Divani e Poltrone Coordinati o a Contrasto

La Redazione Consiglia

I migliori articoli su Arredamento.it

- 21 luglio 2014

Coordinare o differenziare?

Divani e poltrone coordinati tra loro, con quel gusto un po’ rétro che fa tanto atmosfera dantan, oppure divani che si discostano nettamente dalle poltrone, le quali magari differiscono anche nello stile, conferendo all’ambiente una grande personalità? Pare proprio questa la tendenza dominante in base a quanto osservato alle ultime fiere internazionali dell’arredo. Divani e poltrone “amici”, certamente, ma ognuno con il suo carattere. L’importante è posizionarli in modo razionale e armonico, il che non è così scontato.

Come posizionare il divano e le poltrone

Ovviamente, il divano va selezionato in base allo spazio disponibile: per aree piuttosto vaste è auspicabile una soluzione intelligentemente sviluppata in lunghezza o larghezza, senza badare eccessivamente alle dimensioni. Le poltrone si potranno posizionare sul lato opposto per definire uno spazio interno da utilizzare magari come salottino, corredando il tutto con un grazioso tavolino e un tappeto. I divani e poltrone di design ammirati durante l’ultimo Salone del Mobile conferirebbero senz’altro all’ambiente un tocco di grinta e solarità.

L'ubicazione in spazi ridotti

Qualora lo spazio fosse ridotto, il divano sarà necessariamente con meno sedute e dunque saranno le poltrone le vere protagoniste. Con un minidivano a due posti, sarà possibile coordinare le poltrone facendo uso di cuscini che rimandano ai motivi principali del divano stesso; al contrario per conferire maggior movimento all’ambiente, si possono scegliere poltrone del tutto contrastanti il divano, magari con un leggere effetto shocking. Con un po’ di fantasia mischiata alla giusta dose di razionalità, non è difficile sviluppare divani e poltrone ad alto tasso di originalità.

Sfoglia i cataloghi: