali per compiere opere di ristrutturazione: l’84% degli intervistati ne è a conoscenza, ma solo il 52% di chi ha realizzato dei lavori ne ha usufruito. Per quanto riguarda il comfort legato alla casa ideale, gli italiani non solo ritengono che sia importante avere una casa vicino a negozi e servizi di vario tipo, ma sono incuriositi circa il concetto di abitazione “smart”, ossia digitalizzata, dotata di apparecchi comandabili a distanza, anche se solo il 16% del campione si è dimostrato davvero interessato all’argomento. Tra gli apparecchi più desiderati ci sono quelli utilizzati per il monitoraggio in remoto degli ambienti domestici.