- 22 gennaio 2014

Soluzioni pratiche e alla portata di tutti

Quando dobbiamo eseguire la sostituzione vasca da bagno possiamo scegliere se sostituire la vasca con sistemi tradizionali con intervento cioè di un idraulico, muratore e piastrellista che nella stragrande maggioranza dei casi se non si vogliono avere toppe, deve sostituire tutto il rivestimento a parete. Se però la richiesta di sostituzione è data dalla necessità di avere una vasca differente dalla precedente e magari più grande, che possa coprire la rottura delle piastrelle precedenti, allora possiamo tentare di salvare il rivestimento, sovrapponendo alla parte mancante la nuova vasca con le sue finiture stondate. Nello specifico, una vasca ad angolo di dimensioni rilevanti, potrebbe coprire lo spazio di muro da cui abbiamo rimosso il rivestimento. La soluzione di questo tipo è dispendiosa e spessa molto lunga nei tempi di lavorazione se la nostra necessità è di rimettere solo a nuovo la vasca senza cambiare né modificare nulla: in questo caso allora possiamo preferire soluzioni alternative. 

Sostituzione vasca da bagno con vasca dentro la vasca

Nel caso in cui la vasca da bagno sia estremamente vecchia e rovinata possiamo effettuare la sostituzione vasca da bagno solo rivestendola. Possiamo optare per verniciature, rismaltature o vetrificazione nel caso la vasca sia molto vecchia e vogliamo però mantenerla tale. Questa soluzione però in termini di durata è sicuramente inferiore a una vasca nuova, quindi, se la casa è quella definitiva e nostra, possiamo valutare ancora un’altra soluzione. Ecco affacciarsi sul mercato una nuova tecnica in grado di garantire qualità e tempi di utilizzo come fosse installata una vasca nuova, poiché è di questo che si tratta. Infatti, la soluzione consta di un guscio in acrilico e vetroresina, materiale molto resistente ad acidi e detersivi, con superficie lucida. In questo modo in un paio d’ore potrete avere la vasca come nuova, e il tutto senza rompere le piastrelle e senza sporcare nulla. La sostituzione e ricopertura della vasca implica anche sostituzione di troppopieno e piletta che nella stragrande maggioranza dei casi sono arrugginiti e rovinati dal tempo. La possibilità è di scegliere la vasca perfetta per la sovrapposizione alla vostra, poiché ne esistono più di 40 modelli: è possibile inoltre montare un sistema idromassaggio ad aria nella nuova soluzione montata.

La sostituzione vasca da bagno con la doccia

La sostituzione vasca da bagno con un’equivalente vasca spesso non è la soluzione preferita da tutti, e molti a questo proposito possono preferire l’installazione di un piatto doccia, pratico e comodo, molto funzionale. Le fasi di lavorazione in questo caso consistono nello smontare la vasca esistente o rimuoverla se è una tipologia di quelle di vecchio tipo, rimuovere il rivestimento in prossimità della vasca in modo da poterlo sostituire con un rivestimento nuovo, per la doccia, scegliere un piatto doccia lungo al pari della lunghezza della vasca, se si vuole, oppure in base alle necessità, ridurlo per posizionare magari un mobile al suo fianco. In seguito si dovrà sostituire piletta e scarico, se necessario, dopo di che proseguiremo con la sigillatura e il fissaggio con poliuretano in schiuma per evitare infiltrazioni di acqua in conseguenza. 

Sfoglia i cataloghi: