Arredamento.it

Arredamento.it

- 08 gennaio 2014

Recuperare spazio perso con l’armadio sottoscala

Quando abbiamo una scala magari anche d’importante altezza per collegare due piani, scopriamo che lo spazio che si trova al di sotto spesso è spazio che si perde, che resta inutilizzato o comunque poco sfruttato e nel caso, non sicuramente bene. A questo proposito è bene prendere in mano la situazione e caratterizzare l’ambiente con qualcosa che sia funzionale, che renda la stanza vivibile, bene utilizzato lo spazio, che sembri più grande grazie alle pareti lisce e continue, senza interruzioni. Un armadio sottoscala è ciò che fa per noi, che riempirà lo spazio perso permettendoci di sfruttare ogni centimetro come più ci piaccia, ci serva e ci aggradi. Le soluzioni sono davvero molte, ma quando si parla di una scala, specie se di muratura la soluzione resta sempre e solo il su misura, che sia in legno o più semplicemente in cartongesso.

L’armadio sottoscala in cartongesso

Quando vogliamo realizzare un armadio sottoscala in cartongesso, la soluzione è affidarci a un bravo cartongessista se non siamo dei grandi artisti del fai da te. In alternativa, via libera all’esperienza che ci faremo con il nostro armadio sottoscala su misura, fatto solo da noi. La cosa fondamentale quando si pensa di realizzare un armadio sottoscala in cartongesso è rilevare bene lo spazio e cercare di sfruttare tutto lo spazio possibile, strutturandolo all’interno come più pensiamo ci possa servire. Infatti, potranno esserci spazi alti e allungati, in cui magari potremmo inserire un bastone e utilizzarli come piccoli spazi guardaroba per le giacche e per i cappotti di chi arriva, in modo da non averli in giro per la casa a creare disordine. Gli altri spazi potranno essere cubici o rettangolari in conformità a ciò che ci necessiti inserire all’interno, senza distinzione di sorta.   

Il legno per la realizzazione degli armadi sottoscala

Quando l’armadio sottoscala che desideriamo realizzare deve essere in legno, preferiamo un materiale resistente alle sollecitazioni come potrebbe essere un multistrato. Infatti, le fibre incrociate e alternate permetteranno di avere una maggiore resistenza alle sollecitazioni di taglio che daranno modo quindi di sopportare meglio il peso di ciò che andremo a posizionare al di sopra e all’interno. Potremo impiegare antine in legno laccato se ci aggrada oppure anche inserire particolari in metallo, magari in stile industriale se siamo amanti di ambienti un po’ industrial chic. Insomma, la possibilità è davvero vastissima riguardo all’estetica, l’importante è creare una struttura resistente e di qualità affinchè possa incastrarsi alla perfezione nel sottoscala e reggere il peso di ciò che si inserirà al suo interno. Prima foto: armadio sottoscala di Pescarollo, sistema Multimed 

Sfoglia i cataloghi: