Tavoli rotondi allungabili, trasformarsi è facile

Tavolo rotondo allungabile

I tavoli allungabili, sempre più di frequente, sono presenze indispensabili nella zona living. Perché con pochi e semplici gesti aggiungono più posti a tavola, risolvendo così eventuali problemi di spazi. Ci sono i tavoli allungabili quadrati, rettangolari, ovali. E ci sono i tavoli allungabili rotondi. I preferiti da molti. Quelli che, senza dubbio, con la loro forma aggiungono un tocco di allegria e fluidità all’ambiente. Meno severi dei compagni quadrati e rettangolari, si prestano alle numerose interpretazioni dei designer e hanno sempre un’immagine seducente e accattivante. Non solo. Risultano particolarmente versatili per quanto riguarda l’abbinamento rispetto agli altri mobili e complementi presenti nella stanza. Si sposano bene sia con lo stile classico che con quello moderno, valorizzano e al contempo smussano la rigidità dello stile minimalista, in certe versioni sono assolutamente perfetti per gli appartamenti shabby chic e country. Diciamo che l’unico veto può riguardare lo stile industriale: in tal caso c’è il rischio che possano risultare come una nota stonata. Ma per il resto, via libera ai tavoli rotondi allungabili e alla loro familiare eleganza. Nella foto vi mostriamo Eclipse, tavolo da pranzo allungabile rotondo proposto da Ozzio Italia, design Studio Ozeta. Ha la base in metallo, il piano in cristallo e l’allunga centrale in nobilitato in tinta. Una volta esteso, può accogliere fino a 8 persone.
Tavolo rotondo allungabile


Tavolo rotondo allungabile in legno

Tavolo rotondo allungabile in legno I tavoli allungabili rotondi hanno un forte potere d’arredo grazie alla loro capacità di trasmettere un senso di pienezza sia pur senza saturare l’ambiente. E si badi bene: l’impatto visivo potrebbe ingannare e spingere a credere il contrario, ma il tavolo allungabile non occupa un’area più estesa rispetto a quello rettangolare o quadrato. Può inoltre risultare più comodo perché, non avendo spigoli, offre ai commensali una superficie continua e dunque permette loro sia di sfruttare l’intero perimetro che di stare più vicini. E quando si è più vicini, si chiacchiera meglio. Siamo dinanzi al giusto compromesso fra stile e funzionalità, insomma. Per quanto riguarda i materiali, i più diffusi e quelli in grado di offrire una maggiore resa estetica sono senza dubbio il vetro, la resina, l’acciaio e il cristallo. Poi c’è il legno. L’intramontabile legno. Che non solo sa sempre sottolineare e far valere il fascino della tradizione, per quanto grazie alla sua versatilità – e anche alle sue infinite, affascinanti sfumature – si presta alle più diverse interpretazioni moderne. E diventa anche espressione del design più carismatico. Una dimostrazione concreta giunge dal tavolo Atelier di Calligaris, interamente in legno. Quando è chiuso ospita comodamente 4 persone; all’occorrenza, il piano si estende grazie all’allunga centrale (in tinta) e accoglie fino a 6-8 persone. Le gambe restano sempre perimetrali per garantire il massimo confort a tutti i commensali. Calligaris è concepito non solo per la sala da pranzo ma anche per la cucina.

  • tavolo e sedie home office Nel vetro una passione, nell’innovazione una cultura, nell’eleganza una filosofia: Fiam aggiunge ancora un altro capitolo alla sua lunga storia e, tra le novità 2010, presenta ...
  • tavolino calligaris Quante volte nella nostra vita ci siamo trovati a mangiare in salotto, sul divano, in parte scomodi, cercando una soluzione per rendere meno burrascosa la nostra cena a suon di film in dvd e aperitivi...
  • tavolo tower con sedie calligaris Tavolo con sedie: indispensaile nell’arredo di tutti i tempi, il tavolo e le sedie rivestono un ruolo centrale nelle relazioni domestiche e ci accolgono nelle occasioni più disparate: quando mangiamo,...
  • sedie nera Forme lineari e rigorose, superfici scultoree, materiali eleganti come le essenze del legno o hi-tech in vetro e l’alluminio. I tavolo e le sedie ad essi abbinate, per assonanza o per contrasti second...


Tavoli rotondi allungabili moderni

Tavoli rotondi allungabili moderni Le dimensioni dei tavoli rotondi allungabili moderni sono variabili. Per non sbagliare, il consiglio è quello di sceglierli per ultimi. Ovvero dopo che il resto dell’arredamento è stato definito. In tal modo si potrà valutare con esattezza lo spazio disponibile e sarà più facile armonizzare tutto l’insieme per quanto concerne sia le forme che lo stile. I tavoli rotondi estensibili “nascondono” una porzione a scomparsa che vien fuori grazie a meccanismi manuali collaudati e davvero alla portata di tutti: in una manciata di minuti aumenta la superficie e disposizione e, di conseguenza, aumentano i posti a sedere. Si tenga però presente che, nella versione ampliata, il perimetro del tavolo non deve mai occupare l’intera area disponibile: è necessario mettere in conto anche l’ingombro delle sedie e lasciare tutti i centimetri necessari affinché tutti possano sedersi e muoversi con la massima comodità. Nella foto vi mostriamo il tavolo Bramante di Estel, designer Enrico Tonucci. In legno di rovere naturale oppure tinto, ha un particolare basamento centrale che assicura stabilità nell’allungo e – appunto – libertà di disposizione dei commensali. E’ anche disponibile in versione ovale.


Tavoli rotondi allungabili, trasformarsi è facile: Tavolo rotondo allungabile bianco

Tavolo rotondo allungabile bianco I tavoli rotondi allungabili bianchi sono chic, oltre che funzionali. Perché un tavolo bianco è sufficiente per creare un’atmosfera di classe, per comunicare un’idea di stile e modernità. Col suo candore, il tavolo bianco allungabile dona grande respiro e luminosità a tutto lo spazio circonstante e sembra anche dilatarlo: se si sceglie laccato, in tal senso, è ancora meglio. E tali doti vengono amplificate dalle forme sinuose e avvolgenti. E’ perfetto non solo per i luoghi piccoli, ma anche per quelli in cui la metratura non è un problema e tuttavia si desidera introdurre fra quelle mura qualcosa di speciale. Chiuso, il tavolo bianco crea un perfetto angolo per rilassarsi da soli e per sorseggiare un buon the in compagnia. Aperto, eccolo pronto ad accogliere più persone per dare via a un lungo e catartico momento di convivialità. Nelle foto, il noto tavolo Oops di Kristalia, designer Designer Monica Graffeo. Le gambe, dalla forma arcuata, sono realizzate in fusione di alluminio, con modalità artigianali. Nella versione allungabile si allontanano, rivelando il vassoio centrale con le prolunghe che trasformano il tavolo da rotondo a ovale. Il piano, in Mdf tamburato di forte spessore, si presenta in laccato bianco o nero, versione che può anche essere monocromatica con gambe verniciate in tinta con il piano.