Angolo cottura in soggiorno

Angolo cottura in soggiorno

Il soggiorno è generalmente l’ambiente più vissuto dell’intera abitazione, in soggiorno si può, infatti, studiare, guardare la TV, mangiare, rilassarsi, intrattenersi con gli ospiti e tante altre attività giornaliere.

 

Talvolta ci troviamo di fronte uno spazio limitato, come ad esempio un monolocale o un bilocale, ma anche semplicemente un’unica stanza in cui, per motivi logistici, dover far confluire sia il soggiorno sia la cucina. In questo caso l’idea di creare un angolo esclusivo, riparato, dedito solo alla cottura non è affatto male!

 

Il rischio di tenere tutto assieme in un’unica stanza, senza divisori, è quello di creare un senso di confusione, un disagio organizzativo ed anche estetico. Infatti, un soggiorno e una cucina presentano diversità d’uso ma anche d’arredamento; ciò che va bene per l’uno può non essere adatto per l’altro, ecco perché si fa largo la necessità di separare i due ambienti il più possibile! Ma poiché la decisione finale è soggettiva c’è chi potrebbe comunque preferire un angolo cottura a vista, senza apparenti separazioni, utilizzando ad esempio delle penisole, in questo caso sarebbe però auspicabile tutta una serie in più di piccole accortezze, al fine di realizzare un ambiente strutturato e piacevole.

 

 

Angolo cottura in soggiorno

@LIU-Cottura di tovagliette per bambini cucina Potholder del silicone fornisce doni

Prezzo: in offerta su Amazon a: 38€


Angolo cottura e soggiorno

Angolo cottura e soggiorno Innanzitutto è necessario pensare a come dividere l’ambiente che abbiamo a disposizione, quanto spazio vogliamo riservare al soggiorno e quanto invece all'angolo cottura e in che posizione preferenziale vogliamo sistemarli, rispetto alla planimetria della stanza. Una volta deciso mentalmente come realizzare la divisione, dovete pensare al modo in cui ottenerla materialmente. Che cosa potete utilizzare a tal fine?Il modo più immediato è scegliere un mobile che possa, per le sue caratteristiche, fungere da divisorio; esistono in commercio soluzioni ottimali in questo senso.

 

Se invece il divisorio da realizzare appare più complesso nelle forme, potete scegliere di rivolgervi a un mobilificio, dove esponendo le vostre esigenze sarete sicuramente accontentati. In questo caso il costo di realizzazione potrebbe essere più elevato. Altra soluzione che potete adottare è realizzare una parete in cartongesso, che delimiti le due zone, oppure optare per una parete in vetro temperato colorato. Porte scorrevoli e pannelli a scomparsa potranno sicuramente essere utili per la realizzazione di un efficace divisorio. Vi è infine un’altra idea, non meno ingegnosa, quella di inserire l’angolo cottura in una specie di armadio a muro, che lo renda visibile quando necessario e nascosto alla vista nel tempo restante. 

 

 

 

  • cucina soggiorno Creare un open space cucina soggiorno può essere una buona soluzione per ingrandire l’ambiente nel caso di piccoli spazi.Le soluzioni in questo caso si limitano ad arredi che possano ...
  • Come arredare cucina e soggiorno insieme Quando l’arredamento cucina soggiorno è a vista e integrato in unico ambiente è fondamentale scegliere nel modo più adeguato.L’impiego di blocchi multifunzione dalle linee moderne e minimali per l’a...
  • cucina moderna lube doris La cucina moderna è un arredo costituito da diversi elementi: le basi, i pensili, gli accessori interni e il piano di lavoro, elettrodomestici e lavabo.Tutti questi elementi devono essere armonizzat...
  • cucina aspen doimo Come progettare la cucina: Se è vero che la casa è lo specchio di noi stessi, essa deve essere progettata e pensata su misura per chi la vivrà. In questi ultimi anni abbiamo assistito ad un totale rip...

SQDJJCL-tende di lusso soggiorno camera da letto di lusso jacquard in ciniglia tende in tessuto finito tende personalizzate,tendaggi/m

Prezzo: in offerta su Amazon a: 49€


Arredare soggiorno con angolo cottura

Arredare soggiorno con angolo cottura La presenza dell’angolo cottura in soggiorno è sinonimo di un’area molto eterogenea, in cui l’arredamento diventa anche strumento fondamentale per la definizione degli spazi. Una piccola isola con gli sgabelli, per esempio, non solo è funzionale ma segna idealmente la divisione fra la cucina e la zona soggiorno. Una divisione che può essere ulteriormente sottolineata da un divano posizionato di spalle rispetto alla suddetta isola. Per quanto riguarda il tavolo, invece, c’è una maggiore libertà creativa. Nel senso che esso è l’elemento comune, il protagonista, si posiziona ovunque – anche in mezzo – e va sempre bene. Sul muro più lungo, invece, perché non collocare una parete attrezzata? Buona soluzione per riunire la tv, l’impianto stereo, i libri, i vasi e tutti gli altri soprammobili ed elementi decorativi. E a proposito di pareti: via libera ai colori diversi, che forniscono un aiuto in più nella scansione delle diverse aree; vietato, invece, mescolare stili differenti per quanto riguarda gli arredi. Certo, qualche contrasto ad hoc, ben studiato, non guasta mai. Ma la contaminazione fine a sé stessa, priva di criteri, è a dir poco controproducente. Si rischia di creare un ambiente chiassoso ed esteticamente pessimo. Anche l’illuminazione è preferibile che sia uniforme, costruita attraverso lampade a sospensione, da terra e faretti.


Soggiorno con angolo cottura dimensioni minime

soggiorno con angolo cottura dimensioni minime Prima di progettare un angolo cottura in soggiorno è bene verificare che le misure della stanza lo consentano. Forse non tutti lo sanno, ma non si tratta di una scelta individuale e priva di vincoli. La normativa nazionale (DM 05/07/1975), infatti, per il soggiorno stabilisce una misura minima di 14 mq e impone un’adeguata aeroilluminazione; a ciò si aggiungono i regolamenti edilizi comunali, che a volte sono più restrittivi proprio riguardo la metratura minima. Un controllo incrociato è d’obbligo. Non ci sono indicazioni specifiche riguardanti l’allestimento di un angolo cottura nell’ambiente in questione, tuttavia è consigliabile operare con buon senso e fare una valutazione il più possibile obiettiva. Come? Rilevando accuratamente le larghezze, le altezze e le profondità; osservando la collocazione di porte e finestre e passando in rassegna anche eventuali nicchie e sporgenze. Tenendo conto, inoltre, della collocazione dei termosifoni, degli attacchi di acqua e gas, del posizionamento delle prese elettriche. Una volta ottenuto un quadro completo, si può decide se e come procedere.


Angolo cottura a scomparsa

Angolo cottura a scomparsa Un’altra valida soluzione, per l’angolo cottura in soggiorno, è rappresentata dalle mini cucine monoblocco a scomparsa. Particolarmente indicate per gli ambienti non molto ampi, consentono di razionalizzare l’utilizzo degli spazi e di allargare l’area soggiorno. L’angolo cottura a scomparsa è completo di tutto, anche del piano di lavoro, del lavabo e del frigorifero; sostanzialmente non comporta, cioè, particolari rinunce in termini di comfort e funzionalità. E si adatta facilmente anche al resto dell’arredamento. Le mini cucine di Mobilspazio sono state concepite per residence, studentati e foresterie, ma si collocano perfettamente anche nelle abitazioni private e ovunque ci sia bisogno di una struttura compatta che al momento opportuno “sparisca”. L’azienda propone numerosi modelli che si differenziano fra di loro per quanto riguarda lo stile, ma anche le colorazioni e le larghezze: si parte da 125 cm. Per quanto riguarda i sistemi di chiusura, si sceglie fra la serrandina scorrevole, le ante a battente e le ante a pacchetto. La versione standard comprende frigo, piano cottura elettrico o gas, lavello con una vasca più gocciolatoio, rubinetto, pattumiera, cappa, scolapiatti, top idrorepellente, protezione in acciaio.

In foto: cucina a scomparsa Minisystem Snaidero.


Angolo cottura Ikea

Angolo cottura Ikea Le cucine modulari Ikea sono indicate per qualsiasi tipo di ambiente, dunque possono anche rivelarsi ottime alleate per nel caso in cui si scelga di avere un angolo cottura in soggiorno. Le cucine più piccole si estendono lungo una sola parete, senza nemmeno occuparla tutta. In poco spazio c’è tutto. E tutto è disponibile in diverse misure, affinché possano essere soddisfatte le esigenze più diverse. Si prendano i componenti della serie Grevsta in acciaio inox, per esempio. L’anta è disponibile nelle seguenti misure: 20x80 cm, 40x80 cm, 40x100 cm, 60x100 cm, 60x80 cm. Varie misure anche per i mobili base, i mobili con 3 o 2 frontali (ma anche 4 e 6), i pensili. Impossibile non creare la composizione adatta al proprio soggiorno. Segnaliamo inoltre gli elementi modulari Fynding: i mobili sono già completi di ante, ripiani e cassetti; non resta che scegliere le maniglie o i pomelli e aggiungere il piano di lavoro, il lavello, il miscelatore e gli elettrodomestici.


Soggiorno con angolo cottura moderno

Soggiorno con angolo cottura moderno Lo stile certamente più apprezzato nel corso degli ultimi anni è quello moderno, che si presenta con mobili lineari, dalla struttura ben definita e priva di particolari decorativi pretenziosi. Negli arredi moderni le finiture, di solito, prediligono colori chiari, oppure, tinte definite, come il rosso o il nero. La soluzione di allestire un soggiorno con angolo cottura trova un grande riscontro nelle abitazioni moderne, dato che, sempre più spesso, queste si presentano con metrature piuttosto ridotte. Per un allestimento di questo tipo, di solito, si privilegiano cucine realizzate con ante lisce, anche senza maniglia, così da avere un arredo lineare e pulito. Spesso, se lo spazio lo permette, l'angolo cottura viene delimitato da una penisola o da un'isola, elemento che consente di ottenere una separazione funzionale senza bisogno di suddividere la stanza con pesanti murature.

In foto: composizione cucina Liberamente Scavolini.