Porte Blindate Cancelli e Ringhiere

Filtra i risultati

La Redazione Consiglia

I migliori articoli su Arredamento.it

- 16 gennaio 2016

I cancelli in ferro battuto sono molto richiesti sul mercato perché coniugano la qualità alla resa estetica. I consigli per scegliere quello giusto, ...

- 08 settembre 2014

I cancelli in ferro scorrevole ed automatizzato può essere una comoda soluzione per chiudere il vostro giardino e garantire un'entrata ed uscita ...

- 18 novembre 2010

Leggi i nostri consigli acquisto cancelli per trovare quello che più si adatta alle esigenze della tua casa.

I materiali per realizzarli

I cancelli e le ringhiere sono elementi architettonici complementari e al contempo caratterizzati da funzioni differenti. Il cancello indica e definisce l’ingresso di una proprietà e funge anche da sistema di protezione; la ringhiera tutela dal rischio di cadute da scale esterne, terrazzi e balconi ma spesso è anch’essa una struttura che contribuisce a delineare un’area privata e non. Sia i cancelli che le ringhiere, inoltre, hanno una grande valenza estetica: rappresentano, per molti versi, dei biglietti da visita. Questo il motivo per cui non di rado vengono realizzati con gli stessi materiali e sono assai simili dal punto di vista stilistico. A proposito di materiali, i più utilizzati sono il ferro, l’alluminio, l’acciaio e il legno. Il primo rappresenta la scelta più tradizionale, un evergreen; l’alluminio e l’acciaio sono considerati degni “rivali” e tutte e tre le opzioni garantiscono un ottimo grado di resistenza e durevolezza, a fronte di una manutenzione minima. I moderni trattamenti, in primis la zincatura e la verniciatura, hanno inoltre permesso di eliminare, o comunque ridurre notevolmente, il rischio che il cancello si arrugginisca o più in generale si danneggi e deteriori con l’andar degli anni. I cancelli e le ringhiere in legno sono senza dubbio più apprezzabili dal punto di vista estetico, ma è altrettanto vero che richiedono cure e interventi regolari, almeno una volta all’anno.

Le tipologie di cancelli

La prima distinzione da fare in riferimento ai cancelli riguarda il sistema di apertura: si sceglie infatti fra modelli a battente e modelli scorrevoli. I primi rappresentano la scelta più classica e assicurano un maggiore impatto visivo; sono d’effetto, insomma. I cancelli scorrevoli sono invece l’opzione più adatta a chi non dispone di molto spazio o preferisce, anziché lasciarlo parzialmente libero per permettere l’apertura delle ante, occuparlo in altri modi. Quanto all’estetica, appaiono più essenziali. A proposito di ante, sono generalmente una o due e anche in questo caso, nella decisione finale, molto influisce la quantità di superficie disponibile. Ancora, i cancelli possono essere manuali oppure automatici, cioè dotati di un motore che ne attiva la chiusura e l’apertura e che si gestisce tramite radiocomando. Un cancello automatico è una comodità maggiore, per ovvi motivi. Bisogna poi fare la differenza fra modelli pedonali e modelli carrabili. Se il cancello è carrabile, o carraio, si può passare anche con l’automobile o qualsiasi altro veicolo; in caso contrario, si passa esclusivamente a piedi.

Normative di sicurezza per ringhiere esterne

Le ringhiere proteggono, sì, ma proprio per questo è necessario che possiedano requisiti di sicurezza ben precisi. Innanzi tutto, il Decreto Ministeriale n.236/89 stabilisce che l’altezza minima da terra è pari a un metro: misura importante per tutti, ma soprattutto per i bambini. In secondo luogo i montanti verticali devono essere installati in modo che fra l’uno e l’altro non possa passare alcun oggetto sferico con diametro superiore ai 10 cm. La parte interna della ringhiera deve risultare libera da qualsiasi punto di ancoraggio (che, in particolare, potrebbe essere utilizzato dai più piccoli per arrampicarsi); è questo, fra l’altro, il motivo per cui le ringhiere non sono mai composte da elementi orizzontali. A prescindere dal materiale con cui è stata realizzata, inoltre, è obbligatorio che la ringhiera abbia una resistenza tale da reggere una spinta orizzontale ad opera di più persone appoggiate contemporaneamente e anche ammortizzare perfettamente eventuali vibrazioni. Infine è fondamentale che la superficie superiore della ringhiera sia liscia, quindi priva di sporgenze, e che non presenti punti vuoti; soprattutto per quanto riguarda le scale, in altre parole, è fondamentale che la presa sia agevole e salda e che la ringhiera garantisca sostegno e faccia anche da guida.