Bistecchiere elettriche

Bistecchiere, guida all'uso

Per chi vuole cucinare alla griglia, in modo facile e veloce, carne, pesce e verdure, le bistecchiere elettriche rappresentano un’ottima soluzione. Necessitano semplicemente di un piano da appoggio e di una presa elettrica. La cottura, che non richiede aggiunta di grassi come olio e burro, è sufficientemente uniforme ed i cibi preparati risultano non solo sani, ma anche leggeri.

La potenza di questi apparecchi, espressa in watt, varia da 800 a 2400 W; più è elevata, minore è il tempo di cottura, ma maggiore il consumo di energia. La temperatura può superare, in taluni casi, i 200° C.

Nei modelli a libro, le piastre a contatto consentono di cuocere i cibi da ambo le parti esaltandone il sapore; aperte a 180° raddoppiano la superficie di cottura rendendo possibile la preparazione simultanea di carne e verdure; in posizione parallela permettono di tostare o di scaldare cibi che non devono essere schiacciati come, ad esempio, le pizze. Nei modelli aperti da un lato, ovvero da tavolo, gli alimenti vanno costantemente voltati per ottenere una cottura omogenea da entrambe i lati.

Le griglie solitamente sono rimovibili ed alcune possono essere lavate in lavastoviglie. Parecchi elettrodomestici di questo tipo dispongono di un sistema di drenaggio dei grassi e di una vaschetta che raccoglie i liquidi prodotti durante la cottura.

Il design è sempre compatto, mentre il peso varia; in media si aggira intorno a 4 o 5 kg, ma esistono anche apparecchi più leggeri, ad esempio Mini pratic grill di Comax; pensato per single, per spazi ridotti e per un utilizzo saltuario, pesa kg 1,5.

In foto Bistecchiera elettrica GR702D Optigrill di Rowenta. Intelligente, grazie alla tecnologia Optigrill sceglie automaticamente i tempi di cottura in base allo spessore dei cibi. La potenza è pari a 2000 watt. Le piastre sono antiaderenti. Dotata di vaschetta raccogli grasso.


Piastra per carne elettrica

Piastra per carne elettrica Le bistecchiere elettriche per uso domestico sono piccoli elettrodomestici; in genere anche quelli più semplici ed economici sono sicuri, ma devono essere posizionati in modo stabile, preferibilmente vicino ad una cappa o ad una finestra, ed usati correttamente. Un elenco, anche se non esaustivo, di ciò che non deve essere mai fatto: usare l’apparecchio vicino all’acqua o al piano di cottura, toccarlo con mani o piedi bagnati o umidi, staccare la spina tirando il cavo di alimentazione, posizionare il filo elettrico vicino alle piastre o a superfici calde, togliere le piastre durante la cottura.

Per conservare nel tempo ed in buone condizioni queste macchine elettriche di dimensioni ridotte, occorre una corretta ed accurata manutenzione. Prima di procedere alla pulizia, spegnere l’interruttore, disinnescare la spina e far raffreddare l’elettrodomestico. Successivamente lavare, seguendo le indicazioni del produttore, le parti smontabili, solitamente le piastre e le vaschette raccogli grassi. I corpi in metallo possono essere detersi utilizzando una spugna ben strizzata e senza impiegare detergenti; è vietato l’impiego di spugnette abrasive. Completata l’operazione passare un panno morbido ed asciutto.

In foto bistecchiera multifunzionale TFB4431V di Bosch. La potenza è di 2000 watt, il termostato ha cinque posizioni. La temperatura è indipendente per la piastra superiore e quella inferiore.


  • bistecchiera Severin Aumento di peso costante anche negli italiani, caratterizzati dalla buona cucina mediterranea. A questo proposito prendono sempre più piede le tipologie di cucina senza grassi, con piastre, bistecch...
  • Bistecchiera Stonewell La superficie di Stonewell bistecchiera, molto apprezzata dagli utenti, è realizzata con piccole particelle di pietra unite su una base di alluminio che conduce il calore. La bistecchiera Stonewell si...


Migliore bistecchiera

Migliore bistecchiera In commercio esistono moltissime bistecchiere elettriche di buona qualità che variano per modello, marca, caratteristiche e prezzo. Dire quale sia l’elettrodomestico migliore è impossibile poiché le esigenze dei clienti sono differenti. In pratica l’apparecchio preferibile è quello che soddisfa specifiche necessità dettate dalla frequenza d’uso, dal tipo di cibi da cucinare, dal budget disponibile.

In ogni caso per scegliere un buon prodotto occorre tener conto di alcuni fattori come, ad esempio, la sicurezza di utilizzo, la dimensione ed il peso, la potenza, la possibilità di regolare la temperatura e di rimuovere le piastre, la presenza di dispositivo anti fumo ed anti odore. I manici dovrebbero sempre essere ben isolati e non condurre calore. Anche il materiale del corpo è molto importante; alla plastica sono preferibili l’alluminio o l'acciaio inox. Le piastre devono essere di ottima qualità; i materiali antiaderenti, in particolare, non devono rilasciare sostanze nocive durante la fase di riscaldamento.

In foto bistecchiera elettrica CGH902C di De’ Longhi. Le piastre sono in ceramica e possono essere messe in lavastoviglie, la potenza è di 1500 watt. L’apparecchio consente due tipi di cottura: a contatto per grigliare rapidamente carne, pollo, verdure, pane toast ed a barbecue per carne, pesce, salsicce. Ha maniglie in gomma ed è dotata di due vaschette per raccogliere il grasso.


Bistecchiere elettriche prezzi

Bistecchiere elettriche prezzi I prezzi delle bistecchiere elettriche ad uso domestico non superano, mediamente, i 200 euro. Lo stesso modello può essere offerto ad importi leggermente differenti; ciò dipende, ad esempio, dal canale distributivo, come negozio, shop online, grande distribuzione e da eventuali promozioni.

A titolo meramente esemplificativo: tra gli 80 ed i 110 euro, Health Grill HD4467/90 di Philips, 2000 watt di potenza, piastre, in alluminio a 3 posizioni, termostato regolabile, temperature da 70 ° C a 230 °C oppure KG 2392 di Severin 1800 watt, 2 piastre intercambiabili, rimovibili ed antiaderenti; intorno a 40 euro Dolcevita GL5 di Imetec, 1000 watt, piastre antiaderenti, temperatura sino a 200° C. A meno di 20 euro ZHC 656 di Zephir, potenza 700 watt, piastra in acciaio, superficie di cottura antiaderente, termostato regolabile.

Secondo le opinioni espresse dalla rete, molto buono il rapporto qualità/prezzo di Rowenta GR3060 Bistecchiera Comfort. Il prezzo è di circa 70 euro. La potenza è pari a 2000 Watt. Dispone di termostato e permette tre tipi di cottura: bbq, tostiera e fornetto. Le due piastre, in alluminio pressofuso, sono ribaltabili a 180°, rimovibili e lavabili. Dotata di vaschetta raccogli grassi, a fine uso può essere riposta in un piccolo spazio in posizione verticale.

Come per tutti gli elettrodomestici, anche per questo tipo di bistecchiere la garanzia dura due anni.

In foto Bistecchiera elettrica in acciaio inox satinato KG 2392 di Severin. La potenza è di 1800 watt, la superficie di cottura pari a circa 648 cm quadrati. Si possono cucinare carne, pollo, ma anche snack e panini. Le piastre, antiaderenti ed intercambiabili, sono rimovibili. Utilissima la vaschetta per il recupero dei grassi generati durante la cottura.