Sophie Lamp, da cappa a lampada dal design contemporaneo

- 25 marzo 2020

Sophie diventa una raffinata lampada a sospensione

Nuova identità per l'iconica cappa Sophie, modello progettato per cucine ad isola, che appartiene alla collezione Circle.Tech, composta da apparecchi che integrano in un unico corpo le funzioni di aspirazione e filtrazione.

Con il suo elegante design a coppa rovesciata, Sophie è non soltanto una cappa efficiente e tecnologicamente evoluta, ma anche un elemento di arredo contemporaneo. Ebbene, partendo proprio dai numerosi apprezzamenti ricevuti per l’estetica di questo elettrodomestico, Falmec ha deciso di alzare il tiro mettendo a punto Sophie Lamp: non una cappa, bensì una moderna lampada a sospensione.

I confini dell’aspirazione vengono dunque superati per approdare nel settore dell’illuminazione; un ambito in cui il brand veneto sta conquistando crescenti consensi grazie al perfetto rapporto fra luce, stile e funzionalità.

Le caratteristiche della lampada Sophie di Falmec

Come l’omonima cappa, la nuova lampada Sophie Lamp di Falmec presenta una struttura in acciaio verniciato e una calotta in vetro temperato; all’interno di quest’ultima troviamo una fonte luminosa a LED da 4.200K che consente di creare un’atmosfera calda e accogliente, diffondendo nell’ambiente una luce naturale.

La lampada è disponibile nella versione large, con diametro pari a 54 cm, e in quella small, con diametro di 22 cm, per cui l’utente può fare la scelta più adatta alle sue esigenze, ai suoi gusti e all’estensione dell’ambiente. Cinque le finiture disponibili per la cappa e la lampada: bianco, peltro, antracite, rame anticato e ottone anticato. Ciò significa che gli abbinamenti possibili sono diversi e tutti ambasciatori di classe.

Valorizzare gli ambienti con Sophie Lamp

Il potere decorativo di Sophie Lamp è innegabile. È una fonte di illuminazione ma anche di bellezza, perfetta per la cucina e per il living. Nel primo caso può essere abbinata alla cappa Sophie, usufruendo così del massimo livello di funzionalità durante la preparazione dei pasti e creando un continuum stilistico di grande impatto.

Per quanto riguarda il living, invece, se è vero che da sola Sophie fa egregiamente la sua parte, è anche vero che “raddoppiando”, ovvero installando due lampade o tre, alla giusta distanza l’una dall’altra, si può modulare meglio l’intensità della luce nell’arco della giornata e si ha la possibilità di costruire una vera e propria scenografia domestica, mettendo anche in risalto i diversi mobili e complementi presenti nella stanza.

Sfoglia i cataloghi: