Filtra i risultati

La Redazione Consiglia

I migliori articoli su Arredamento.it

- 12 febbraio 2021

Il lavello è un elemento imprescindibile per ogni cucina e attraverso i suoi vari componenti e caratteristiche, diventa anche accessorio di design

- 29 luglio 2019

Quali sono le marche più affidabili per il miscelatore da cucina? Ne abbiamo selezionate quatto, indicando le caratteristiche di alcuni loro modelli ...

- 09 marzo 2020

Il miscelatore e rubinetto da cucina dotato di doccetta estraibile unisce alla grande praticità anche un indubbio valore estetico.

- 16 settembre 2016

I rubinetti da cucina sono fondamentali per tutte le cucine. L'offerta sul mercato è vasta: consiglia per orientarsi e trovare il rubinetto giusto.

- 05 ottobre 2020

Diversi i modelli di rubinetto cucina Franke disponibili sul mercato. Scoprili tutti insieme a noi.

Come scegliere il miscelatore da cucina

Per scegliere un miscelatore da cucina davvero funzionale e comodo occorre tenere in considerazione alcuni fattori ben precisi. Innanzi tutto, è necessario accertarsi che la lunghezza del collo sia tale da agevolare al massimo il lavaggio delle stoviglie, quindi i movimenti all’interno del lavabo. Se quest’ultimo è composto da due vasche, consigliabile è scegliere un miscelatore con canna girevole. Si tenga inoltre presente che parecchi miscelatori da cucina sono dotati di una doccetta estraibile integrata, che non solo incrementa il livello di praticità per quanto non occupa spazio (rientra nella struttura quando non serve) e consente di gestire al meglio il getto d’acqua. Ci sono anche miscelatori cucina con doccette a forma di U invertita “comandate” da una molla: anch’essi pratici, nonché caratterizzati da un design accattivante, possono però risultare un po’ ingombranti. Per quanto riguarda il posizionamento, si sceglie fra miscelatori da appoggio, cioè installati sul bordo del lavandino o sul piano cucina, e miscelatori a parete: questa seconda soluzione è l’ideale per chi dispone di poco spazio, ma molti la prediligono anche per una semplice questione di estetica. Quali sono i materiali migliori per i rubinetti cucina? L’acciaio inox è quello tradizionale ma sempre vincente, dura a lungo e possiede notevoli proprietà antibatteriche; è ancora il più utilizzato. Ottimi pure l’ottone e il bronzo, tuttavia nella maggior parte dei casi le relative proposte s’inquadrano in uno stile classico.

Abbinare rubinetto e lavello cucina

Come abbinare il rubinetto cucina e il lavello? Innanzi tutto c’è da far presente che la maggior parte delle aziende produttrici propone i due elementi in set, cioè insieme, dunque il problema non si pone. Se invece si preferisce fare acquisti separati, suggeriamo vivamente di trovare prima il lavello, perché con le sue forme e le sue dimensioni condiziona notevolmente la scelta del miscelatore. Fondamentale è il rispetto delle proporzioni: se il lavello cucina è molto ampio e/o ha due vasche, il rubinetto deve essere altrettanto “importante”, anche caratterizzato da una lunghezza adeguata. E ancora, individuare la giusta combinazione di lavabo e rubinetto significa verificare che lo spazio sotto quest’ultimo non risulti troppo ridotto e che l’acqua non schizzi fuori. Prima di comprare il lavello, inoltre, bisogna controllare la collocazione dei fori di installazione. Per quanto concerne i materiali e i colori, la libertà è massima ma il suggerimento è quello di optare per un “total look”: l’armonia visiva, così, è assicurata. Vero anche, d’altra parte, che un lavello squadrato può sposarsi bene anche con un rubinetto cucina caratterizzato da forme più morbide e arrotondate viceversa.

Rubinetto cucina con doccetta

I miscelatori cucina con doccetta permettono di creare una vera e propria zona di lavoro multifunzionale: lavare le stoviglie, la frutta e la verdura, così come riempire pentole d’acqua diventano operazioni rapide e di una semplicità estrema. Anche la pulizia del lavabo risulta di gran lunga agevolata. Le doccette possono essere estraibili oppure flessibili ma fisse (sono quelle ad arco, per intenderci meglio). Nel primo caso, a seconda del modello la doccetta si estrae manualmente dalla bocca del miscelatore oppure da un secondo foro presente sul lavello. In commercio si trovano anche miscelatori estraibili con due doccette, corrispondenti rispettivamente a un getto ampio e a un getto standard. Chi teme che con questo tipo di miscelatore cucina aumenti eccessivamente il consumo d’acqua, può optare per uno dei modelli dotati di appositi sistemi che controllano la quantità e il getto. E per evitare invece scottature accidentali, ci sono i limitatori di temperatura.