Complementi di arredo protagonisti del living

vedi anche: LIVING

I dettagli della sartorialità

La cifra progettuale che disegna lo stile firmato Lema si declina in ciascun pezzo di arredo proposto dall’azienda, che per le nostre case confeziona un abito sartoriale fatto di dettagli ricercati e materiali preziosi, votato al massimo comfort emotivo. Dai sistemi giorno agli armadi su misura e cabine armadio, dagli imbottiti ai complementi di arredo, Lema propone un’articolata collezione, sempre coerente con una precisa idea abitativa, che mette in risalto l’eccellenza dell’esecuzione e dei materiali impiegati.
lema complementi di arredo

Poster murale gigantografia stampa digitale in alta risoluzione Komar su carta - Amalfi - mis. 368x254 cm - cod. 8-931

Prezzo: in offerta su Amazon a: 47€


I tavoli per il dining

  • Lema, tavolo 3Pod
  • Lema, tavolo Filo
  • Lema, tavolo Bamboo
Nel dining il tavolo e le sedie sono i protagonisti dell’ambiente, che connotano con il loro design e i loro materiali. Ogni arredo dialoga con l’insieme in uno scambio di usi e funzioni garantendo a chi ne fruisce comfort e valore estetico. L’utilizzo del tavolo da pranzo ad esempio si è evoluto negli anni: i confini di tempi e luoghi destinati al lavoro si sono fatti fluidi; computer, tablet e tecnologie oggi scandiscono le attività quotidiane anche entro le mura domestiche. In soggiorno dunque, la sera o nel weekend, accade che ci sediamo al tavolo non solo al momento dei pasti.

In foto:

Progetto di Francesco Rota per Lema, il tavolo 3Pod mutua il nome dalla propria base, che rilegge il classico tripode. Un segno continuo in acciaio, su cui è appoggiato il piano sottile e disponibile rotondo o rettangolare in vetro, oppure rettangolare e a goccia nella versione laccata opaca.

Presenza rigorosa e ieratica per il tavolo Filo, di David Lopez Quincoces. Il profilo è disegnato dalla struttura in lamiera: le gambe sottili sono saldate alla cornice dello stesso materiale che contiene il piano in cemento.

Assoluta leggerezza per il tavolo Bamboo, firmato da Giopato & Coombes: il grande top in vetro trasparente extra chiaro si adagia delicatamente su gambe tubolari in metallo verniciato nero. Un ordito che richiama rami intrecciati, riletto in chiave industriale.

  • armadio al centimetro Spazio domestico come spazio vitale. Per Lema, nella progettazione degli armadi al centimetro, volumi e superfici sono elementi compositivi, utilizzati creativamente in funzione delle esigenze più per...
  • lema "Il percorso che ha portato Lema a trasformarsi da un produttore di sistemi a impresa di total living, creatrice di oggetti di design, si è definitivamente compiuto, grazie a logiche aziendali ben def...
  • lema mobili Da oltre 40 anni Lema è protagonista del design Made in Italy, con la sua offerta in continua evoluzione per rispondere alle mutevoli esigenze dell'habitat domestico. Oggi l'azienda propone un catalog...
  • soggiorni Lema I soggiorni Lema introducono il concetto di Slow Living, restituendo alla stanza la sua identità. Il sistema a spalla portante SELECTA crea nuovi spazi dal design accattivante, grazie ai moduli di div...

Songmics Pouf Cubo Poggiapiedi Sgabello Contenitore Cassapanca pieghevole Carico max. 300 kg in ecopelle imbottito Bianco 76 x 38 x 38 cm LSF106

Prezzo: in offerta su Amazon a: 34,99€
(Risparmi 8€)


Le sedie da abbinare al tavolo

  • Lema, sedia Lucy
  • Lema, sedia Toa
  • Lema, sedia Daiku
Perché il tavolo sia parte integrante dell’arredo nella zona giorno e ne divenga elemento dominante, particolare cura va dedicata all’abbinamento delle sedie creando accostamenti particolari. Oggi abbiamo a disposizione davvero un’ampia gamma di modelli tra cui scegliere in base alla forma, alle dimensioni e ai materiali.

