Macchina sottovuoto per alimenti

Come conservare gli alimenti

Presenta molti vantaggi la conservazione degli alimenti sottovuoto: eliminando dal contenitore tutta l'aria presente o solo alcuni gas, come l'ossigeno principale responsabile dell'ossidazione, è possibile far durare un alimento più a lungo perché in assenza di aria la maggior parte dei germi e dei batteri non può proliferare. Si tratta di una tecnica che consente di conservare il sapore, il profumo, il colore e le proprietà organolettiche dell'alimento e viene impiegata sia con prodotti crudi che cotti, spesso abbinata alla refrigerazione. La shelf-life dei prodotti sottovuoto può variare da 6 a 21 giorni in base al genere di alimento.

Se si utilizza una macchina sottovuoto per gli alimenti, quest’ultimi vengono avvolti da un sacchetto per privarli dell’aria: in tal modo, si rallenta il processo di invecchiamento del cibo e lo si conserva più a lungo. Il sacchetto, poiché impermeabile, non subisce l’umidità.

In foto: Sigillatrice sottovuoto FoodSaver®, FFS002X

Come conservare gli alimenti


Macchina per sottovuoto alimenti

Macchina per sottovuoto per alimenti Grazie alla macchina sottovuoto per alimenti che avvolge ogni singolo cibo nel sottovuoto è possibile evitare anche l’effetto negativo che affligge molti alimenti lasciati a lungo nel congelatore, i quali subisocno il cosiddetto “freezer burn”, la bruciatura causata dal freddo. Ciò ha luogo quando i cibi congelati, confezionati in modo non idoneo, perdono l’umidità in superficie, soprattutto carne e pesce, che presentano una brina in superficie, disidratati e di colore strano. Tali alterazioni dipendono da ossidazioni che si hanno luogo quando l’acqua presente sulla superficie dell’alimenti sublima, vale a dire passa dallo stato solido a quello gassoso, lasciando alcuni vuoti nel cibo i quali vengono riempiti dall’aria.

In foto: Takaje vacuum machine di Tre Spade, l'unico sistema che consente di confezionare sottovuoto qualsiasi vaso in vetro con coperchio in metallo. E’ così possibile trasformare uno scarto in una risorsa, risparmiando notevolmente tempo e soldi e riducendo al minimo gli sprechi.


  • sottovuoto Alimenti sottovuoto: cambiano le abitudini nel fare la spesa degli Italiani, che hanno sempre meno tempo per recarsi al mercato e cucinare. È quanto emerge da una ricerca realizzata da SWG per Merloni...
  • Materassi sottovuoto Magniflex 1986 – 2016: esattamente trent’anni fa Magniflex ha lanciato sul mercato l’imballaggio sottovuoto. Un’idea decisamente innovativa che ha rivoluzionato il mondo dei materassi nel segno del rispetto per...
  • frigorifero cassetti Ultracapienti o salvaspazio, rispettosi dell’ambiente, dotati di tecnologie all’avanguardia, i frigoriferi e i congelatori di ultima generazione assicurano le ottimali condizioni per la conservazione ...
  • frigorifero rex Sempre maggiori prestazioni e capacità interna, con grande attenzione ai consumi grazie alle classe A+ e A++. Oggi ogni alimento trova la sua giusta collocazione nei Frigoriferi grandi, che sia...


Contenitori sottovuoto

Contenitori sottovuoto Oltre alla macchina sottovuoto per alimenti, fondamentali sono i contenitori sottovuoto. Il confezionamento ermetico sottovuoto in buste e contenitori appositamente progettati prolunga la freschezza di formaggi, salumi, frutta, verdura, erbe e altri alimenti non solo nel frigorifero ma anche in dispensa. In quest’ultimo caso sono particolarmente indicati per pasta, farina e cereali nella dispensa. Sono ideali anche per patatine, biscotti e altri articoli friabili. Non parliamo poi del loro uso in freezer, dove sono esseziali anche per evitare il già citato fenomeno del “freezer burn”. Si possono oltretutto impilare, mettere nel forno a microonde e lavare in lavastoviglie.

In foto, i contenitori FoodSaver che consentono di conservare ermeticamente alimenti secchi e freschi. I contenitori sono perfetti per conservare pasti pronti, spuntini, prodotti da forno e molto altro. Conservano l’aroma degli alimenti, sigillano la freschezza e sono ideali anche per alimenti friabili.


Macchina sottovuoto per alimenti quale scegliere

Macchina sottovuoto per alimenti quale scegliere Quali sono le coordinate lungo le quali muoversi quando ci si appresta a scegliere ed acquistare una macchina sottovuoto per sigillare gli alimenti? È più importante privilegiare il prezzo, o è meglio concentrarsi sulla qualità e sulle diverse funzioni offerte? Conviene lasciarsi trasportare dall’estetica, o è la praticità a farla da padrona? Rispetto a quanto si possa pensare a una prima analisi superficiale, una delle principali discriminanti per questa tipologia di elettrodomestico è quella delle dimensioni. Solitamente si ha la tendenza a classificare le macchine per la conservazione sottovuoto come oggetti di piccole dimensioni, facilmente gestibili e riponibili in qualsiasi punto della casa (su ripiani, cassetti, contenitori, armadi, ecc.); in realtà, la lunghezza di alcuni modelli rischia di rivelarsi problematica e non sempre cassetti e vani sono abbastanza spaziosi per contenere questi preziosi oggetti. Dovendo sigillare anche buste lunghe, necessarie alla conservazione di alimenti più voluminosi, le dimensioni di una macchina sottovuoto non possono scendere sotto un determinato standard. Fate bene i conti e prendete le misure più volte armati di riga e squadra, prima di ritrovarvi con un elettrodomestico al quale non sapreste dare una collocazione all’interno della vostra cucina. Prima dell’acquisto è bene dunque avere bene in mente dimensioni, peso e una collocazione precisa della macchina sottovuoto, che dovrà essere sempre a portata di mano senza però mai risultare elemento di disordine e ingombro. La soluzione perfetta è quella di riporla in pensili facilmente raggiungibili (sempre che siano abbastanza capienti da ospitarla) o direttamente sul piano lavoro della cucina, collegata alla presa della corrente.

Al di là delle caratteristiche esteriori, derivanti dalle dimensioni e dal peso di questi elettrodomestici, vanno poi valutate una serie di proprietà intrinseche che dipendono dalla qualità dei materiali e dalla solidità e longevità della macchina stessa. A nulla serve un oggetto facilmente riponibile se è mal funzionante (a quel punto tanto vale non scartarlo neppure e lasciarlo a prender polvere dentro il suo contenitore). Altro elemento discriminante è il kit di accessori che può essere o meno abbinato al prodotto al momento dell’acquisto: i sacchetti sigillanti ad esempio non sempre sono venduti nella stessa quantità (alcun prodotti ne contengono una decina, altri una ventina, altri ancora nessuno). Ultimo, ma non ultimo per importanza, è il fattore sicurezza: siamo di fronte a un elettrodomestico che lavora collegato all’impianto elettrico e che fa uso di calore per la sigillatura, motivo per il quale deve rispettare tutti gli standard di sicurezza previsti per non essere pericoloso per chi si ritrovi ad utilizzarlo. Con la macchina sottovuoto Magic Vad Mod. Dinamika VG02PK1 di Flaem Nuova si va sul sicuro sotto ogni punto di vista: stiamo parlando infatti di un prodotto approvato dalla F.I.C. (Federazione Italiana Cuochi), dotato di portarotolo, doppia modalità di utilizzo (per i cibi secchi e per quelli umidi), doppia velocità di aspirazione, ciclo completamente automatico, ciclo manuale con funzione di saldatura istantanea per i cibi fragili e delicati e ciclo specifico per la creazione del vuoto nei contenitori. A queste funzioni si aggiunge l’esclusiva funzione marinatura rapida, che consente di insaporire i cibi in soli 12 minuti (al posto delle classiche 24 ore in atmosfera ambiente) grazie ad un apposito contenitore. Le misure del prodotto sono di 45,5 centimetri in lunghezza, 23,2 centimetri in profondità e 11,9 centimetri in altezza.


Macchina sottovuoto per alimenti vantaggi

Macchina sottovuoto per alimenti vantaggi Quali sono i vantaggi principali che dovrebbero spingere all’acquisto di una macchina sottovuoto per alimenti? Il motivo cardine è chiaramente quello di permettere una conservazione più duratura del cibo (se è sottovuoto si mantiene più a lungo), ma ce ne sono anche altri da non trascurare. La conservazione sottovuoto del cibo consiste, come abbiamo già visto in precedenza, nell’eliminazione dell’aria dal contenitore in cui esso è contenuto e sigillato. In questo modo si riescono anche ad eliminare gli enzimi e qualsiasi attività biologiche dall’interno della confezione, il che ci porta direttamente ad allungare l’arco di conservazione dell’alimento in questione. Un altro vantaggio riguarda le proprietà del sacchetto stesso che viene utilizzato per completare l’opera sottovuoto: esso è infatti impermeabile ed evita in questo modo all’umidità di formarsi al suo interno. Dunque si capisce facilmente come la questione assuma una doppia valenza positiva: da un lato la conservazione sottovuoto arresta i procedimenti interni del cibo, dall’altro è totalmente impermeabile ad agenti esterni. Fra le altre cose, servirsi di buste e contenitori sigillati sottovuoto è molto più sicuro e funzionale del semplice congelamento, che come abbiamo già avuto modo di notare non protegge gli alimenti dall’effetto “freezer burn”, ovvero dalle bruciature a freddo a cui essi vanno incontro qualora non vengano confezionati e sigillati in maniera adeguata prima di essere inseriti nel freezer: in questi casi il cibo si disidrata, perde il proprio colore e diventa inutilizzabile una volta scongelato.

Un prodotto estremamente all’avanguardia nel campo delle macchine sottovuoto è il modello FS 3609 di Severin, dotato di un sistema automatico di aspirazione e saldatura del sacchetto, due spie luminose per il controllo della funzione saldatura e 5 sacchetti inclusi di 20x30 centimetri. Tale apparecchio è combinabile con un bollitore sottovuoto SV2447, in grado di unire all’opera di conservazione e sigillatura anche quella di cottura a bassa temperatura (fra 40 e 99 °C).


Macchina sottovuoto per alimenti prezzi

Macchina sottovuoto per alimenti prezzi Abbiamo esplorato in lungo e in largo i vantaggi che una macchina sottovuoto per alimenti è in grado di apportare nella nostra quotidianità. Nell’economia domestica, un elettrodomestico del genere non arriva a toccare le vette di estrema necessità di forni, frigoriferi e freezer, ma di certo si distingue come un valore aggiunto di non poco conto. La domanda a questo punto sorge spontanea: una macchina sottovuoto è utile, funzionale, comoda e semplice da usare. Ma quanto può costare un modello standard? Il prezzo, come è lecito aspettarsi, varia a seconda del modello e delle funzioni che esso può soddisfare. In linea di massima la media si aggira attorno ai cento euro, o poco meno. Andare sotto questa soglia è possibile, ma è sconsigliabile: a tirar troppo la corda sul prezzo si rischia di portare a casa un prodotto che difficilmente finirà col soddisfare le aspettative riposte al momento dell’acquisto; è sempre meglio evitare di giocare al ribasso, mettendo al contrario la qualità come prima priorità, ovviamente calibrandola in base alle esigenze che guidano la vostra scelta: non per forza il prodotto più costoso sarà anche quello più adatto alle necessità. Ad ogni modo, ci sembra più saggio spendere qualcosa in più ma avere la certezza di stare investendo su un prodotto solido, affidabile, capace di svolgere appieno il suo lavoro e di durare nel tempo.

Con la macchina sottovuoto professionale serie VM – art. 7146 di Imetec ci si mantiene su un livello di spesa in linea con lo standard (stiamo parlando di 124 euro, quindi pochissimo sopra all’asticella media citata poco fa) senza togliere nulla alla qualità; il prodotto è dotato di funzionamento automatico, con tasto on/off retroilluminato; 90% di forza aspirante, la temperatura della sbarra saldante è regolabile ed è venduto con 25 sacchetti inclusi. Sono disponibili due versioni nei colori bianco e nero.