Tende da sole per balconi: come proteggere la casa nel periodo estivo

- 03 aprile 2020

Quali sono le tipologie di tende da sole per i balconi

Le tipologie di tende da sole più utilizzate per i balconi sono le seguenti:

  • Tende a bracci: offrono una protezione soltanto frontale, sono molto diffuse. Si fissano alla parete (o al soffitto) tramite appositi ganci e il telo si srotola a sbalzo, scorrendo su due bracci estensibili laterali agganciati a una struttura tubolare. Si montano con facilità e sono perfette anche per i balconi più piccoli.
  • Tende a caduta: scendono in senso verticale a filo facciata tramite un apposito rullo, formando una protezione sia frontale che laterale. Possono essere utilizzate anche divise in due tratti: uno che scende verticalmente, appunto, e uno che sporge sul balcone per mezzo di bracci laterali facendo passare più luce.


Poi ci sono le tende a cappottina, rappresentanti di uno stile più classico e di un gusto più estroso: catturano subito l’attenzione grazie alla loro forma bombata; hanno un telaio curvo che viene fissato al muro e bracci estensibili che permettono l’apertura e la chiusura della tenda stessa.

Perché installare le tende su un balcone

Proteggersi dal caldo e dal fastidio che può generare la luce solare in determinati momenti della giornata, durante i mesi estivi; creare confortevoli zone d’ombra e allestire al meglio il proprio spazio outdoor, sia pur di dimensioni ridotte, rendendolo più accogliente e personalizzandolo: sono questi i principali motivi per cui si decide di installare le tende su un balcone.

Ma se ne aggiungono altri: le tende consentono di utilizzare più a lungo e in modo più soddisfacente l’ambiente esterno, anche proteggendo dagli sguardi indiscreti. Rappresentano un elemento decorativo, per cui rendono più gradevole l’estetica sia dell’abitazione che dell’edificio.

In più, proprio la creazione di zona d’ombra si traducono in un risparmio sulla bolletta elettrica, perché permettono di evitare che la casa si surriscaldi e limitare quindi l’utilizzo di condizionatori e climatizzatori.

Tende da sole: preventivi a confronto

Il prezzo delle tende da sole dipende dalla marca, dal tessuto con cui è realizzato il telo, dalla tipologia, dalle dimensioni, dal meccanismo (manuale o motorizzato). Ma vogliamo darvi qualche indicazione relativa ai preventivi. Una tenda a bracci da 400x300 cm può costare fra i 300 e i 1.300 euro; tra i marchi che si collocano nelle fasce più alte citiamo Gibus, Arquati, Tempotest, BT Group, MV Living, Pratic.

Le tende a caduta costano meno, per un modello da 240x300 cm possono bastare anche 250 euro e difficilmente si superano i 700-800 euro. Le cappottine sono accattivanti ma non economiche: un modello con larghezza pari a 200 cm e con quattro raggi costa come minimo 350 euro, se di buona qualità.

Una tenda motorizzata di dimensioni contenute ha un prezzo di partenza pari a 400-500 euro; in alcuni casi si arriva anche a quota 2.000 euro.

Occorrono permessi per installare le tende sui balconi?

La risposta è no: l’installazione delle tende sui balconi non richiede alcun titolo né autorizzazione, perché rientra fra gli interventi di edilizia libera (l’elenco completo coincide con il Glossario del Decreto Edilizia Libera). Le tende da sole, in altre parole, hanno una semplice funzione accessoria di arredo dello spazio outdoor, limitata nel tempo, per cui sono stati eliminati iter burocratici davvero inutili. Ma attenzione.

Potrebbe essere necessaria, di contro, la concessione di un permesso al condominio; alcuni regolamenti interni prevedono dei “paletti”, per esempio stabiliscono che, per mantenere il decoro architettonico della facciata, tutte le tende debbano avere lo stesso colore ed essere dello stesso modello.

In altri casi, per fortuna piuttosto rari, il regolamento proibisce l’installazione di tende sul balcone. E a quel punto ingaggiare una lotta non è affatto consigliabile.

Sfoglia i cataloghi: