Rivestimenti per camini

Come rivestire un camino

Il camino riscalda e arreda, regalando alla nostra casa il calore e la bellezza della fiamma viva e creando un’atmosfera conviviale e accogliente.

Il focolare, cuore del camino che ne garantisce il corretto funzionamento, è coperto dal rivestimento, che, a seconda del materiale, del design, della finitura prescelti, conferisce personalità e connota con uno stile il caminetto.

Sono differenti i materiali con cui può essere realizzato il rivestimento del camino: marmo, pietra, metallo, cemento, legno per alcuni dettagli consentono di progettare liberamente, secondo gusto ed esigenze personali, il vestito del caminetto.

Nella realizzazione del rivestimento del camino occorre tenere presenti alcuni fattori.

- La controcappa va realizzata in cartongesso inifugo con spessore di circa due millimetri e con telaio autoportante in profilo zincato, che non gravi sulle parti non autoportanti del rivestimento del camino stesso.

- Il rivestimento non deve essere a contatto diretto con il camino, per evitare che il calore si trasmetta al marmo o alle pietre e per lasciare lo spazio necessario alle normali dilatazioni termiche. In particolare, occorre prevedere 1 cm almeno di apertura fra il piano fuoco del rivestimento del camino e il prodotto.

- Se nel rivestimento sono inclusi elementi in legno quali travi o mensole, questi vanno isolati e adeguatamente protetti dal calore, per evitare che il fuoco li danneggi.

- Nel rivestimento del camino, infine vanno predisposte due aperture: una nella parte alta per consentire la decompressione della cappa e recuperare così il calore della struttura che si disperderebbe se rimanesse all’interno del rivestimento stesso. E un’altra apertura nella parte bassa invece, per lasciare entrare l’aria convettiva che garantisca una corretta ventilazione.

In foto: Rivestimento per camino Gaudì, di MCZ: interessante proposta che sottolinea il fascino del focolare con una soluzione bifacciale e che coniuga modernità e tradizione grazie all’accostamento di due materiali quali l’acciaio spazzolato e il marmo.

come rivestire un camino


Rivestimenti per camini: Rivestimenti camini moderni

rivestimento camini Una volta collocato il camino, ne va costruito il rivestimento, che va realizzato utilizzando materiali in grado di resistere ad alte temperature, ma che può assumere le forme più diverse a seconda del gusto personale o dello stile che caratterizza l’ambiente circostante.

Si può optare per un rivestimento in semplice cartongesso, bianco o dipinto perché si abbini ai rivestimenti delle pareti e all’arredamento; oppure si può inserire il camino in un elemento contenitore, che arredi e magari abbia anche uno spazio per riporvi la legna. Tanti i materiali che solitamente vengono utilizzati per realizzare il rivestimento del camino: quando scegliamo quello che fa per noi ricordiamo di informarci sulle sue caratteristiche e sulle operazioni richieste per una corretta pulizia e manutenzione dello stesso.

Quando si è definitivamente conclusa la stagione in cui siamo soliti accendere il camino, la prima cosa da fare è eliminare residui di fuliggine e pulire eventuali macchie di fumo rimaste sul rivestimento. Questa semplice operazione consente di preservare la bellezza dei materiali nel tempo.

Ciascun materiale, poi, richiede prodotti o modalità per essere pulito al meglio.

Se il rivestimento è realizzato in pietra o in marmo, dopo avere rimosso la polvere, potrete pulirlo con un panno umido e del sapone di marsiglia o uno grassatore neutro, evitando invece prodotti acidi o oleosi. La ghisa, scelta per il rivestimento del camino, offre il vantaggio di essere funzionale e e resistente alla corrosione; per pulirla è possibile acquistare un detergente specifico in crema. L’acciaio è il materiale ideale per rivestire camini dal design contemporaneo e attuale: è liscio in superficie e quindi più refrattario di altri materiali allo sporco e facile da pulire, con acqua e sapone che si asciugheranno poi utilizzando un panno in microfibra.

Nelle immagini vi proponiamo alcune soluzioni di rivestimenti per camini MCZ: il rivestimento per camino ad angolo Degas, in pietra Kanfanaro levigata e acciaio verniciato nero; il rivestimento frontale Klee in pietra Ardesia a spacco naturale e in acciaio verniciato con effetto ruggine; l’elegante cornice in ceramica Monet, decorata con incisioni e disponibile in tre differenti misure.


  •  camino Newport di Piazzetta Tra i possibili sistemi di riscaldamento per le nostre case, i camini e le stufe sono i più antichi, tornati oggi di moda sia per motivi estetici sia per una scelta consapevole, nel pieno rispetto del...
  • stufe e caminetti Camini e stufe. Un modo naturale e sano di riscaldarsi, che rispetta l’ambiente e la salute. I modelli attuali sono in grado di trasformarsi in un vero impianto di riscaldamento per intere abita...
  • Camini Antonio Lupi Dalla collaborazione di Antonio Lupi con il designer Domenico de Palo ed il maestro fumista Massimo Pistolesi nasce Il canto del Fuoco, un progetto  di Camini Antonio Lupi dalle forme e...
  • Camino a forma di scalino Fontana Forni presenta Horus: design di una collezione di focolari alimentati a bioetanolo, innovativa interpretazione del fuoco come elemento di arredo nel pieno rispetto dell’ambiente che...