Colori pareti cucina, come sceglierli

Colore pareti cucina

I colori pareti cucina vanno scelti con cura e seguendo sia i gusti personali che precisi criteri. Innanzi tutto è necessario valutare l’esposizione della cucina stessa e le variazioni della luce naturale durante la giornata e durante le stagioni: un buon equilibrio tra colore e luce, naturale ma anche artificiale, è fondamentale al fine di creare un ambiente armonioso nel quale svolgere con serenità e allegria le attività quotidiane. Ricordate che i nostri sensi sono collegati l’uno all’altro; come ha dimostrato l’esperto Johannes Itten, il colore di un locale “influenza” quello del cibo e di conseguenza con la percezione del suo sapore. Per questo motivo sarebbe opportuno evitare in cucina colori troppo connotati come il rosa (gusto dolce), il viola e tutte le sue sfumature, che dal punto di vista olfattivo evocano i fiori. Dovrebbero essere banditi anche i colori troppo scuri, sia perché tolgono luminosità (e di conseguenza fanno consumare più energia elettrica, fattore da non trascurare), sia perché potrebbero trasmettere la sensazione di un gusto amaro. Il consiglio, in tutti i casi, è di non limitarsi a scegliere un colore dai campionari ma fare anche una prova sulla parete in questione: basta una campitura quadrata di circa 50 cm. Se la vostra cucina ha uno stile classico puntate sulle tinte pastello, che sono calde e trasmettono anche gradevoli sensazioni legate al gusto. Perfetti anche il panna, il color cannella, il beige e l’avorio.
Colore pareti cucina

Galileo Casa Organizer&Beauty Organizer Cassetto 3 Scomparti, Tnt, Avorio, 31 x 16 x 10 cm

Prezzo: in offerta su Amazon a: 8,6€


Colori per pareti cucina

Colori per pareti cucina La cucina è sempre l’ambiente più vissuto della casa, il luogo in cui si trascorre la maggior parte del tempo insieme ai familiari e anche agli amici. Il trend attuale coincide con l’integrazione della cucina nella zona living, di conseguenza si crea un unico grande ambiente nel quale confluiscono tutti nel segno della convivialità. Si sta insieme, magari svolgendo attività diverse. Ciò significa che i colori pareti cucina devono essere luminosi, positivi, rilassanti. Scegliendone uno chiaro, si va sul sicuro. Il bianco è da sempre l’opzione migliore, poiché oltre a donare alla stanza la giusta illuminazione trasmette un senso di ordine e pulizia. Se però anche i mobili sono bianchi o comunque molto chiari, è meglio puntare su altre nuance altrimenti si crea un effetto di monotonia e austerità. In casi simili è preferibile orientarsi verso altre tinte come il giallo chiaro, l’arancio, il verde. Anche l’azzurro e il color carta da zucchero sono promossi, benché solitamente utilizzati per la camera da letto. Secondo il Feng Shui, disciplina orientale che studia le influenze e le sensazioni associate ai colori, il blu e l’azzurro inducono al relax. In cucina, quindi, contribuiscono a rendere l’atmosfera più accogliente e armoniosa: osate, non ve ne pentirete.

  • Arredamento soggiorno Sono le tendenze ma anche le esigenze pratiche di organizzazione degli spazi che vogliono l'arredo del soggiorno all'insegna della modularità. I produttori oggi ci offrono infinite soluzioni per arred...
  • Zona living La zona giorno, insieme alla cucina, è uno degli gli spazi che più utilizziamo in casa. La maggior parte del tempo trascorsa all’interno di casa, si passa qui: per studiare, per lavorare, per cucinare...
  • Arredo soggiorno Come cambia la zona giorno, i gusti, i materiali utilizzati. Sino a pochi anni or sono, la qualità di un mobile pareva essere legata al legno, allo spessore, alla manualità che lo aveva creato. Oggi l...
  • Abacus Living Rimadesio Un vero sistema work in progress: è Abacus living di Rimadesio, un programma di boiserie attrezzate per la zona giorno, con un ampia varietà di elementi compositivi che consentono di interpretare diff...

ARTICOLI e REGALI RELIGIOSI, OGGETTI SACRI e IMMAGINI SACRE on line su Albalu.it | CROCIFISSO CRISTO CROCE IN LEGNO DA APPENDERE A PARETE MODERNO E DECORATO INTRECCIATO GRANDE CM 36X51| Idee regalo mamma, papà, nonno, nonna, zio, zia per Natale, per compleanno, per la casa o altre occasioni

Prezzo: in offerta su Amazon a: 42,9€


Colori cucina pareti

Colori cucina pareti Colori cucina pareti: come il blu e l’azzurro, anche il verde rappresenta una scelta insolita ma vincente. Come sottolineato da Feng Shui, il verde è il colore della natura, delle piante che donano ossigeno, della vita sana e all’aria aperta. In mezzo alla natura ci rilassiamo, nutriamo pensieri positivi e riusciamo ad allontanare quelli negativi, proviamo belle sensazioni. Il verde, tra l’altro, generalmente è amato dalle persone calme, miti, sincere, aperte. Per tutti questi motivi, le pareti verdi in cucina consentono di creare un’atmosfera di equilibrio e armonia. L’ambiente è vitale ma anche rilassante. Il verde mette in sintonia l’interno della casa con l’esterno. Anche in questo caso bisogna tuttavia tener presente la regola dei toni: vi consigliamo quelli più chiari e discreti, vi sconsigliamo quelli troppo accesi. Via libera anche per l’arancio, il colore del buonumore e dell’ottimismo, della convivialità e dell’energia. L’abbinamento perfetto è quello con il bianco o comunque con i colori neutri. Non usatelo, però, se i mobili della vostra cucina sono di legno molto scuro perché il risultato potrebbe risultare cupo.


Colori pareti cucina, come sceglierli: Pareti cucina colore

Pareti cucina colore La scelta dei colori pareti cucina deve rispettare, naturalmente, anche il tipo di arredamento e rispecchiare i gusti personali. Scegliere il colore “giusto” ma non amarlo è controproducente, perché nel giro di pochissimo tempo potrebbe nascere una grande insoddisfazione e addirittura un senso di malessere. Se desiderate una regola da usare come bussola, ecco la più semplice: i mobili scuri vogliono pareti con tinte più chiare, i mobili chiari chiedono pareti con tinte più scure, sia unite che sfumate. Se nella vostra cucina ci sono mobili chiari ma proprio non intendete rinunciare al bianco per le pareti, un altro suggerimento è quello di smorzarlo tramite particolari tecniche di pittura come la spugnatura, il tamponato e la cenciatura. Si ottengono così dei caratteristici contrasti che oltre a spezzare il bianco, lasciato in sottofondo, creano l’effetto di una parete policromatica. Per quanto riguarda invece il tipo di pittura, per la cucina la più indicata è l’idropittura traspirante, capace di combattere l’umidità e la muffa che normalmente si forma in un ambiente simile. Ricordate di tinteggiare in un periodo dell’anno che non sia troppo freddo e neppure troppo caldo: l’umidità e la pioggia possono rallentare l’asciugatura compromettendo il risultato finale, il caldo al contrario la velocizza troppo. L’ideale è la primavera.