Eccovi tre proposte di sedute firmate Lema per il tavolo in soggiorno:

La morbida e accogliente Lucy disegnata da Roberto Lazzeroni, leggermente imbottita e rivestita in pelle con cuciture ribattute. La struttura in legno massello, disponibile in rovere tabacco e rovere carbone, esalta colori e materiali della seduta.

Una seduta versatile, Toa di Officinadesign Lema è facilmente inseribile nei contesti contemporanei. La leggera struttura realizzata in metallo si allunga in quattro gambe coniche a sezione quadrata, su cui appoggiano seduta e schienale in materiale plastico.

Daiku di Piergiorgio Cazzaniga è una sedia in massello dalla linea rigorosa e pulita, dal carattere forte e dal comfort spiccato. La forma leggermente concava della seduta incontra lo schienale inclinato per una maggiore comodità. Le gambe sono congiunte da due traversi che, oltre la funzione, diventano dettaglio caratterizzante.


I mobili contenitori per il soggiorno

  • Lema, madia Long Island
  • Lema, madia Marble Arch
  • Lema, madia Picture
Nel living si mettono in mostra, accanto al tavolo da pranzo, le madie, utili mobili contenitori che arredano l’ambiente grazie a materiali pregiati e finiture ricercate. Arredi dalla lunga tradizione ma sempre attuali, oggi riproposti in forme geometriche e stile minimal, con strutture leggere che aiutano ad esaltarne i materiali e i giochi cromatici dei rivestimenti.

In foto:

Profilo lineare e volume rigoroso per la madia Long Island disegnata da Christophe Pillet , che accosta differenti spessori e materiali: rovere termotrattato per la struttura, in cui sono alloggiati cassetti e ante con profili rifiniti in metallo satinato. Il marmo del top infine, aggiunge al mobile contenitore una nota di lusso raffinato.

Linearità e pulizia formale anche per il mobile contenitore Marble Arch di Matteo Nunziati, con struttura realizzata in rovere termotrattato, così come gli eleganti e discreti piedini a lama. La funzione del contenere è affidata al vano a giorno posizionato nella parte superiore e ai sottostanti moduli chiusi da ante a ribalta e cassetti. Il calore del legno è abbinato al cemento del piano, che gira sugli angoli a formare un arco.

Ispirazione Anni Settanta per la madia Picture di Cairoli & Donzelli, che abbina il rovere termotrattato della struttura e della facciata al metallo bronzato della base. La particolare lavorazione della parte frontale ben interpreta la filosofia progettuale di Lema tra industria e manifattura artigianale.


Complementi di arredo protagonisti del living: Tavolini, arredi passepartout

  • Lema, tavolino Cruise
  • Lema, tavolino Mansion
  • Lema, tavolino Combo
I tavolini sono complementi passepartout e superfici di appoggio utili, da accostare a divani e poltrone, non solo in soggiorno, ma anche nello studio o nella zona notte.

Lema ne propone una collezione fatta di pezzi raffinati, pensati per completare con semplice ma significativa eleganza ogni ambiente.

Forme lineari per il tavolino Cruise di Officinadesign Lema, a cui fanno da contraltare i materiali pregiati e le lavorazioni ricercate. Sulle basi si appoggiano i piani che sostengono lastre di vetro che comunicano leggerezza. La molatura che contraddistingue il bordo di ciascun piano crea un profilo sottilissimo, frutto di un processo altamente tecnologico ma dal sapore artigianale.

Nel tavolino Mansion di Christophe Pillet una base esile in metallo bronzato sorregge una vasca in materiale rigido altamente tecnologico che assolve al contenimento oltre che al classico appoggio. Alla superficie della vasca è sovrapposta quella in rovere termotrattato che la attraversa, in una sovrapposizione di superfici e materiali.

Fantasia in libertà per creare infine composizioni e forme grazie ai quattro elementi trapezoidali in HPL del progetto Combo di Francesco Rota. Un tangram divertente, in cui ogni pezzo può essere affiancato agli altri in mille modi diversi. Gli elementi presentano il piano incorniciato oppure al vivo.