Arredamento.it

Arredamento.it

Stufe a pellet a convezione naturale: una testimonianza

Stufe a pellet a convezione naturale: una testimonianza

- 15 gennaio 2015

Stufa senza ventilazione: i vantaggi

Le stufe a pellet a convezione naturale funzionano senza ventola interna e quindi risultano più silenziose rispetto alle stufe a pellet ad aria. Il proprietario di una di queste stufe in Belgio si dichiara molto soddisfatto dell’acquisto. I modelli a pellet non lo convincevano, perché non voleva rinunciare alla silenziosità che è tipica solo dei prodotti a legna. Non era convinto nemmeno della fiamma delle stufe a pellet, che risulta “concentrata” e poco naturale rispetto al fuoco di legna, Contemporaneamente, però, non aveva spazio sufficiente in giardino per realizzare una legnaia e la praticità del pellet lo attraeva molto, soprattutto per la possibilità di programmare accensione e spegnimento ad orari prestabiliti.

Legna o pellet: cosa scegliere

Scoprendo le stufe a pellet a convezione naturale di MCZ, il nostro protagonista ha risolto il suo dilemma. La stufa che ha scelto, il modello Tray, è un ottimo compromesso tra la praticità e il comfort. Essendo priva di ventilatore, Tray scalda per convezione naturale, in modo silenzioso e piacevole. Accanto a lei è possibile suonare la chitarra, conversare o guardare la televisione senza il minimo disturbo, ma con un calore che si irradia molto efficacemente in tutto l’ambiente. Tray, inoltre, è dotata di un braciere allungato che permette anche alla fiamma di pellet di essere ampia e bella da guardare, esattamente come un fuoco di legna. Nel progetto qui presentato, la stufa a pellet è riuscita a conquistare un posto d’onore al centro del salotto e a creare un’atmosfera di grande calore, in tutti i sensi. Come tutte le stufe a pellet, anche Tray è molto pratica da usare: può essere gestita facilmente da telecomando e può essere anche programmata in modo che si accenda e si spenga secondo le proprie preferenze.

Sfoglia i cataloghi: