Parquet bianco: la naturalezza della materia

L’essenza del legno

La scelta di un rivestimento per pavimento è sempre una scelta non troppo semplice, poiché deve essere funzionale, pratica, e soprattutto essere in linea con lo stile di chi vivrà al suo interno.

Infatti, la scelta di un rivestimento in cotto, indica la preferenza per uno stile più rustico, la scelta di una piastrella, può indirizzare verso diverse tipologie e per ultimo, il legno: scuro e massiccio, sta a caratterizzare uno stile rustico o classico, mentre chiaro e tendente al bianco grigio, uno stile più moderno e minimale.

La scelta di un parquet bianco invece significa volontà di spazi ampi, carichi di luce e chiarore diurno, di ricerca del naturale, di design, stile ed eleganza. Una scelta che denota calore per la vita, di unione  e scelta di famiglia.

parquet sbiancato


Il panorama dei parquet: colori caldi e freddi, parquet massiccio e prefinito, i materiali

parquet prefinito bianco I parquet sono disponibili in svariate tonalità e tipologie, essenze e riproduzioni. Infatti, per la scelta di un parquet si può preferire un massello, in tutta essenza, oppure un prefinito, costituito da legno di base aggregato e pochi millimetri di essenza nobile.

Il prefinito può essere anche costituito da materiale plastico al posto dell’essenza, a riprodurre ogni forma e colore delle venature del legno reale, ma con i pregi del materiale plastico escludendo la fragilità del legno.

La scelta di un parquet bianco denota voglia di luce, chiarezza, pulizia formale e tonale dello spazio che lo accoglie. Le tonalità che si possono trovare vanno da calde a fredde, con toni rispettivamente dal giallo aranciato al blu grigio.

La scelta di una tonalità fredda, implicherebbe un obbligo di colorazione fredda anche delle pareti, rendendo lo spazio per lo più poco ospitale e accogliente. È quindi preferibile anche nel parquet bianco, colori a sfondo caldo, affinchè lo spazio reso sia caldo, accogliente e famigliare, per essere completato con pareti bianche o colorate, che lo faranno in ogni modo risaltare.

 


Parquet bianco: la naturalezza della materia: Lavorazioni: come ottenere un parquet bianco

parquet rovere Svariate e differenti le tipologie di parquet bianco, partendo dai materiali ed essenze naturali, fino ad arrivare a quelli più sintetici.

Il parquet in vero legno, però, è trattato a differenza di quello in materiale plastico, che com’è realizzato, non subisce mutamenti né trasformazioni, ma resta tale per tutto il ciclo della sua vita.

Il parquet bianco sbiancato è ottenuto da un classico legno naturale, cui è applicato una vernice o un olio di colore bianco, che permette la resa cromatica tendente al blu, freddo, oppure al grigio, più caldo. In questo modo, si mantengono le venature del legno, che risaltano palesemente sulla parte sbiancata.

Altro parquet bianco è quello decapato: il trattamento in questo caso è un po’ più complesso e il risultato di schiarimento è ottenuto dalla calce come impregnante, che ripetutamente è passata nei forni. Il risultato è un legno con venature molto chiare su base scura, l’essenza utilizzata in genere è il rovere, ma spesso si usano anche altri legni.

 

Prima foto: Listone Giordano, parquet Natural Genius

 


  • parquet bianco Quando dobbiamo piastrellare uno spazio, soprattutto interno casa, la scelta del materiale è fondamentale per rendere gl
    visita : parquet bianco
  • parquet sbiancato Un appartamento che abbia una stanza con finestre e vetrate non molto ampie può compensare la mancanza di luminosità nat
    visita : parquet sbiancato