I nostri consigli sulla scelta dell'arredo bagno di design

La Redazione Consiglia

I migliori articoli su Arredamento.it

- 06 novembre 2019

Quali sono le nuove tendenze del design per il bagno

Luogo in cui prendersi cura dell’igiene personale, ma anche rigenerare corpo e mente, raggiungendo il massimo relax, il bagno occupa un ruolo sempre più importante in ogni casa. Quali sono le nuove tendenze del design per quanto riguarda questo ambiente? Le risposte, come di consueto, sono arrivate da Cersaie, il Salone Internazionale della Ceramica per l’Architettura e dell’Arredobagno.

I mobili per il bagno di design sono sospesi, occupano poco spazio eppure hanno una grande capacità contenitiva; si preferiscono i cassettoni ai cassetti, i colori sono sobri, l’alternanza di vani chiusi e spazi a giorno è ormai un must. Legno, laminato e laccato i materiali più utilizzati.

In foto una proposta appartenente alla collezione Juno di Scavolini, essenziale e minimalista. Il leit motiv è l’anta con presa maniglia a J che si traduce in un elevato grado di ergonomia.

Quali sono le aziende di arredo bagno di design

In Italia ci sono diverse aziende specializzate in arredo bagno design. Nell’elenco è doveroso inserire innanzi tutto Cerasa, attiva dal 1983 (la sede è in provincia di Treviso), che ha fatto non solo della qualità ma anche della versatilità i suoi punti di forza. Propone collezioni in stile moderno, contemporaneo, classico, country, shabby chic e vintage. Fra i brand più prolifici e prestigiosi citiamo anche:

  • Arbi: azienda friulana nata nel 1987, propone principalmente mobili bagno moderni sospesi, anche se non mancano le soluzioni più classiche da appoggio.
  • Arblu: Ha sede a Fontanafredda in provincia di Cuneo e realizza sia mobili che complementi; vasta è la gamma di finiture e materiali, si va dalle essenze alle tonalità laccate più di tendenza.
  • Arcom: Appartiene al Gruppo Atma e produce arredi bagno di fascia alta, caratterizzati principalmente da un design moderno. Lo stabilimento si trova in provincia di Pordenone.
  • Antonio Lupi Design: Un altro marchio leader a livello internazionale nella produzione di soluzioni complete per arredare il bagno. La sede è in Toscana.
  • Ceramica Cielo: Produce arredi e complementi ma anche sanitari, piatti doccia, vasche da bagno e rubinetteria. Il quartier generale è in provincia di Viterbo.
  • Ceramica Flaminia: Fondata negli anni ‘50, questa azienda è diventata nota grazie alla qualità dei suoi sanitari e da tempo ha arricchito il catalogo con arredi e complementi moderni, essenziali e minimalisti.
  • Gruppo Geromin: ecco un altro marchio sinonimo di arredo bagno di design e di qualità elevata. L’azienda veneta si è imposta anche sulla scena internazionale grazie all’originalità delle sue proposte.
  • Rexa Design: Grazie alla collaborazione di noti design, l’azienda di San Quirino ha raggiunto grande notorietà in tutto il mondo. Gli arredi sono sinonimo di grande raffinatezza ma anche funzionalità.
  • Rifra: Azienda lombarda, realizza l’intero ciclo produttivo all’interno del proprio stabilimento e propone un catalogo ricco e costantemente aggiornato.
  • Scavolini Bathrooms: Scavolini non ha bisogno di presentazioni. Da qualche anno è operativa anche la divisione dedicata al bagno, che propone arredi di grande personalità e dalla qualità indiscutibile.
  • Aggiungiamo Villeroy&Boch, che invece è un’azienda tedesca ma che riscuote grande successo anche in Italia. Molte delle sue proposte arredo bagno sono personalizzabili.


In foto una composizione appartenente alla collezione Code, lanciata da Arbi Arredobagno nel 2019; questa è Code 10, per l’esattezza, e si contraddistingue per l’alzata e il top in Laminam Pietra Grey opaco con lavabo semincasso Belt in tekno; la base sospesa presenta una finitura laccata bianco opaco.

Quali accessori di design scegliere per l'arredo bagno

Nel bagno di design gli accessori sono tutt’altro che secondari. Sono strumenti che aggiungono funzionalità e comfort, ma anche stile. Consentono di personalizzare l’ambiente, rendendo l’atmosfera ancora più intima, e valorizzano gli arredi.

Portasalviette, appendini, portarotoli, portasaponi, porta bicchiere e portascopino non devono mancare; molto spesso i designer puntano sull’integrazione di più elementi, proponendo ad esempio aste attrezzate e piantane con bracci e specchio annessi.

Mettiamo in chiaro un concetto chiave: gli accessori bagno non devono essere scelti con l’intento di creare contrasti stilistici rispetto ai mobili. L’abbinamento all’insegna dell’omogeneità e della continuità estetica, in tal senso, è obbligatorio.

Ciò significa che, se è vero che i trend coincidono con accessori minimalisti, squadrati e caratterizzati da forme rigorose, è anche vero che se il bagno è in stile classico o retrò dovete orientarvi rispettivamente verso oggetti classici e dall’aspetto vintage.

In foto il porta salviette con porta rotolo integrato della Serie 700 di Bertocci, lanciata nell’estate 2019 e caratterizzata da linee nette e definite. I materiali utilizzati per questa linea sono il metallo cromato finitura lucida e la resina Neoliteck. La facilità di montaggio è data anche dal fatto che i vari pezzi si adattano a fori eventualmente preesistenti e quindi non occorre farne altri.

Come arredare un bagno piccolo di design

Il vostro bagno è piccolo ma vorreste ugualmente arredarlo all’insegna del design più moderno e raffinato? Risolutiva, in questo caso, è la regola del less is more: selezionate pochi arredi e complementi e valorizzateli al massimo, inseguendo anche l’obiettivo della personalizzazione.

Molto in voga sono i mobili sospesi, ormai lo sappiamo, e i mobili sospesi rappresentano un ottimo modo per ottimizzare la scarsa superficie disponibile; scegliete però composizioni dalle tonalità chiare o neutre, perché i colori scuri fanno sembrare la stanza ancora più piccola. Ricordate anche che le maniglie a gola o push&up contribuiscono ad ottenere quella pulizia formale fondamentale per i bagni piccoli di design.

Considerate inoltre l’idea di acquistare uno specchio contenitore, che consente di usufruire di vani aggiuntivi senza risultare ingombrante. Gli specchi riflettono, ampliano e donano luminosità e ariosità, quindi appendetene uno ampio o, se possibile, più di uno.

Sfruttate e valorizzate la verticalità, ovvero optate anche per colonne sospese, mensole, ripiani a giorno. Niente fronzoli, niente elementi superflui. Estetica e funzionalità devono diventare sinonimi!

Come arredare un bagno piccolo di design

Il vostro bagno è piccolo ma vorreste ugualmente arredarlo all’insegna del design più moderno e raffinato? Risolutiva, in questo caso, è la regola del less is more: selezionate pochi arredi e complementi e valorizzateli al massimo, inseguendo anche l’obiettivo della personalizzazione.

Molto in voga sono i mobili sospesi, ormai lo sappiamo, e i mobili sospesi rappresentano un ottimo modo per ottimizzare la scarsa superficie disponibile; scegliete però composizioni dalle tonalità chiare o neutre, perché i colori scuri fanno sembrare la stanza ancora più piccola. Ricordate anche che le maniglie a gola o push&up contribuiscono ad ottenere quella pulizia formale fondamentale per i bagni piccoli di design.

Considerate inoltre l’idea di acquistare uno specchio contenitore, che consente di usufruire di vani aggiuntivi senza risultare ingombrante. Gli specchi riflettono, ampliano e donano luminosità e ariosità, quindi appendetene uno ampio o, se possibile, più di uno.

Sfruttate e valorizzate la verticalità, ovvero optate anche per colonne sospese, mensole, ripiani a giorno. Niente fronzoli, niente elementi superflui. Estetica e funzionalità devono diventare sinonimi!

Come arredare un bagno piccolo di design

Il vostro bagno è piccolo ma vorreste ugualmente arredarlo all’insegna del design più moderno e raffinato? Risolutiva, in questo caso, è la regola del less is more: selezionate pochi arredi e complementi e valorizzateli al massimo, inseguendo anche l’obiettivo della personalizzazione.

Molto in voga sono i mobili sospesi, ormai lo sappiamo, e i mobili sospesi rappresentano un ottimo modo per ottimizzare la scarsa superficie disponibile; scegliete però composizioni dalle tonalità chiare o neutre, perché i colori scuri fanno sembrare la stanza ancora più piccola. Ricordate anche che le maniglie a gola o push&up contribuiscono ad ottenere quella pulizia formale fondamentale per i bagni piccoli di design.

Considerate inoltre l’idea di acquistare uno specchio contenitore, che consente di usufruire di vani aggiuntivi senza risultare ingombrante. Gli specchi riflettono, ampliano e donano luminosità e ariosità, quindi appendetene uno ampio o, se possibile, più di uno.

Sfruttate e valorizzate la verticalità, ovvero optate anche per colonne sospese, mensole, ripiani a giorno. Niente fronzoli, niente elementi superflui. Estetica e funzionalità devono diventare sinonimi!

Sfoglia i cataloghi: