Come pulire la cappa

Pulire la cappa: ogni quanto tempo?

La cappa della cucina serve ad assorbire i fumi, il vapore e gli odori che si formano durante la cottura. Particolarmente utile negli ambienti di piccole dimensioni e nelle cucine prive di finestre, la cappa deve essere pulita quotidianamente nelle sue parti esterne e periodicamente si devono pulire o sostituire i filtri, a seconda del materiale di cui sono fatti e della loro funzione.

Le istruzioni per come pulire la cappa sono spesso indicate nel manuale in dotazione, ma è buona norma utilizzare dei detergenti neutri e dell'acqua tiepida per le sezioni esterne. Essendo di solito comoda al lavello, la cappa può essere lavata con una spugna molto morbida e un prodotto leggero, soprattutto se realizzata in acciaio o in vetro temperato. Al termine della pulizia ci si può servire di carta assorbente e asciugarla con cura.

Se la cappa è realizzata in acciaio e si presenta particolarmente sporca, si può realizzare un prodotto fai da te molto economico, composto da un litro d'acqua fresca, un cucchiaio di aceto e un cucchiaio di succo di limone. Messo in uno spruzzino, questo detergente diventa lo sgrassatore ideale per l'acciaio in quanto è efficace e non aggressivo. Si può quindi pulire sia la parte esterna della cappa che ogni sezione della cucina in alluminio, lucidando alla fine con un panno in daino oppure in morbida microfibra. 

come pulire la cappa

Aicok Friggitrice Mini Friggitrice Professionale con Cestello Estraibile 1.5 Litri Cool Touch Controllo di Temperatura in Acciaio Inossidabile

Prezzo: in offerta su Amazon a: 32,99€
(Risparmi 27€)


Come pulire la cappa nella sua parte interna

pulire la cappa La parte interna della cappa è soggetta ad accumuli di grasso e di sporco, in quanto le composizioni volatili che salgono dal piano cottura tendono a sedimentarsi nella superficie. Per mantenere la cappa igienizzata e funzionante si deve almeno una volta alla settimana smontare la sua parte interna come indicato nel manuale di istruzioni e procedere al lavaggio della componentistica interna. Non si deve smontare ogni parte!

Solamente il coperchio della cappa deve essere smontato e lasciato in ammollo in acqua calda e detergente sgrassante. Se amiamo le soluzioni più naturali si può mettere in una bacinella dell'acqua calda con un cucchiaio di bicarbonato di sodio oppure dell'aceto, entrambi prodotti molto sgrassanti. Al termine dell'ammollo, che serve per ammorbidire le eventuali incrostazioni, si deve sciacquare con cura il coperchio e asciugarlo con uno strofinaccio. Mentre si lascia in ammollo il coperchio si deve procedere con la pulizia delle parti interne, prestando attenzione alle giunture che spesso accumulano molto sporco.

Una spugna e del detersivo sgrassante sono perfetti per pulire con efficacia. Attenzione a sciacquare con cura ogni parte e a lasciarla asciugare. Se si desidera un'azione profonda di pulizia preventiva si può riempire una pentola di acqua calda con almeno tre cucchiai di aceto e lasciarla bollire. Evaporando, l'acqua con l'aceto inizierà la sua azione sgrassante e pulire i componenti sarà più facile!

    Cata vetro bagno aspiratore 100 millimetri display della temperatura dell'umidostato grigio argento

    Prezzo: in offerta su Amazon a: 103,41€


    Come pulire la cappa nella sezione dei filtri

    pulire filtri cappa Ogni cappa possiede un sistema di filtri. Alcuni sono metallici, mentre altri sono realizzati in speciali trame che assorbono gli odori e trattengono i grassi derivanti dalla cottura. I filtri metallici devono assolutamente essere puliti e disinfettati ogni due settimane, in quanto accumulano molto sporco e sedimenti di batteri. Una volta smontata la cappa per procedere alla pulizia della parte interna, si deve smontare anche il filtro, o la griglia a seconda dei modelli, realizzato in metallo e lasciarlo in ammollo con acqua tiepida e bicarbonato.

    Se si possiede una lavastoviglie capiente si può lavarlo con un ciclo non troppo forte e lasciarlo asciugare molto bene prima di rimontarlo. Il manuale della cappa indica ogni quanto cambiare i filtri, ma quello antigrasso deve essere sostituito massimo ogni sei mesi. Ricordiamoci che se esso si riempie troppo di sporco perde la sua funzione filtrante e può anche dare origine ad incendi, per cui meglio essere scrupolosi. In commercio si trovano filtri per la cappa molto economici e per sostituirli basta smontare la cappa, togliere il filtro vecchio e riposizionare quello nuovo.

    Alcune cappe e nello specifico quelle filtranti, presentano dei filtri in carbone attivo che chiedono di essere sostituiti ogni tre mesi. Lavarli non serve, in quanto essi perderebbero la loro funzione antiodore, meglio sostituirli ogni tre mesi sganciandoli dalla loro allocazione e posizionando il filtro nuovo.