Arredamento.it

Arredamento.it

Igiene, estetica, funzionalità per le ante da cucina in laminato

Igiene, estetica, funzionalità per le ante da cucina in laminato

- 29 luglio 2019

Quali sono le tipologie di laminato per le ante della cucina

In cucina le ante danno immediatamente la loro impronta in fatto di stile e design: per questo devono essere funzionali e robuste. Costituite da un cuore di solito in truciolare, importante è il materiale che le ricopre.
Tra quelli utilizzati c'è il laminato, formato da un insieme di fogli di carta misti a resine sintetiche termoindurenti, melaminiche e fenoliche, in diversa percentuale, che vengono incollati a forte pressione sul supporto interno. Il risultato: superficie resistente e durevole.
In sintesi, le tipologie di laminato sono:

  • stratificato hpl cioè “high pressure laminate”, di qualità superiore, i cui strati sono ottenuti pressando contemporaneamente più fogli impregnati di resine melaminiche;
  • polimerico, costruito da pannelli di particelle di legno rivestiti in pvc;
  • Fenix, nella cui produzione ci sono trattamenti di nanotecologia e resine acriliche di ultima generazione, superficie opaca, permette di ripristinare piccoli graffi.

Nel suo modello Riciclantica, Valcucine propone ante leggere monoblocco, cioè un unico blocco di laminato stratificato senza bordi incollati, realizzato applicando il pannello di laminato ad un telaio strutturale in alluminio, permettendo così spessori di soli 2 mm.

I tanti vantaggi di una cucina in laminato

Quali sono i vantaggi di una cucina in laminato?
Ce ne sono davvero molti, ideali per questo ambiente. Il laminato è:

  • igienico e solido;
  • impermeabile a vari liquidi, dall’acqua all’olio, e persino ai diversi acidi degli alimenti;
  • resistente a graffi, urti, calore, vapore, abrasioni;
  • ampia gamma di colori, finiture, effetti, anche materici;
  • facile pulizia.

Il metodo di realizzazione del laminato fa sì che possano essere rivestiti anche i bordi dell’anta, evitando infiltrazioni dovute all’umidità che possono deformare e/o staccare la superficie.
Tra i consigli:

  • preferire i colori chiari, poiché gli scuri evidenziano le impronte;
  • meglio le superfici lucide che mostrano meno lo sporco.

Il modello Orange di Snaidero Cucine offre diverse soluzioni di ante in laminato, ad esempio nella versione fantasia Alhambra: in foto sono unite a superfici in nobilitato bianco artico e olmo New York. L’azienda adotta la tecnologia laser per le sue ante in laminato, che conservano la superficie del tutto priva di giunzioni visibili, estetica impeccabile, massima funzionalità.

Perché scegliere il laminato hpl

Perché scegliere il laminato hpl, high pressure laminate? Perché, rispetto ad altri tipi di laminati, si tratta di un rivestimento ottimale per le ante della cucina grazie agli elevati valori di pressione e temperatura con cui si fissano i componenti che lo formano, carta e resine. Tale procedura permette infatti la realizzazione di un materiale decisamente resistente a vapori, carichi e usure varie, oltre che igienico e impermeabile, qualità molto utili in cucina.
Inoltre, selezionato nei tanti effetti e colori:

  • non emette gas, vapori, solventi o sostanze tossiche;
  • buona parte delle materie utilizzate può essere riciclata;
  • è versatile poiché trova applicazione in diverse forme;
  • è di lunga durata e ignifugo.

Il laminato hpl permette di simulare diversi effetti naturali: ne è un esempio la pietra Palladio proposta da DoimoCucine per il suo modello Aspen nelle ante dell’isola centrale, dal grande e piacevole impatto visivo.

Che manutenzione richiede una cucina in laminato

La cucina in laminato è veloce da pulire e ha bisogno di pochi interventi di manutenzione:

  • per la pulizia normale basta un panno in microfibra inumidito ben strizzato, con un poco di detergente neutro se lo sporco è più ostico;
  • contro le macchie di calcare si può usare acqua tiepida e aceto bianco, ricorrendo a spugne morbide e lasciando agire per alcuni minuti, risciacquando bene.

Un suggerimento contro aloni e strie opacizzanti: passare dopo la pulizia un panno asciutto.
Da evitare:

  • prodotti aggressivi come anticalcari o specifici per il forno;
  •  pagliette in acciaio;
  • detersivi abrasivi in polvere.

Se il laminato è Fenix, oltre ai consigli validi per gli altri tipi, si può usare una spugna in schiuma melamminica, la cosiddetta gomma magica, che rende il tutto ancora più agevole. Utile informazione che può riguardare la cucina Obliqua di Ernestomeda, che punta a una accogliente continuità cromatica tra top, gole, ante e zoccoli in un'unica finitura Fenix.

Sfoglia i cataloghi: