Pannello doccia,consigli per l’acquisto di un box doccia

- 27 giugno 2014

Come scegliere il pannello doccia per lo spazio bagno

Nell’acquisto di un pannello doccia per il bagno è importante valutare accuratamente diversi fattori inerenti l’aspetto estetico e aspetto funzionale: cosa importante è che il box doccia sia in armonia con tutto il resto dell’ambiente rispettandone lo stile e il design. In primo luogo è bene valutare lo spazio da dedicare al piatto doccia per definire la dimensione dello stesso e la tipologia di chiusura: importante è collocare il box doccia in un punto in cui non siano presenti occlusioni e ingombri esterni alla doccia tali per cui si renda poco funzionale l’apertura della porta di ingresso del box.

Forma del box doccia e tipologie di apertura

La scelta del box doccia deve essere fatta in base allo spazio che si ha a disposizione per la chiusura e in relazione al piatto doccia scelto: la forma potrà essere circolare, rettangolare, quadrata, stondata o semplicemente ad un’anta per chiudere una nicchia in cui sia incassato il piatto. Può avere uno, due o tre lati di chiusura in base alle esigenze e allo spazio da chiudere relativo al piatto. Le aperture possono essere di vario genere tra cui quelle angolari, con ante scorrevoli o porte a battente apribili anche verso l’interno che permettono la disposizione anche in spazi di dimensioni ridotte occupando pochissimo spazio.  Le porte scorrevoli a due o più ante sono adatte a una nicchia o a spazi di piccole dimensioni mentre le porte doccia a battente occupano rilevante spazio in apertura, ma rendono l’ambiente molto elegante. Il box apribile su tre lati con anta scorrevole o a battente è adatto nel caso di piatto doccia addossato al muro solo su di un lato, e i box a soffietto con ante pieghevoli, poco costosi ma funzionali.

Materiali di realizzazione dei pannelli di chiusura per la doccia

Per la valutazione dei materiali che costituiscono il box doccia è importante considerare i pannelli ma anche i profili della struttura di supporto: i profili possono essere realizzati sia in materiale metallico sia in plastico. I profili del pannello in materiale metallico possono avere differenti trattamenti superficiali: cromatura, processo di galvanizzazione mediante il quale l’acciaio viene rivestito di cromo, verniciatura dell’acciaio nel colore desiderato, anodizzazione dell’alluminio per renderlo più forte e resistente nel tempo. Inoltre alcune tipologie di pannello prevedono struttura in materiale plastico, nello specifico PVC, resistente e duraturo che rende l’elemento di chiusura giovane e low cost. Il pannello doccia invece può essere di vetro oppure in materiale plastico: il vetro può essere trasparente, soluzione in assoluto più tradizionale ed elegante, da tenere rigorosamente puliti dal calcare per evitare che opacizzino, oppure stampati o serigrafati. I vetri stampati hanno una lavorazione a buccia d’arancia, si adattano a ogni ambiente ma è preferibile l’installazione in spazi non troppo piccoli poiché la loro presenza riduce percettivamente lo spazio, i vetri serigrafati invece sono caratterizzati da moderno design e riproducono qualsiasi disegno si desideri, da outline a scritte. Infine, i pannelli in materiale plastico si dividono in PVC o acrilico: rispettivamente il primo è molto resistente e realizzabile in differenti colori ma dall’aspetto casual, mentre il secondo appare a livello estetico molto simile al vetro ma meno pregiato per una massima resa con spesa contenuta. In foto: Vis pannello doccia per nicchia di grande dimensione di Samo

Sfoglia i cataloghi: