Arredamento.it

Arredamento.it

4 innovativi box doccia senza telaio

4 innovativi box doccia senza telaio

- 05 giugno 2018

Come scegliere i profili dei box doccia

Tra gli elementi da valutare con attenzione prima di acquistare una doccia sicuramente i profili. Quelli cromati, ossia rivestiti con uno strato di cromo di basso spessore, devono essere di ottima qualità per evitare che il rapido cedimento del rivestimento. I profili verniciati permettono di scegliere il colore che meglio si addice al bagno, mentre quelli in alluminio anodizzato sono particolarmente resistenti e duraturi. Linee pulite, ma notevole impatto estetico per la serie di cabine doccia Iunix di Provex; prive di telaio hanno profili e cerniere in acciaio inossidabile AISI 316L, particolarmente resistente sia ai graffi, sia alla corrosione.

Ecco i vantaggi dei box doccia senza profili

Di tendenza, eleganti, essenziali e funzionali, i box doccia senza profili si caratterizzano per un design lineare e si addicono perfettamente ad ambienti moderni. Il basso impiego di elementi di montaggio e speciali cristalli li rendono poco appariscenti, quasi invisibili. Innovativa, funzionale, facilmente adattabile ad ogni ambiente, Vetra, collezione Aura, di Duka. Si tratta di una cabina doccia tonda senza profili con due elementi a battente. Il cristallo Securit, spesso sei millimetri, ha una superficie protetta; l’effetto goccioline permette un veloce scorrimento dell’acqua. L’altezza è standard, 1950 millimetri, diverse le larghezze. È impreziosita da maniglie e cerniere bombate.

Addio faticose pulizie con il box doccia solo vetro

I box doccia sono sempre più innovativi. Tra i diversi i materiali impiegati per realizzare la cabina, sempre più apprezzato il cristallo temperato, elegante, sicuro, igienico perfetto per rendere più luminoso il bagno. Particolarmente resistente, dura a lungo nel tempo e viene definito anche vetro di sicurezza poiché, in caso di rottura, si sbriciola senza creare schegge appuntite. Il cristallo temperato è facile da pulire, non viene intaccato dai detergenti, talvolta aggressivi, necessari per eliminare il calcare, non ingiallisce con il passare del tempo. Speciali trattamenti rendono questo materiale non solo più robusto, ma anche antialone, autopulente, antimacchia. Lo spessore del vetro utilizzato per le docce generalmente varia dai tre agli otto millimetri, in funzione, soprattutto, del tipo di apertura e della presenza o meno del telaio. Libera Lko di Glass1989 è una doccia walk in in cristallo sei millimetri con trattamento anticalcare opzionale. La colonna, integrata e nella stessa finitura del profilo murale, è dotata di soffione che misura 250 x 140 centimetri, di un miscelatore meccanico e deviatore, di una cascata cervicale, di una doccetta a stelo con holder fisso.

Doccia walk in senza porta

Le docce walk in, funzionali ed eleganti al tempo stesso, rappresentano una soluzione moderna, pratica ed estremamente comoda che conferisce un particolare look all’ambiente. Si caratterizzano per la presenza di elementi fissi in cristallo e l'assenza di ante; grazie all’accesso facilitato sono adatte anche a bambini e ad anziani. Taluni modelli hanno un’unica parete in cristallo di grandi dimensioni che consente l’ingresso da due lati. Generalmente il piatto è a filo pavimento, quindi senza bordo. Per evitare la fuoriuscita di acqua durante la doccia, importanti le dimensioni dei cristalli e la collocazione del soffione, da collocare, in ogni caso, lontano dall’apertura. La manutenzione è semplice. Sk-in di Vismaravetro è un programma per cabine doccia walk-in su misura; sicure, facili da montare, assicurano una perfetta tenuta dell’acqua.

Sfoglia i cataloghi: