Poltrone da camera: il relax si fa morbido

La poltrona da camera in stile classico

Quando parliamo di poltrone da camera nell’immaginario comune appare una di quelle classiche e morbide sedute con braccioli, dalle linee baroccheggianti, cariche di bellezza ed essenza dei tempi passati.

I rivestimenti in genere impiegati spaziano dal raso, al velluto, al cotone grezzo fino ai lini, per intrecciarsi in sapienti mixage che rendono differenti gli stili e le epoche secondo la realizzazione.

Le poltrone da camera hanno in genere una precisa collocazione nello spazio adibito alla notte, al riposo, alla pace del corpo: a fianco la testiera del letto per riporvi comodamente i capi del giorno, o ancora in posa ai piedi del letto, come a ricreare un piacevole incontro con un piccolo tavolino che postato di fronte, invita alla pausa.

In questo modo, è possibile completare con linee aggraziate e di grande importanza, lo spazio da letto.

poltrona classica


La poltrona razionalista

poltrona cassina Cambio di rotta e di stile, si parla di razionalismo. Con questa locuzione si intende la corrente architettonica e di design se vogliamo, che si è sviluppata in Italia negli anni venti e anni trenta del ventesimo secolo, collegata al Movimento Moderno internazionale, seguendo i principi del funzionalismo conclusasi all’incirca negli anni settanta.

Questa corrente ha dato origine ad architetture ma anche a tanti complementi di design, come le poltrone da camera. Un esempio conosciutissimo è quello della poltrona B3 Wassilly di Breuer, figlia del razionalismo e della corrente di cultura del Bauhaus, scuola di arti applicate tedesca. Altri esempi sono dati dal genio di Le Corbusier, come ad esempio la poltrona dalle linee rette prodotta da Cassina, Lc2.

Tanti e differenti gli esempi di poltrone razionaliste che bene si adattino a spazi moderni e con stile, per portare nello spazio notte un po’ di cultura del tempo che è passato.

  • Morelato Morelato, realtà sempre attenta ai continui cambiamenti del mercato, propone numerose soluzioni d’arredo di alto design sia per la zona giorno che per la zona notte della casa.  L’azienda, pur man...
  • new fantasy futura Futura parla di ottimismo e trasmette un’energia fresca e positiva con una proposta di rottura, attraverso una scelta di tinte dirompenti, mischiate tra loro in una fantasia davvero inusuale per l’arr...
  • veduta laterale di sedia con rivestimento nero, veduta frontale di sedia con rivestimento bianco La prima collaborazione di Jean Nouvel con Ligne Roset risale al 1989, anno in cui ha realizzato il divano Profils. Tecnologicamente rivoluzionario, Profils associava a una base in alluminio sabb...
  • living divani Discreta, raffinata, accogliente, a tratti evocativa. E' la nuova collezione di imbottiti Living Divani, che coniuga forme classiche e lineari, con un'attenzione al colore che alterna armoniose...


Poltrone da camera: il relax si fa morbido: La poltrona moderna minimale

Moderna, essenziale e minimale. La parola d’ordine per la poltrona da camera che bene si adatta allo stile moderno che spesso recano gli spazi notte attuali. Linee pulite, minimali, essenziali e senza decori, per adornare gli spazi con eleganza e praticità.

Imbottiti e spesso realizzati con poliuretano e schiume autopellanti che ne permettano linee rette, rigide, dure, ma al contrario garantiscono morbidezza e comodità non percepibili a un primo sguardo.

In questo modo, la funzione e l’estetica ingannano e celano ciò che in realtà è, per contemplare soluzioni originali e innovative da apportare agli spazi notte, con tutto il loro stile e la loro classe innata.

 

Prima foto: poltrona Windsor di Arketipo